Ivanka Trump dona 50.000 dollari ad una chiesa favorevole alle teorie riparative

di

La famiglia Trump non riesce proprio a non far imbufalire la comunità LGBT d'America.

CONDIVIDI
169 Condivisioni Facebook 169 Twitter Google WhatsApp
1481 0

Ivanka Trump, figlia del Presidente Donald Trump, ha donato 50.000 dollari a una chiesa battista di Prestonwood, in Texas, orgogliosamente omofoba.

Sul sito web della chiesa c’è una sezione dedicata all’omosessualità, etichettata come ‘confusione dell’identità sessuale’.

La nostra generazione sta vivendo un elevato livello di confusione riguardo all’identità sessuale. Quando ci occupiamo di persone dello stesso sesso attratte tra loro, preoccupazioni relative all’identità di genere o disposizione transgender, dobbiamo affrontare tali lotte con diversi accordi fondamentali“.

Ed è qui che si fa velato l’accenno alle cosiddette ‘terapie di conversione’, mai esplicitate ma di fatto abbracciate in una sezione chiamata ‘L’approccio redentore’. Jack Graham, pastore della chiesa, è stato più volte criticato per le sue uscite omofobe, ma per Ivanka Trump, evidentemente, tutto questo meritava un riconoscimento.

Papà Donald, non dimentichiamolo, ha ‘cancellato’ per il 2° anno consecutivo il mese del Pride, giugno, tramutandolo quest’anno nel mese ‘degli oceani’.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Zackie Oh: sit-in davanti l'ambasciata greca a Roma
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...