Taiwan, arriva il referendum sul matrimonio egualitario

Un anno dopo il via libera della Corte Costituzionale, sarà il popolo di Taiwan a decidere sul matrimonio egualitario.

Taiwan ha annunciato un imminente referendum sul matrimonio egualitario.

Non a caso la libera repubblica è considerata come una tra le più progressiste dell’Asia orientale, sul tema dei diritti LGBT, con un sondaggio del 2015 che vide il 75% degli interpellati favorevole al matrimonio omosessuale.

Ebbene ora sarà la popolazione di Taiwan a doversi esprimere in modo diretto, attraverso un voto che possa portare le nozze gay ad un’approvazione definitiva da parte del Governo. Questo perché un anno fa la Corte Costituzionale diede il via libera alle unioni omosessuali, scatenando gli oppositori che chiesero immediatamente alla Commissione elettorale centrale di Taiwan una legge ad hoc per gli omosessuali, in modo da difendere i tradizionali ‘valori familiari’.

La Commissione, dopo un mese di studio, ha deciso per un referendum, che si terrà il 24 novembre. Se appoggiato anche dal voto popolare, il matrimonio egualitario diverrà finalmente legge.

Ti suggeriamo anche  Matrimonio egualitario, in Svizzera favorevoli sette su dieci