I giudici chiudono il caso di Bel Ami contro la crociera gay

Manca la giurisdizione, per questo il tribunale di Los Angeles non può decidere se gli attori ingaggiati per intrattenere i clienti della crociera a lasciati in Tunisia debbano essere risarciti o no.

I giudici chiudono il caso di Bel Ami contro la crociera gay - belami crociara chiusoBASE - Gay.it
2 min. di lettura

I giudici chiudono il caso di Bel Ami contro la crociera gay - belami2010F4 - Gay.it

Si è chiusa con un niente di fatto la causa intentata dalla casa di produzione porno Bel Ami al tour operator di crociere gay RSVP Vacations. I giudici chiamati ad esprimersi sulla vicenda, infatti, hanno decretato la "mancanza di giurisdizione" e quindi la chiusura del caso. La vicenda nasce lo scorso luglio quando un gruppo di attori Bel Ami vengono ingaggiati per salire a bordo di una crociera RSVP per "animare" il viaggio senza mai rivelare chi fossero e che erano pagati per "intrattenere" gli ospiti della nave. In cambio i ragazzi avrebebro potuto essere ripresi durante la loro "animazione". Il tutto, evidentemente, legato da un accordo di segretezza. Accordo che, però, non sarebbe stato rispettato facendo, così, circolare le voci sulla vera identità degli attori e sulla ragione per cui si trovavano sulla nave.

I giudici chiudono il caso di Bel Ami contro la crociera gay - BASEbelamidivina - Gay.it

Questo sarebbe bastato, secondo la denuncia di Bel Ami, per far sì che il tour operator decidesse di far scendere dalla nave gli attori e abbandonarli al porto della prima tappa, ovvero in Tunisia, senza cibo, né un posto dove dormire, né un interprete per comunicare con le autorità del luogo. Per questo la casa di produzione decise di denunciare RSVP per violazione del contratto, frode, negligenza, danni morali e materiali agli attori.

I giudici chiudono il caso di Bel Ami contro la crociera gay - F2belamidivina - Gay.it

A impedire, secondo i giudici di Los Angeles chiamati ad esprimersi sul caso, una sentenza sul caso, sarebbero le troppe giurisdizioni coinvolte: i querelanti (gli attori) sono tutti originari di paesi dell’Europa dell’est ed hanno denunciato un’azienda olandese, Holland America, e una califoriniana, RSVP per dei reati commessi durante una crociera nel Mediterraneo. Un problema di competenze territoriali per il quale, a quanto pare, il tribunale a cui si è rivolta Bel Ami non è competente.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Sanremo 2024, Mahmood super favorito secondo i bookmakers potrebbe riscrivere la storia del Festival - Sanremo 2024 Mahmood - Gay.it

Sanremo 2024, Mahmood super favorito secondo i bookmakers potrebbe riscrivere la storia del Festival

Culture - Redazione 4.12.23
Russia LGBTQI+ Repressione 2023 - foto di Politico.com (2015)

Russia, irruzione della polizia nei bar e club LGBT di Mosca, arresti

News - Redazione Milano 2.12.23
stati-uniti-bridget-christian-ziegler-violenza-sessuale

Stati Uniti, accusato di violenza sessuale il marito di Bridget Ziegler, leader del collettivo conservatore “Moms for Liberty”

News - Francesca Di Feo 4.12.23
regali-di-natale-queer

6 regali di Natale queer da fare allǝ tuǝ amicǝ nerd senza foraggiare il rainbow washing

Guide - Francesca Di Feo 30.11.23
Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l'hiv/aids. L'emozionante discorso - VIDEO - Madonna aids hiv - Gay.it

Madonna in lacrime ricorda a tuttə noi perché sia ancora importante combattere l’hiv/aids. L’emozionante discorso – VIDEO

Musica - Redazione 5.12.23
Maestro (Netflix, 2023)

Maestro: la vera storia di Leonard Bernstein e Felicia Montealegre

Culture - Riccardo Conte 4.12.23

Leggere fa bene

miguel guerrero onlyfans

Il portiere Miguel Guerrero lascia il calcio per fare contenuti gay su Onlyfans

Corpi - Redazione Milano 9.10.23