SESSO DIVERSO

di

Una notte d'amore? Non fissatevi sullo scopo finale. Ecco qualche dritta per scoprire tecniche davvero interessanti. Come il "frottage" molto in voga tra gli "etero" universitari americani…

12987 0

I francesi, come al solito, hanno una parola per definirlo: è frottage. Significa “sfregamento” e, riferendosi al sesso, si spiega decisamente da sé. Il frottage è, nella sua forma più pura, contatto corpo a corpo, faccia a faccia, genitali contro genitali. Ma oltre allo sfregamento pene contro pene, c’è anche la “penetrazione intra-coscia”, in cui uno dei due inserisce il pene tra le cosce del partner e si dà da fare (magari con l’aiuto di una goccia di lubrificante, che non guasta mai).

Questo tipo di rapporto sessuale veniva chiamato in America “penetrazione a secco” o “sfregamento di Princeton”, in riferimento alla presunta popolarità che questa pratica aveva avuto negli ambienti dei College, dove persino i ragazzi “etero” avevano delle esigenze da soddisfare. Ma in realtà è qualcosa che viene praticata da molto prima che nascessero i college: alcune pitture su vasi dell’antica Grecia mostrano un ateniese con il membro infilato tra le cosce di un altro ragazzo.

Forse il frottage non viene celebrato nei video e nelle storie porno, e forse non se ne parla molto, ma è inutile negare che è una pratica molto frequentata.

E’ una componente molto gradevole del sesso, e può persino essere una pratica a se stante che dona completa soddisfazione. Non c’è nessuna tecnica da imparare: basta fare ciò che dona piacere e il gioco è fatto.

Ma il frottage, oltre ad essere eccitante e facile, adatto ai principianti così come ai sessuomani più incalliti, è anche assolutamente sicuro, purché ci si assicuri che il liquido pre-orgasmico o l’eiaculato non entri in contatto con l’ano o l’uretra dell’altro. E non fatevi venire in mente di usare come lubrificante lo sperma del vostro partner…

Il contatto corpo a corpo non si limita al buon vecchio “sfregamento di Princeton”; esplorare tutta la carne di un ragazzo, dalla testa agli alluci, può essere una meravigliosa avventura.

Si può partire dal famoso approccio: che ne dici di un massaggio sulla schiena? E’ una strategia che ha persuaso molti partner semi-riluttanti a lasciarsi andare. Il massaggio, d’altra parte, che sia lento e sensuale o penetrante e intenso, può essere molto sexy. Si può cominciare dal collo e dalle spalle, per poi scendere verso la schiena, e proseguire ancora verso il sedere, lavorando ben bene le natiche, e anche raggiungere le gambe.. Mamma mia, è davvero appetitoso! E, se non intendete arrivare a pratiche sessuali che rendano necessario l’uso di accessori in lattice come i profilattici, ci sono un sacco di oli e lozioni che possono essere usate, dai prodotti commerciali profumati al semplice olio di oliva leggermente riscaldato. In questo caso, ecco un consiglio da casalinga: usate un lenzuolo che non vi dispiace che si macchi…

Spesso si pensa che il sesso sia una cosa pene-culo-bocca. Invece, tutto il corpo, se opportunamente stimolato, può trasformarsi in una zona erogena. Alcuni magari impazziscono se si masturbano contro le natiche di qualcuno o, indossando un preservativo e lubrificando, escono di cervello strofinando l’erezione nel solco tra le natiche, senza nemmeno cercare di entrare nel sancta sanctorum. Alcuni feticisti amanti dei piedi, adorano darsi da fare contro la pianta del partner, oppure infilare la loro verga in mezzo a un bel paio di piedi taglia 44. Il petto, le ascelle, il ventre, sono deliziosi. Accarezzateli, massaggiateli, strofinatevi contro, pensate solo che il sesso deve farvi godere.

«Adoro baciare qualcuno mentre i nostri corpi si strofinano – afferma un ragazzo che pure è un leather dannatamente perverso – Può essere sexy, intimo, e, scusate se adopero questa parola, romantico». Ed è una cosa che vale per le coppie di lunga durata così come per due tipi che si sono appena conosciuti. A volte siamo così preoccupati dello scopo finale, che diventiamo incapaci di vedere ciò che stiamo facendo. Ma il corpo di ogni uomo e le reazioni di ogni uomo sono uniche. Calmatevi, godetevi lo scenario, fate una deviazione o due, e scoprirete qualche godimento sorprendente, sia che si tratti di una sosta rapida, che di una visita prolungata. Come dicono i francesi: ooh la la!

di Simon Shephard – Gay.com UK

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...