L’Arte Della Gioia: Valeria Golino dirige la serie tratta dal romanzo di Goliarda Sapienza, trionfo di fluidità

Protagonista Modesta, donna capace di scombinare ogni regola del gioco pur di godere del vero piacere, sfidando la cultura patriarcale, fascista, mafiosa e oppressiva in cui vive.

ascolta:
0:00
-
0:00
L'Arte Della Gioia: Valeria Golino dirige la serie tratta dal romanzo di Goliarda Sapienza, trionfo di fluidità - valeria golino in una scena del film il sole nero 42459 - Gay.it
2 min. di lettura

 

Arriverà su Sky nel 2023 L’Arte della gioia, adattamento dell’omonimo romanzo postumo di Goliarda Sapienza (Giulio Einaudi Editore) sceneggiato e diretto da Valeria Golino, qui al suo esordio registico sul piccolo schermo.

Primo ciak quest’estate, in Sicilia. “L’arte della gioia” è un libro postumo, pubblicato dopo aver passato vent’anni in una cassapanca. Rifiutato da molti editori, venne stampato in pochi esemplari da Stampa Alternativa nel 1998, ovvero due anni dopo la morte della sua autrice, Goliarda Sapienza. Poi quando uscì in Francia esplose, diventando di culto.

Nel romanzo tutto ruota intorno alla figura di Modesta: una donna vitale e scomoda, potentemente immorale secondo la morale comune. Una donna siciliana in cui si fondono carnalità e intelletto. Modesta nasce in una casa povera ma fin dall’inizio è consapevole di essere destinata a una vita che va oltre i confini del suo villaggio. Ancora ragazzina è mandata in un convento e successivamente in una casa di nobili dove, grazie al suo talento e alla sua intelligenza, riesce a convertirsi in aristocratica attraverso un matrimonio di convenienza. Tutto ciò senza smettere di sedurre uomini e donne di ogni tipo. Amica generosa, madre affettuosa, amante sensuale: Modesta è una donna capace di scombinare ogni regola del gioco pur di godere del vero piacere, sfidando la cultura patriarcale, fascista, mafiosa e oppressiva in cui vive.

L'Arte Della Gioia: Valeria Golino dirige la serie tratta dal romanzo di Goliarda Sapienza, trionfo di fluidità - LArte della gioia - Gay.it
L’Arte della gioia – Goliarda Sapienza

“L’arte della gioia” è l’opera scandalo di una scrittrice, si legge su Einaudi. E un’autobiografia immaginaria. E un romanzo d’avventura. E un romanzo di formazione. Ed è anche un romanzo erotico, e politico, e psicologico. Sapienza iniziò a scriverlo nel 1967, terminandolo nel 1976. L’autrice riuscì a farne pubblicare solo la prima parte nel 1994, ma venne giudicato troppo sperimentale e immorale, tale da non meritare una edizione completa. Nel 1998, ovvero 22 anni dopo la stesura, Fu Angelo Pellegrino a farlo pubblicare postumo a proprie spese e in un numero limitato di copie (circa un migliaio), sempre da Stampa Alternativa.  Il resto è storia, con Eunaudi che l’ha pubblicato in tutta la sua interezza solo nel 2008, 32 anni dopo la fine della stesura.

In un passaggio Modesta si confronta con Carmine, uomo rozzo e all’antica che si rivela a lei apertamente come entità fluida, “mezzo carusu e mezzo maredda”, mezzo uomo e mezza donna. Un romanzo indefinibile scritto da un’autrice riuscita ad andare oltre orientamento sessuale e identità di genere, che ora diverrà serie televisiva grazie a Valeria Golino, già regista di un film a tinte queer come Euphoria, realizzato nel 2018. L’attrice e regista ha rivelato di aver incontrato Sapienza quando aveva 18 anni, confessando di aver cullato per anni il sogno di adattare L’arte della gioia. Sconosciuto il nome di colei che dovrà interpretare l’iconica Modesta.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Andrew Scott per Quinn (2024)

Andrew Scott presta la voce ad un’app di racconti erotici

Culture - Redazione Milano 16.5.24
Sethu, è uscito il suo primo album "Tutti i colori del buio"

Sethu e i colori del buio: “Canto per tendere una mano a me stesso e agli altri, dopo Sanremo la depressione” – Intervista

Musica - Emanuele Corbo 17.5.24
Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm - Block Pass - Gay.it

Cannes 2024, ecco i 17 film LGBTQIA+ in corsa per la Queer Palm

Cinema - Federico Boni 17.5.24
HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24

Hai già letto
queste storie?

L'insostenibile ipocrisia di X Factor che prima salva il "Morgan omofobo" per poi cacciare il Morgan che fa Morgan - Morgan - Gay.it

L’insostenibile ipocrisia di X Factor che prima salva il “Morgan omofobo” per poi cacciare il Morgan che fa Morgan

Culture - Federico Boni 21.11.23