Rio 2016: Lea T la prima donna transessuale a sfilare all’inaugurazione

di

Lea T, la musa degli stilisti, figlia dell'ex calciatore Toninho Cerezo, ha rappresentato il Brasile alla cerimonia di inaugurazione olimpica.

CONDIVIDI
1k Condivisioni Facebook 1k Twitter Google WhatsApp
17273 0

Lea T, transessuale italo-brasiliana, musa di artisti e stilisti, ha sfilato alla cerimonia di apertura dei giochi olimpici di Rio 2016. Nata il 19 febbraio 1981 a Belo Horizonte, la figlia dell’ex calciatore di Roma e Sampdoria Toninho Cerezo è cresciuta in Italia dove ancora vive.

CpJEO19WEAAgduF lea-t-olimpiadi-2

E’ stato il direttore creatore di Givenchy, Riccardo Tisci, a lanciare Lea T, che nel 2010 è diventata il volto di Givenchy.

QUI PER SAPERNE DI PIÙ SU LEA T >>>

“In un periodo come questo, in cui Rio de Janeiro e il Brasile domineranno la scena mondiale, è essenziale che la diversità sia presente. Il Brasile è un Paese vasto e tutta la sua diversità dovrà in qualche modo essere rappresentata a questo evento”, ha detto Lea T a proposito della sua partecipazione. Come ogni altro transessuale”, ha aggiunto “porto una bandiera. Sto parlando della transessualità perché fa parte della mia storia, ma sono soltanto un altro membro di questa comunità. Anche se so di avere il privilegio che i media mi ascoltano”.

GUARDA LA NOSTRA GALLERY SU LEA T >>>

gallery_leat_t

Leggi   Portogallo, approvata nuova legge che amplia i diritti delle persone transgender
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...