Dalla Corte Costituzionale al Teatro Cometa Off

Dopo aver combattuto per i matrimoni gay al fianco di Affermazione Civile, Galliano Mariani arriva a teatro con la Strada all’altezza degli Occhi

Roma – Esordirà domani, martedì 11 maggio, La strada all’altezza degli occhi, testo commovente e coraggioso, a tratti comico e leggero, scritto da Donatella Diamanti.

Diretto da Anna Cianca e interpretato da Tiziana Sensi e Galliano Mariani, La strada all’altezza degli occhi porta sul palco la storia di un amore improbabile. Di una passione mai consumata. Di un sogno? Forse. Sicuramente è la storia di due anime che, tenere e crudeli, dolenti e appassionate , riescono a toccarsi, per la prima volta nella loro vita e nonostante tutto. Il seminterrato dove vive Pina è squallido e sporco, c’è solo una strana apertura da dove si intravede la strada e la vita che scorre distratta e frettolosa. Pina fa la prostituta. Pina è sola perchè ha un bambino che non può vivere con lei. Pina non è felice… e sta scrivendo una lettera, la sua ultima lettera, che non finirà mai di scrivere perché qualcuno piomberà bruscamente nella sua stanza e nella sua vita, qualcuno capace finalmente di ascoltarla, di vederla, di sentirla: Principessa. Principessa è gay , anche lui, forse, batte il marciapiede, veste in modo sfacciatamente colorato e ed è stato appena massacrato di botte…

Al centro della scena Galliano Mariani, mesi fa protagonista, insieme al compagno Sergio Gallozzi, di un ricorso al Comune di Venezia, fatto dopo il rifiuto da parte dell’ufficiale dello stato civile di accettare la pubblicazione di matrimonio resa da nubendi dello stesso sesso.

Ti suggeriamo anche  Sapienza, settimana rainbow con festival LGBTQ+ e primo Pride universitario

Proprio Mariani, insieme ad altre coppie omosessuali e al sostegno di Affermazione Civile, è riuscito a portare il ‘caso’ del matrimonio gay alla Corte Costituzionale. Domani, e fino al 23 maggio in prima nazionale al Teatro Cometa Off, Galliano potrerà in scena La strada all’altezza degli occhi, in Via Luca della Robbia, 47. 12 euro e 50 il ticket intero – 10 euro ridotto.

 

di Federico Boni