Asessualità: ecco quanti americani LBGT+ ci si identificano

Il dato è stato ottenuto dal prestigioso Williams Institute di Los Angeles (California) a seguito di uno studio molto peculiare sull’asessualità nella comunità LGBT+ locale.

Una ricerca del prestigioso Williams Institute di Los Angeles (California) ha mostrato, per la prima volta, quante persone si identificano come asessuali tra quelle appartenenti alla comunità LGBT+ americana

Su un campione di circa 1.500 persone lesbiche, gay e bisessuali, l’1,7% si è dichiarato asessuale.

La rete di educazione e visibilità asessuata (AVEN) definisce l’asessualità come: “Qualcuno che non sperimenta l’attrazione sessuale o un desiderio intrinseco di avere relazioni sessuali“.

Esistono diversi tipi di asessualità

Asessuale

C’è molta diversità nel modo in cui le persone sperimentano l’asessualità.

I livelli di attrazione sessuale, tuttavia, possono variare e le persone asessuali sono spesso ancora in relazioni, esattamente come altri adulti lesbiche, gay, bisessuali non asessuali.

La fascia d’età che si è identificata come più propensa ad identificarsi come asessuale è quella di età compresa tra 18 e 27 anni, di cui la maggior parte erano di genere non binario (72%) o donne (27%).

L’asessualità è più presente in soggetti di genere femminile

asessualità

In generale si evince che l’assessualità è fortemente connessa al sesso femminile, visto che l’86% di chi si è definito asessuale era di sesso biologico femminile.

L’autrice principale dello studio, Esther D. Rothblum, ha dichiarato:

“L’asessualità è un’identità emergente. Dato che la maggior parte degli intervistati asessuali erano giovani, prevediamo che la prevalenza e la comprensione dell’asessualità cresceranno man mano che un numero maggiore di giovani raggiungerà l’adolescenza e acquisirà familiarità con l’identità”.

Lo o,08% della popolazione totale degli USA si identifica come asessuale

Nel marzo di quest’anno, l’istituto Williams ha pubblicato interessanti dati sulla popolazione LGBT+ totale negli Stati Uniti e si è scoperto che è pari a circa (arrotondando per difetto)        11,343 milioni di persone.

Ti suggeriamo anche  'Gli asessuali sono strani, sono malati', polemica sulla trasmissione Radio2 condotta da Paola Perego

Un numero davvero alto, se si considera che molti LGBT+ non sono dichiarati, che è pari al 4,5% della popolazione totale degli USA.

Questi nuovi dati, quindi, suggerirebbero che circa lo 0,08% della popolazione totale degli Stati Uniti si identifica come asessuale, il che è pari a circa 260.000 persone.

Tuttavia, è probabile che il numero sia superiore a questo, poiché alcune persone che si identificano come asessuali potrebbero non identificarsi come parte della comunità LGBT+.

L’autore dello studio Ilan H. Meyer ha dichiarato:

“In questi risultati abbiamo tenuto conto del fatto che gli asessuali facciano parte integrante della comunità LGBT+. È importante notare, tuttavia, che siccome questo studio ha incluso solo gli asessuali che si identificano anche come LGB i risultati ottenuti siano, quindi, pertinenti solo ad un segmento della popolazione asessuata totale. Esiste anche il mondo degli eterosessuali asessuati“.