ECPAT CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEI MINORI

di

Conosciamo una delle organizzazioni più attive su internet

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Tra le associazioni che si occupano di lotta contro lo sfruttamento sessuale dei minori, vi è l’Ecpat, una rete internazionale di organizzazioni che operano insieme per eliminare la prostituzione e la pornografia infantili e il traffico di minori a scopo sessuale. L’Ecpat (End Child Prostitution, Pornography And Trafficking for commercial purposes) e’oggi presente in 50 paesi. Dal 1994 è presente anche in Italia, dove viene presieduta dalla dottoressa Mara Gattoni alla quale abbiamo posto alcune domande.

Dott.ssa Gattoni, cosa può fare un utente di Gay.it che desideri aiutarvi a combattere lo sfruttamento dei minori?

Un aiuto concreto lo riceviamo quotidianamente dai navigatori di Internet, che ci segnalano siti a contenuti pedo-pornografico, che noi provvediamo immediatamente a inviare al servizio di polizia telematica che è stato istituito più di tre ani fa. Si tratta di un servizio istituito dal Ministero dell’Interno che ha tra i suoi compiti quello di perseguire coloro che immettono nella rete immagini pornografiche di minori, oppure di cercare di contrastare il contatto tra un adulto e un minore a fini di sfruttamento sessuale. Questa è una maniera molto concreta e comoda di fare qualcosa. Si fa attraverso la e-mail info@ecpat.it. Una cosa importantissima da ricordare è che non bisogna assolutamente scaricare il materiale pornografico con minori perché è severamente proibito dalla legge italiana; occorre visionare il materiale e segnalarlo, ma senza scaricarlo.

Avete dei dati relativamente allo sfruttamento sessuale e al turismo sessuale a danno dei minori in Italia?

Non ci sono proprio dati riguardo il turismo sessuale in Italia, né da parte di italiani. I dati che abbiamo riguardano i bambini, e sono le statistiche dei casi di sfruttamento sessuale di minori, quindi si riferiscono alle vittime e soprattutto alle denunce, trascurando quindi tutto il sommerso che presumibilmente è molto importante: nel 2000 abbiamo 698 denunce di violenza sessuale in danno di minori. Tra l’altro abbiamo visto che il ministero dell’Interno per la prima volta ha suddiviso il reato in fasce d’età: così abbiamo entro i dieci anni 303 minori abusati, tra gli undici e i quattordici anni 226, e tra i quindici e i diciotto anni 169 minori abusati.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...