Fase 2 e il sesso con il Covid-19, la saliva è contagiosa: “solo baci a stampo”

Dopo oltre due mesi di isolamento, da oggi si potrà uscire per ritrovare i congiunti. Ma il sesso ai tempi del Coronavirus rimane ad alto rischio contagio.

sesso anale
2 min. di lettura

Dopo oltre due mesi di isolamento causa pandemia da Covid-19, quest’oggi anche in Italia ha inizio la Fase 2, che consentirà a tutti noi di tornare a correre nei parchi e a fare attività sportive individuali, e soprattutto di tornare a trovare i propri congiunti. Per congiunti, lo ricordiamo, si intendono i coniugi, i partner conviventi, i partner delle unioni civili e le persone che sono legate da uno stabile legame affettivo, nonché i parenti fino al sesto grado e gli affini fino al quarto grado.

Questo significa che anche i fidanzati non conviventi potranno finalmente rivedersi ma è evidente che molti ragazzi e ragazze potrebbero leggere tutto questo come un via libera ad incontri mordi-e-fuggi, di fatto vietatissimi, con le app di dating pronte a sfornare nuovi illeciti inciuci dopo due mesi di fermo totale. Ma la pandemia non è passata, non è finita, con il sesso tra ‘affetti stabili’ da prendere con tutte le precauzioni del caso. Parola di Francisco Cabello, direttore dell’Istituto andaluso di Sessuologia che dalle pagine del quotidiano La Vanguardia, come riportato da Il Messaggero, ha ricordato i rischi inerenti al sesso ai tempi del Covid-19. Questo perché nella saliva, e in alcuni casi anche nei liquidi biologici, c’è un’alta concentrazione di Coronavirus.

Cosa significa tutto ciò? Che un bacio con la lingua potrebbe trasmettere il Covid-19, così come del sesso orale senza preservativo (nel caso degli uomini). Chi ha convissuto negli ultimi due mesi, ovviamente, avrà già praticato sesso e potrà continuare a farlo, anche se il consiglio è quello di mantenere un’igiene più elevata del normale. Per quanto l’igiene intima sia sempre altamente consigliata, con o senza Coronavirus. Per gli ‘affetti stabili’ rimasti distanti per due mesi o per chi si andrà a conoscere solo in questo momento, tutto cambia.

Se incontri qualcuno di nuovo, l’ideale sarebbe avere un test che risulta positivo agli anticorpi per sapere che il virus è passato o che non ha avuto alcun sintomo e che a quel tempo ha un test negativo“, ha consigliato Francisco, ma dinanzi alla difficoltà nel riuscire a fare un tampone o un test sierologico bisognerebbe semplicemente affidarsi al buonsenso. Mai come in questi casi, fate ampio uso di buonsenso. “La drammatica realtà dal punto di vista sessuale è che il Covid-19 è nella saliva, quindi per le nuove relazioni è meglio far passare altri quindici giorni senza fare sesso, attendere che non compaiano sintomi e quindi evitare pratiche sessuali rischiose. “Raccontatevi fantasie erotiche, datevi al sesso online oppure all’autoerotismo, se siete vicini mantenete però la distanza“, ha concluso Cabello.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Nemo The Code significato e come è nata

Nemo, il magnifico testo non binario di “The Code” è nato così: ecco cosa racconta davvero

Musica - Mandalina Di Biase 13.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24

I nostri contenuti
sono diversi