Joseph Ratzinger, è morto papa Benedetto XVI

Morto a 95 anni un Papa conservatore, contrario ai diritti per la comunità LGBTQ+, dimessosi per lo scandalo della cosiddetta lobby gay in Vaticano.

ascolta:
0:00
-
0:00
benedetto 16 morto
Begruessung von Papst Benedikt XVI. durch Bundespräsident Christian Wulff und Frau Bettina Wulff vor dem Schloss Bellevue in Berlin
2 min. di lettura

Joseph Ratzinger, alias Papa Benedetto sedicesimo, è mancato il 31 dicembre 2022 alle 9.34 del mattino, secondo quanto comunicato dalla Santa Sede.

Nato il 16 Aprile del 1927, e Papa per circa 8 anni tra il 16 Aprile 2005 – quando fu eletto al soglio pontificio- , e l’11 Febbraio 2013, quando fu il primo Pontefice nella storia a dare le dimissioni, Ratzinger aveva 95 anni.

Le sue dimissioni portarono all’inedita situazione dei “due papi”, ossia la convivenza all’interno delle mura del Vaticano con il suo successore, Francesco Bergoglio, Papa Francesco, che proprio ieri aveva invitato a pregare per Joseph Ratzinger.

Eminente Teologo, Ratzinger aveva passato gli ultimi anni della sua vita nel Monastero Mater Ecclesiae, nei giardini Vaticani, con il fido confessore Padre Georg (Albert Gänswein), rapporto che ha suscitato più di una illazione nel corso degli anni.

Il rapporto della Chiesa con l’omosessualità è stato un tema centrale nel pontificato di Joseph Ratzinger, che si è sempre apertamente schierato contro qualunque progresso nei diritti civili durante e anche dopo la fine del suo mandato, con un atteggiamento che possiamo definire con un eufemismo piuttosto conservatore, a differenza di Papa Francesco Bergoglio.

Ma soprattutto è stato segnato dal celeberrimo scandalo della “lobby gay” in Vaticano, che lo portò di fatto alle dimissioni.

Nel corso degli anni sono emerse nei confronti di Ratzinger svariate accuse di insabbiamento di episodi di pedofilia nella Chiesa, un tema doloroso affrontato anche da Papa Francesco e oramai, quantomeno sui fatti se non sulle responsabilità personali, dolorosamente documentato ai quattro angoli del mondo.

Morte di Ratzinger, le reazioni del mondo LGBTQ+

Non si sono fatte mancare le reazioni del mondo LGBTQ+ italiano, a cominciare da Vladimir Luxuria, cattolica, che ricorda le prese di posizione di Joseph Ratzinger sui diritti della comunità Lgbt durante il suo pontificato:

al limite dell’ossessione, su tutti i temi e le leggi che potessero favorire le nostre vite, i nostri affetti. Sicuramente mi dispiace per la perdita dell’uomo, ma non posso essere ipocrita e dimenticare le ingerenze e le dichiarazioni molto forti contro di noi. Quella che mi ferì in modo più forte fu il definire l’omosessualità “socialmente pericolosa“, quella frase ha eretto il muro più grande tra noi e il Vaticano. Ha etichettato le nozze gay come “il potere antispirituale dell’Anticristo” o come “autodistruzione della società”

Franco Grillini commenta così:

Ratzinger, é stato l’autore della famigerata pastorale contro gli omosessuali del 1986 che rimane tuttora in vigore e che ci ha fatto enormi danni e provocato enormi sofferenze soprattutto agli omosessuali credenti. Dall’HIV al testamento biologico, dall’omosessualità all’aborto: una vita di battaglie contro corrente costate almeno 10 anni di ritardo all’Italia sul fronte dei diritti.

Rosario Coco di Gaynet

Se ne va un Papa responsabile di anni e anni di barricate contro il cambiamento della Chiesa sul fronte dei diritti umani e civili. Di lui ricorderemo la lettera per la cura pastorale degli omosessuali del 1986, che reprimeva sul nascere qualsiasi dialogo tra la Chiesa e le organizzazioni lgbt+, le posizioni contro l’uso del preservativo per contrastare l’HIV in Africa, la fiera opposizione ai DICO nel 2007, gli attacchi alle coppie omosessuali definite un pericolo per la pace, la battaglia contro il testamento biologico all’epoca del caso Englaro, le dichiarazioni che additavano il ‘68 tra le concause della pedofilia nella Chiesa.

Reazioni condivise in modo pressochè unanime nel mondo LGBTQ+.

Immagine cover credit

 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
Tom Daley e Stefano Belotti

Chi è Stefano Belotti, il tuffatore azzurro che augura buon compleanno a Tom Daley

Lifestyle - Mandalina Di Biase 22.5.24
Paola e Chiara singolo estivo Festa totale

Paola e Chiara, arriva il singolo “Festa totale”: “Il nostro grido d’amore forte e libero”

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO) - Cannes 2024 Vivre Mourir Renaitre 3 - Gay.it

Cannes 2024, Vivre, Mourir, Renaitre è il nuovo film queer di Gaël Morel con Victor Belmondo e Théo Christine (VIDEO)

Cinema - Redazione 22.5.24
Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: "Voglio essere autenticamente me stesso" (VIDEO) - Jason Hackett - Gay.it

Jason Hackett, il conduttore del tg fa coming out in diretta: “Voglio essere autenticamente me stesso” (VIDEO)

News - Redazione 22.5.24

I nostri contenuti
sono diversi