L’artista Andrea Saltini aggredito da un integralista cattolico: le sue opere erano state definite “blasfeme”

A inizio mese, l'esibizione "Gratia Plena" di Saltini - in svolgimento al Museo Diocesano della chiesa Sant'Ignazio di Carpi - era stata oggetto di feroci polemiche da parte della frangia ultracattolica.

ascolta:
0:00
-
0:00
andrea-saltini-gratia-plena-aggredito
Il "quadro della discordia"
3 min. di lettura

Sono le 11 del mattino di ieri quando un uomo fa irruzione in chiesa brandendo un coltello, per scagliarsi prima contro il “quadro della discordia”, e poi rivolgere la propria furia contro l’artista.

È successo a Modena, presso la chiesa di Sant’Ignazio di Carpi, sede del Museo Diocesano, dove è in corso la mostra `Gratia Plena´ di Andrea Saltini, travolta a inizio mese da una bufera di polemiche perché definita “blasfema” da alcuni integralisti cattolici.

Al centro delle polemiche, il quadro “INRI – San Longino, raffigurante un uomo chino sul corpo di Cristo, che agli occhi di alcuni maliziosi osservatori apparirebbe come la rappresentazione di una fellatio. Una prospettiva smentita dall’artista, che però sarebbe bastata a rendere Saltini un target della frangia cattolica più estremista.

andrea-saltini-gratia-plena-aggredito

L’aggressione

Secondo le ricostruzioni, il responsabile dell’attacco all’artista risulta essere una persona giovane, ancora non identificata. Inizialmente, ha danneggiato l’opera d’arte spruzzandola con uno spray, per poi perforarla utilizzando un coltello a serramanico, che in seguito ha lasciato sul luogo.

Saltini avrebbe tentato di proteggere il dipinto, ed in quel momento sarebbe stato aggredito all’altezza della gola.

L’artista non ha riportato lesioni gravi e, dopo aver ricevuto alcuni punti di sutura, è stato rilasciato dall’ospedale a poche ore dall’incidente. L’aggressore è riuscito a fuggire, lasciando però dietro di sé una parrucca e una mascherina, elementi che potrebbero facilitare il lavoro delle forze dell’ordine, tra cui Digos e la Polizia Scientifica, nel tracciare la sua identità in tempi brevi.

“Dimesso dal pronto soccorso ha sporto denuncia contro ignoti e al momento si trova in evidente stato di choc – commenta Giuseppe Chierici, avvocato di Saltini – L’artista chiede all’intera comunità di Carpi di riflettere sui limiti del dissenso, del diritto di critica e di manifestazione del pensiero oltre che sul contenuto degli innumerevoli post che sono stati diffusi e condivisi sui social arrecandogli profondo turbamento. Saltini auspica che vi sia al più presto un’occasione nella quale poter dare avvio ad un confronto aperto e libero nel rispetto della sensibilità e delle opinioni di tutti”.

La Diocesi di Carpi ha definito l’aggressione una “violenza inaudita“, e ha mostrato vicinanza all’artista rendendosi anche disponibile a collaborare nelle indagini. Non si è fatta attendere anche la reazione del sindaco Alberto Belelli.

“L’atto di estrema violenza perpetrato nei confronti di Andrea Saltini non può trovare alcuna giustificazione, suscita sgomento e ferma condanna. È essenziale, che in questa circostanza, tutti si impegnino a mantenere la calma e a rifuggire da qualsiasi forma di retorica divisiva. L’atto di violenza di cui siamo testimoni è sintomo di una tensione eccessiva che, per alcuni, può sembrare giustificare atti estremi. La condanna deve essere forte ed unanime, perché quella follia fa male a tutta la comunità”.

La polemica

Inaugurata a marzo, l’esibizione è diventata immediatamente oggetto di ampie discussioni e polemiche, ma anche di una denuncia per “offesa alla religione cattolica, blasfemia e mostra di opere ritenute blasfeme in un contesto sacro, presentata dall’avvocato Francesco Minutillo a nome di un gruppo di credenti di Bologna, Ravenna e Forlì.

