Novara Pride, Forza Nuova contraria: ‘a teoria gender per la sostituzione etnica’

Come in molti pride, anche Novara avrà una contro manifestazione da parte di Forza Nuova.

Il 14 settembre chiude l’Onda Pride 2019, con le parata di Novara e Sorrento. Se per quest’ultima marcia ci sono state minacce di boicottare la manifestazione e gli organizzatori hanno denunciato alti livelli di omofobia da parte dei commercianti, anche Novara non è da meno. A creare problemi è Forza Nuova, la quale ha annunciato una contro manifestazione per protesta contro il pride.

No al Gay Pride di Novara, la teoria gender per la sostituzione etnica.

Questo quello che si legge sul manifesto realizzato per l’occasione. Ancora una volta, torna il gender come minaccia. Ma non basta, in altre locandine spiegano:

Basta Gay Pride. Modello transgender e immigrazione miscela esplosiva per la sostituzione. 

Parole deliranti, come sempre quando si parla di Forza Nuova.

Il comunicato di Forza Nuova per il Novara Pride

Come se non bastasse, i militanti locali di Novara hanno anche diffuso una nota in cui annunciano la loro contro manifestazione, che inizierà alle 15:00 del 14 settembre in Largo Cavalizzi.

Sabato 14 settembre a Novara andrà in scena la carnevalata della così detta comunità LGTB. Per noi di Forza Nuova questo non è altro che l’ennesimo atto per portare all’estinzione i popoli europei, siamo davanti ad un tentativo di rieducazione massiva per favorire la sostituzione etnica, in poche parole l’attuazione completa del Piano Kalergi.

Con l’avvento del nuovo governo, che vede alleate due forze anti italiane come il M5S ed il PD, vedremo come gli aiuti alle cooperative per l’assistenza ed alle comunità pro gender aumenteranno, questo perché il piano dettato dalla “Open Socety” di Soros è chiaro, sostituire i popoli europei con i popoli africani ai quali poter riconoscere meno diritti e creare schiavi sottopagati.

Il secondo Novara Pride

Questo è il secondo anno che anche Novara riesce ad ospitare un pride. Come nelle altre città, la parata chiude una settimana di eventi, che qui è iniziato ieri, 6 settembre.

La parata ha indicato Largo Pastore (autostazione) come punto di ritrovo, alle 14:30. La partenza è fissata in questo luogo alle 15:30, e attraversando l’ospedale e il Duomo, giungerà a Piazza Martiri intorno alle ore 17:30.

Ti suggeriamo anche  Messina Pride: consiglio comunale approva all'unanimità il sostegno alla parata