Buon compleanno Mariah Carey, diva dalla super voce amatissima dalla comunità LGBT

Una carriera fulminante, segnata da enormi successi. Festeggiamo le 51 primavere dell'iconica Mariah Carey.

Buon compleanno Mariah Carey, diva dalla super voce amatissima dalla comunità LGBT - mariah carey - Gay.it
4 min. di lettura

E’ stata la cantante che ha rappresentato la musica pop e R&B nel corso degli anni ’90. È stata produttrice e anche attrice. Mariah Carey è questo e molto altro ancora. È icona di moda dalle curve morbide, idolo per la comunità LGBT, star dalla voce intensa e coinvolgente. Popolarissima in tutto il mondo, negli anni ’90 ha venduto più di 200 milioni di dischi, diventando in poco tempo l’artista di maggior successo nella storia della musica.

Mariah Carey, infatti, è stata 16 volte alla numero uno nelle hit parade degli Stati Uniti. Nel 1995 il suo One Sweet Baby ha battuto ogni record possibile. Nel 2019 solo Lil Nas X è riuscito a scalzare la bella Mariah dalla vetta. Oggi, 27 marzo, nel giorno del suo 51esimo compleanno, è giusto ricordare l’artista attraverso le sue canzoni più celebri e, attraverso, la sua turbolenta vita privata.

Buon compleanno Mariah Carey, diva dalla super voce amatissima dalla comunità LGBT - Scaled Image 7 - Gay.it

Con numeri alla mano: è stata 467 settimane nella Billboard Hot 100 e ha avuto 21 hit certificate, superando persino Madonna. Di Mariah Carey tutti gli album di studio hanno raggiunto la Billboard Top 200. Nata sotto il segno della musica pop, la sua voce ha influenzato anche la musica black. Il successo di Fantasy ha dato il via a una serie di collaborazioni illustri con molti nomi celebri del panorama musicale, consci della grande versatilità di Mariah Carey.

Nella sua carriera ha cantato l’amore in ogni sua forma, con testi semplici ma di grande impatto. Amata dal pubblico anche per il suo stile pomposo e quel fascino da ragazza della porta accanto, i critici hanno sempre lodato la sua magnifica estensione vocale. Soprannominata la SongBird Supreme, nel 2014 il Time ha eletto Mariah Carey la cantante più popolare di sempre, insignita anche di una stella sulla Hollywood Walk of Fame.

Una carriera iniziata per un colpo di fortuna

Nasce in una Contea del Suffolk, precisamente a Huntington. La madre era una cantante lirica di origini irlandesi e il padre un ingegnere aerospaziale del Venezuela. Il suo nome ha molte particolarità. Mariah fa riferimento al personaggio del musical Paint Your Wagaon e il cognome è stato cambiato in Carey (in originale era Nunez) una volta che il padre si è trasferito in pianta stabile a New York. Da ragazzina ha affrontato il burrascoso divorzio dei genitori, ma ha trovato nel canto la sua valvola di sfogo.

Già ai tempi del liceo ha registrato qualche demo senza però trovare nessun produttore disposto ad investire su di lei. Dopo la scuola ha cercato di sbarcare il lunario, svolgendo però diversi lavori per pagarsi l’affitto. Il suo momento è arrivato nel 1988 quando a una festa ha conosciuto Tommy Mottola, il capo della Columbia Records. Il quale è rimasto rapito dalla voce di Mariah e successivamente la convinse a firmare il contratto.

Proprio ad inizio del 1990  viene pubblicato il suo primo album, che per Mariah segna un sodalizio che va ben oltre la sfera lavorativa con il manager della Columbia. Mariah Carey, intanto, comincia a mietere un consenso dopo l’altro con Vision of Love e Love Take stime. E per questo album ha vinto persino due Grammy, sia come miglior esordiente che come cantante pop femminile. L’anno successivo è tempo di Emotions che fu prodotto solo da Mottola, il quale era convinto nel vendere un’immagine di Mariah che lei non desiderava.

Il sodalizio è andato avanti fino al 1997, fino a quando i due divorziarono, con accuse infamanti di violenti litigate. Tutto questo è successo all’ombra della stampa che era all’oscuro di quanto stava accadendo nella vita privata della Carey. Nonostante tutto il successo non si placa, e la stella di Mariah Carey è in ascesa, diventando una vera e propria diva dei nostri tempi. Prima del divorzio si ricordano, tra le tante, le hit Without You e l’immortale All i Want for Christmas is You, che è diventato uno dei brani più popolari e che ancora oggi domina le classifiche.

Con Butterfly nasce una nuova Mariah Carey

Dopo il divorzio dallo storico produttore, il pubblico conosce una nuova Mariah Carey. Più audace, più sexy, con l’intenzione di sperimentare diversi percorsi musicali. Nasce così Butterfly, trainato da Honey e da My All. A fine anni ’90 si conta l’ultimo album degno di nota della celebre artista. Rainbow, che segue le influenze di Butterfly, fa splendere ancora di più il suo astro. Riceve il premio della rivista Billboard come artista più in voga del decennio e pubblica Glitter, che non ha il successo sperato. Con Charmbracelet torna alle sonorità degli inizi, per arrivare poi il criptico The Emancipation of Mimi (che conteneva una hit dei Neptunes).

Quella faida con Eminen e Jennifer Lopez

Oltre alla musica, Mariah Carey è stata al centro di diversi gossip durante la sua carriera. Oltre alle verità su un matrimonio tossico con Mottola, i giornali hanno riportato che nel 2001 è stata condotta in una clinica psichiatrica a causa di un forte esaurimento nervoso. In quel periodo è celebre la sua comportata a Total Request Live a Milano in cui ha distribuito ghiaccioli ai suoi fan. Ma non si può dimenticare la faida con Jennifer Lopez. L’ex marito della Carey, infatti, è stato uno tra i produttori del secondo album della Lopez. E la Carey ha accusato Mottola di aver inserito nell’LP una canzone che è stata scartata da Glitter.

Le accuse sono cadute dopo che il produttore ha affermato che si è trattato solo di un “campionamento”. Ci sono stati conflitti anche con Eminem. Nel 2009, ad esempio, quando è stata pubblicata Obsessed, Mariah Carey ha affermato che aveva dedicato i versi a un suo presunto stalker che era ossessionato da lei. Secondo i tabloid era Eminen l’uomo del mistero. Il secondo marito della Carey ha subito smentito. Il rapper, però, non è stato certo di certo con le mani in mano. In Jimmy Crak Cron cita di aver avuto molte relazioni sessuali con Mariah Carey. Gossip che, di fatto, non sono mai stati né smentiti né confermati. Nell’aprile del 2011 ha messo al mondo due gemelli, ma divorzia da Cannon per legarsi a James Packer.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli - Matteo B Bianchi3 - Gay.it

Libri LGBTQIA+, le novità: di euforia, di santi, diavoli, altricorpi e femminielli

Culture - Federico Colombo 22.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Ivan Codrian per @theshamelessfund

Jonathan Bailey lancia l’associazione di beneficenza LGBTQ+ “The Shameless Fund”

Culture - Luca Diana 21.6.24

Leggere fa bene