Pete Buttigieg, ultimo giorno da sindaco: “Ora battiamo Donald Trump, guariamo una nazione divisa”

A un mese dal via alle primarie democratiche, che lo vedono favorito in Iowa, Pete Buttigieg, primo candidato dichiaratamente gay della Storia, saluta la 'sua città' e lancia la sfida a Donald Trump.

iowa Pete Buttigieg
Pete Buttigieg ha concluso la convention dem a sostegno di Biden.
2 min. di lettura

37enne candidato democratico alle prossime elezioni americane, Pete Buttigieg, dal 2015 gay dichiarato e dal 2018 sposo di Chasten Glezman, ha salutato la sua South Bend, in Indiana, città che l’ha visto sindaco per otto anni. Nel 2011 la prima elezione con il 74% dei voti, diventando il più giovane sindaco di una città degli Stati Uniti con almeno 100.000 residenti. Nel 2015 la conferma record, con l’80% dei voti raccolti.

Esattamente un anno fa, era il 23 gennaio 2019, Pete ha annunciato la sua discesa in campo per la Casa Bianca, da perfetto sconosciuto, diventando il primo candidato dichiaratamente gay a candidarsi per le elezioni USA. La corsa delle primarie prenderà vita tra un mese esatto, il 3 gennaio, e Buttigieg, lanciatissimo, è incredibilmente il favorito numero uno, sondaggi alla mano. Nell’attesa ha voluto celebrare questi otto anni da primo cittadino, puntando dritto all’attuale inquilino della Casa Bianca. Donald Trump.

Oggi è stato il mio ultimo giorno come sindaco di South Bend. Credo nella mia città, una città che mi ha affidato la sua guida, mi ha sostenuto quando sono partito per servire il nostro Paese e mi ha supportato come persona e come sindaco. Insieme, abbiamo riportato in vita una città che era stata definita “morente” e abbiamo agito per creare nuovi posti di lavoro, opportunità e speranza. C’è altro da fare, ma i progressi che abbiamo ottenuto raccontano la storia di cosa possiamo fare, riunendo le persone attorno a idee audaci. Oggi abbiamo avuto l’opportunità di celebrare il giuramento di un nuovo sindaco e di un nuovo consiglio, e mi unisco a tutta la mia comunità augurando loro ogni successo nel guidare la nostra città. Un nuovo anno porta nuovi inizi, per noi come individui, per le nostre comunità e per il nostro paese. La mia responsabilità di sindaco è terminata, ma inizia la responsabilità del 2020. Quest’anno, decidiamo di sconfiggere questo presidente, guarire una nazione divisa e portarci in una nuova era. Nel 2020, diciamo addio a caos e corruzione. Basta con i sistemi a vantaggio delle aziende anziché delle persone comuni. Basta disfunzione e divisione di Washington. Ne abbiamo abbastanza non solo di Donald Trump, ma del trumpismo in generale. Insieme, agiamo per costruire una nazione a cui tutti apparteniamo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
Franzc Dereck 4.1.20 - 10:49

Auguri , ragazzo! E , per quello che vale , molti qui tifano per te : non per solidarietà irrazionale , ma perché hai bene amministrato e puoi trasferire in più ampio spettro la tua esperienza .

Trending

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora - Sephora bigmama - Gay.it

Lo sportello Arcigay per studenti LGBTQIA+ ha il supporto di Sephora

News - Gay.it 14.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24

I nostri contenuti
sono diversi