Unioni civili: ecco il decreto ponte. Ora cosa succede?

Ora mancano ancora due step e la legge sarà emanata dal Presidente del Consiglio. Quali sono?

Unioni civili: ecco il decreto ponte. Ora cosa succede? - claudio de vincenti - Gay.it
2 min. di lettura

Con tre giorni di ritardo sulla scadenza prevista (5 luglio 2016) ieri intorno alle 22 è stato finalmente consegnato al Consiglio di Stato l’attesissimo decreto ponte sulle unioni civili. Ad farlo sapere, all’unisono, sono Monica Cirinnà e Micaela Campana sui loro account social:

Schermata 07-2457579 alle 10.34.17

Schermata 07-2457579 alle 10.09.28

Sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri si legge che “il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti ha trasmesso al Consiglio di Stato, per il previsto parere, lo schema di DPCM che regola il regime transitorio di trascrizione delle unioni civili nei registri dello stato civile“. Cosa succede quindi ora? Mancano ancora due step: il parere del Consiglio di Stato, che secondo regolamentazione ha 30 giorni di tempo per dare una sua valutazione, e il passaggio alla Corte dei Conti incaricata di valutare le spese: questo step dovrebbe essere brevissimo. In ultimo, il decreto arriva al Presidente del Consiglio, che ha la responsabilità di emanarlo: solo a quel punto i comuni avranno le istruzioni ufficiali per celebrare le unioni civili.

La dilazione del ministero dell’Interno ha ritardato ulteriormente l’emanazione definitiva del decreto, che potrebbe arrivare tra più di un mese. Ricordiamo che fino a quel momento i comuni non hanno istruzioni ufficiali da parte del Governo, pertanto la questione è rimandata ai singoli, che secondo le disposizioni dei sindaci potranno già avviare le procedure per fissare le prenotazioni per la celebrazione delle unioni civiliSe alcuni, come quello di Fiumicino, sono già ben disposti all’accettazione delle prenotazioni, altri potrebbero esserlo meno, e avrebbero ancora la possibilità di rifiutare tale richiesta, data la mancanza di una linea guida precisa e ufficiale.

La parte più spinosa di questo ultimo percorso, e cioè quella del passaggio dal ministero retto dal capo di un partito certamente non vicino alla sensibilità della comunità LGBT, è passata. Ora manca davvero poco.

Riguardo ai dettagli del decreto transitorio e al suo contenuto (cosa prevede, come è strutturato) non è stato ancora rivelato nulla.

Ecco perché Alfano ha ritardato l’emanazione del decreto ponte LEGGI > > >

alfano_cover

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sandokan, c'è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi - Sandokan - Gay.it

Sandokan, c’è anche Samuele Segreto nella serie Rai con Can Yaman, Ed Westwick e Alessandro Preziosi

Serie Tv - Redazione 18.4.24
Charli XCX e Troye Sivan partono in tour insieme

Charli XCX e Troye Sivan annunciano un tour insieme: “È l’evento gay della stagione”

Musica - Emanuele Corbo 18.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Jakub Jankto coming out

Jakub Jankto: “Agli altri calciatori gay dico di fare coming out. Non abbiate paura, non succede nulla”

Corpi - Redazione 17.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri - Specchio specchio delle mie brame la sexy gallery social vip - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Bad Bunny, Leto, Scilla, Carta, Camilli e altri

Culture - Redazione 16.4.24

I nostri contenuti
sono diversi

eredita berlusconi marta fascina unioni civili

Eredità Berlusconi, con l’unione civile Marta Fascina può restare ad Arcore ma Silvio voleva cancellare la legge Cirinnà

News - Redazione Milano 20.11.23
unioni-civili-assegno-di-mantenimento

Unioni civili, l’assegno di mantenimento in caso di scioglimento dovrà tenere conto anche del periodo di convivenza

News - Francesca Di Feo 29.12.23