Polonia, giornalista della Tv di Stato si scusa in diretta per la propaganda anti-LGBTQ+ degli ultimi 8 anni (VIDEO)

Il nuovo governo che ha frenato l'ultradestra ha riportato la Polonia al centro dell'Europa.

ascolta:
0:00
-
0:00
Polonia, giornalista della Tv di Stato si scusa in diretta per la propaganda anti-LGBTQ+ degli ultimi 8 anni (VIDEO) - Wojciech Szelag - Gay.it
Wojciech Szelag
2 min. di lettura

Le ultime elezioni che hanno visto Donald Tusk diventare nuovo primo ministro polacco, frenando l’ultradestra di PiS, hanno portato anche al cambiamento di un certo tipo di narrazione politica, per quanto Andrzej Duda sia ancora Capo dello Stato. Dopo anni di omobitransfobia istituzionale, tra zone “free LGBTQIA” ed esplicite minacce, la società polacca parrebbe essersi svegliata dal torpore, dall’odio cieco che l’aveva inghiottita. In tal senso un presentatore della tv di stato si è scusato per le “parole vergognose” rivolte alla comunità LGBTQ+ negli 8 devastanti anni precedenti, con governi legati all’ultradestra.

L’emittente in questione – TVP Info – è stata spesso criticata per la propria narrazione anti-queer, facendo da cassa di risonanza al partito di governo Diritto e Giustizia (PiS), al potere dal 2015 al 2023. L’attuale premier Donald Tusk ha subito cercato di depoliticizzare i media statali polacchi, con il ministro della cultura Bartlomiej Sienkiewicz che ha licenziato gli alti funzionari della TVP, della Radio polacca e dell’agenzia di stampa statale PAP.

Domenica scorsa il conduttore di TVP Wojciech Szelag ha invitato gli attivisti Bart Staszewski e Maja Heban ad apparire nel suo programma, scusandosi pubblicamente con la comunità LGBTQIA+ per il danno causato dalla copertura omobitransfobica del canale.

“In Polonia per molti anni sono state rivolte parole vergognose a numerose persone, perché hanno scelto di determinare da sole chi sono e chi amano”. “Le persone LGBT+ non sono un’ideologia ma persone; nomi specifici, volti, parenti e amici. Tutte queste persone dovrebbero sentire la parola “scusa” da. Qui è dove mi scuso.”

Bart Staszewski, nel sentrire queste scuse, si è commosso. “Per otto anni hanno mostrato gli attivisti LGBT – ma anche la comunità LGBT – come una minaccia per la nazione polacca… alimentando questo odio verso la gente”, ha detto al The Guardian. “Ora quelle parole, che sono di riconoscimento, parole di scuse”.

Staszewski ha sottolineato come se per alcuni quelle scuse possano essere “niente”, per lui “sono tanto”.

“Ho passato otto anni in cui non ero visibile, in cui ero una sorta di cittadino minore. Sia Maja che io ne siamo rimasti piuttosto stupiti. È stato un momento toccante”.

Negli ultimi 10 anni il clima politico in Polonia è stato sempre più ostile nei confronti della comunità queer, con persone intimidite ed etichettate come pedofili. Anni di terrore, con l’Europa a minacciare sanzioni e a condannare il Paese per “retorica anti-LGBTQ“.  Ora, finalmente, il vento del cambiamento, con il nuovo governo che ha già annunciato che a breve sarà presentato un disegno di legge sulle unioni civili.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Leo Gullotta e l'amore per Fabio Grossi a Domenica In: "Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi" - Leo Gullotta - Gay.it

Leo Gullotta e l’amore per Fabio Grossi a Domenica In: “Stiamo insieme da 43 anni, anni rispettosi, affettuosi, amorosi”

News - Redazione 15.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
Challengers Guadagnino Josh O Connor Mike Faist Zendaya

Challengers, lo sceneggiatore Justin Kuritzkes: “Il tennis è davvero omoerotico”

Cinema - Mandalina Di Biase 15.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Artur Dainese, Isola dei Famosi 2024

Isola dei Famosi 2024, la storia di Artùr Dainese: “A 16 anni sono venuto in Italia. Mi sentivo solo”

Culture - Luca Diana 16.4.24
Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino - TIRE TOWN STILLS PULL 230607 002 RC - Gay.it

Challengers, recensione. Il travolgente ed eccitante triangolo omoerotico di Luca Guadagnino

Cinema - Federico Boni 12.4.24

Continua a leggere

Vescovo polacco si dimette dopo l'orgia gay nella casa di un sacerdote - Grzegorz Kaszak - Gay.it

Vescovo polacco si dimette dopo l’orgia gay nella casa di un sacerdote

News - Redazione 25.10.23
Polonia matrimonio egualitario Gay.it

Polonia, suicidi in aumento a causa delle leggi omobitransfobiche del Paese

News - Federico Boni 20.2.24
come costituire le unioni civili in italia

Polonia, il governo annuncia: “A breve un disegno di legge sulle unioni civili”

News - Redazione 28.12.23
meloni orban

Italia al 25° posto su 27 in Europa sui diritti. Peggio di noi solo Ungheria e Polonia. Il report sui singoli voti all’Europarlamento

News - Federico Boni 15.4.24
polonia-riconoscimento-coppie-omosessuali-cedu

Polonia, negare il riconoscimento alle coppie omosessuali viola la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo

News - Francesca Di Feo 14.12.23