Lo stesso Minutillo oggi non risparmia una buona dose di victim blaming rivolta a Saltini:

“Non commento il merito dei fatti di cronaca avvenuti oggi. Certo è che, dopo le migliaia di firme di protesta e dopo i numerosi esposti depositati e l’apertura di un fascicolo presso la Procura della Repubblica, uno spirito di sana prudenza cristiana avrebbe suggerito di togliere almeno quel quadro dalla mostra”

Parallelamente, il giornale cattolico La Nuova Bussola Quotidiana, insieme all’associazione Pro Vita e Famiglia, ha nelle scorse settimane anche avviato una raccolta firme con una petizione online che si oppone alla presenza di arte considerata blasfema negli spazi ecclesiastici, arrivando a oltre 22.000 adesioni.

Tuttavia, le accuse sono state prontamente respinte dalla Procura di Modena, che ha classificato le opere come manifestazioni artistiche legittime, escludendole dall’ambito del vilipendio deliberato alla fede cattolica.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO) - Gigi e Mahmood - Gay.it

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO)

Culture - Redazione 11.4.24
Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: "Caro Salvini le facciamo questa domanda...." - Karma B Ciao Maschio 4 - Gay.it

Ciao Maschio 2024, intervista alle Karma B: “Caro Salvini le facciamo questa domanda….”

Culture - Federico Boni 12.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24
Mahmood è in tour in Europa per presentare l'album "Nei letti degli altri"

Mahmood più libero che mai sul palco, il suo tour strega l’Europa e “Tuta gold” conquista il triplo disco di platino

Musica - Emanuele Corbo 9.4.24
Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un'icona sconfitta dall'amore - BackToBlack2024 - Gay.it

Back to Black, recensione del biopic su Amy Winehouse. Il ricordo di un’icona sconfitta dall’amore

Cinema - Federico Boni 11.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24

Continua a leggere

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: "É effeminato e sexy" - Siviglia il sexy Gesu che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra 1 - Gay.it

Siviglia, il nuovo Gesù che promuove la Pasqua scatena gli ultracattolici di destra: “É effeminato e sexy”

News - Redazione 31.1.24
il-presepe-arcobaleno-di-don-vitaliano

Il presepe di Don Vitaliano avrà due mamme: “Le famiglie arcobaleno colpite da critiche e condanne disumane e antievangeliche”

Culture - Francesca Di Feo 19.12.23
benedizioni-coppie-omosessuali-brevi

Le benedizioni di coppie omosessuali saranno “brevi e non contestuali all’unione civile”

News - Francesca Di Feo 6.1.24
Vescovo polacco si dimette dopo l'orgia gay nella casa di un sacerdote - Grzegorz Kaszak - Gay.it

Vescovo polacco si dimette dopo l’orgia gay nella casa di un sacerdote

News - Redazione 25.10.23
Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO - Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans - Gay.it

Papa Francesco ha invitato a pranzo in Vaticano un gruppo di donne trans: “La gente spesso si dimentica di noi”. VIDEO

News - Redazione 21.11.23
A Natale con “queer” vuoi, per Pasqua ci aggiorniamo: consigli per le feste - cover - Gay.it

A Natale con “queer” vuoi, per Pasqua ci aggiorniamo: consigli per le feste

Culture - Emanuele Bero 16.12.23
Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+ - sinodo comunita lgbtqia - Gay.it

Sinodo, la Chiesa Cattolica glissa ancora una volta la questione LGBTQIA+

News - Francesca Di Feo 2.11.23
papa-francesco-persone-trans

Papa Francesco: “Sì al battesimo per i figli di coppie gay e lesbiche. Le persone trans possono essere madrine, padrini e testimoni di nozze”

News - Redazione 8.11.23