Arcigay Aosta contesta Giorgia Meloni in visita nel capoluogo valdostano: “Contro l’invisibilizzazione della nostra comunità”

La protesta improvvisata è avvenuta ieri, durante la storica fiera di Sant'Orso ad Aosta, tra la rabbia dei sostenitori del governo e l'indifferenza di Meloni.

ascolta:
0:00
-
0:00
giorgia-meloni-contestata-aosta
2 min. di lettura

“Quando abbiamo cominciato a intonare Bella Ciao, due signore che volevano farsi la foto con Giorgia Meloni hanno cominciato a cantare con noi pensando fosse un coro a sostegno. Poi hanno smesso subito e se ne sono andate via indignate”.

Alice Sartore, vicepresidentessa di Arcigay Valle D’Aosta, la butta un po’ sul ridere quando racconta della contestazione improvvisata alla visita di Giorgia Meloni ad Aosta, ieri.

La premier si trovava in visita nel capoluogo per incontrare il presidente della Regione, Renzo Testolin, insieme ai sindaci dei singoli comuni, e discutere dei progetti PNRR per la riqualificazione di alcune infrastrutture sul territorio Valdostano.

Al suo passaggio nel centro storico di Aosta – proprio durante lo svolgimento della storica Fiera di Sant’Orso – si è però imbattuta nell* attivist* del banchetto organizzato da Arcigay, che in un moto di protesta tanto improvvisato quanto sentito, hanno intonato Bella Ciao.

“Sono nipote di una partigiana – commenta Sartore – quindi ci è venuto naturale scegliere il coro simbolo della ribellione e della resistenza contro i totalitarismi verso un governo che ci sta opprimendo”.

A quanto pare, il sentimento non sarebbe però stato condiviso dai presenti, che avrebbero cominciato a insultare pesantemente il comitato.

“Alcune persone ci hanno dato delle ridicole, ridendo anche delle nostre colleghe che si trovavano vicino alle macchine, dove avevano sistemato ombrellini arcobaleno. Qualcuna di noi si è beccata della tr*ia.

Inizialmente eravamo solo noi quattro del direttivo di Arcigay al banchetto, siamo stat* raggiunti da una giornalista e un’avvocata, che già conoscevamo, e altre due persone provenienti da altre associazioni. Nessun’altro si è però unito a noi”.

Perché alla nostra comunità viene naturale protestare durante le visite istituzionali di questo governo, nonostante i rischi?

“Come direbbe Raffaella Carrà, dobbiamo fare rumore per evitare di diventare invisibili. E quindi, facendoci sentire ad ogni occasione, speriamo di mettere fine alla cancellazione che questo governo sta facendo alle persone queer e non solo. Ci sono sempre cose più importanti dei nostri diritti, c’è sempre qualcosa che merita più attenzione. Salvo quando questi diritti ce li vogliono togliere. E l’indifferenza mostrata da Giorgia Meloni verso la nostra protesta ne è la testimonianza lampante”.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming - film queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 26 febbraio/3 marzo tra tv generalista e streaming

News - Federico Boni 26.2.24
Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote - Angelina Mango - Gay.it

Eurovision 2024, Angelina Mango vola secondo i bookmakers. Le ultime quote

News - Redazione 23.2.24
Roberto Vannacci accusato di istigazione all'odio e difeso dalla Lega di Salvini

“Vannacci ha istigato all’odio razziale” l’accusa, la Lega di Salvini lo difende

News - Redazione Milano 26.2.24
FOTO: LUKE GILFORD

Kim Petras risponde ai commenti sessisti e transfobici: “Siete la piaga del pianeta”

Musica - Redazione Milano 26.2.24
Olivia Rodrigo in bad idea right? (2023)

Olivia Rodrigo è la rockstar (e attivista) che meritiamo: il suo Guts Tour contro le leggi anti-aborto

Musica - Riccardo Conte 26.2.24
Eurovision 2024 Eden Golan October Rain

Boicottare Eurovision 2024 e la partecipazione di Israele? “October rain” di Eden Golan va esclusa?

Musica - Redazione Milano 27.2.24

Hai già letto
queste storie?

luca trapanese alba giorgia meloni

Luca Trapanese: “Non voglio lottare con questo governo ma dialogare. Con Meloni siamo lontani ma c’è un rapporto sereno”

Cinema - Federico Boni 21.9.23
finale Non sono una signora

Non sono una Signora faceva ascolti che oggi Rai Flop Meloni si sogna, ma nessuno rinnova il drag show condotto da Alba Parietti

Culture - Federico Boni 2.11.23
Giorgia Meloni doppia faccia Gay.it

2023, un anno di odio anti-LGBTIQA+ del Regime Meloni in 8 punti

News - Redazione Milano 28.12.23
Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l'anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani? - Giorgia Meloni e Edi Rama - Gay.it

Giorgia Meloni dirotta in Albania 36.000 migranti l’anno. Che fine faranno le persone LGBTQIA+ in fuga dai paesi omobitransfobici africani?

News - Federico Boni 7.11.23
Rai Meloni è un flop dopo l'altro. Che Tempo che Fa vola su Nove con ascolti record - che tempo che fa 2 - Gay.it

Rai Meloni è un flop dopo l’altro. Che Tempo che Fa vola su Nove con ascolti record

Culture - Federico Boni 16.10.23
A sin: Giorgia Meloni con Elena Donazzan (è noto che la prima non ami la seconda) - a destra Cloe Bianco

Nessuna pace per Cloe Bianco, Elena Donazzan sarà candidata alle Europee da Fratelli d’Italia

News - Redazione Milano 7.12.23
aosta pride 2024, 12 ottobre

Aosta Pride 2024: il 12 ottobre

News - Redazione 15.1.24
Emanuele Pozzolo il post omofobico ai tempi dell'approvazione delle unioni civili. Nella foto insieme a Giorgia Meloni che lo scelse nelle liste elettorali del 25 Settembre 2022.

Emanuele Pozzolo, scelto da Meloni: ecco il post omofobico contro le unioni civili

News - Redazione Milano 3.1.24