PISTOIA: SCONTRI SU REGISTRO

La consigliera Iole Vannucci (UDC) deposita un'interpellanza sull'istituzione del registro delle unioni civili a Pistoia; il circolo Arcigay cittadino risponde.

PISTOIA: SCONTRI SU REGISTRO - Gay.it
2 min. di lettura

PISTOIA – La consigliera Iole Vannucci (UDC) ha depositato un’interpellanza sull’istituzione del registro delle unioni civili a Pistoia. L’interpellanza fa seguito alla dichiarazione dell’assessore alle politiche sociali Stefano Cristiano, che durante un dibattito pubblico organizzato da Arcigay e CGIL, annunciò l’intento di istituire anche Pistoia un registro delle unioni civili.
Il registro delle unioni civili altro non è che un registro appunto in cui coppie non sposate possono iscriversi, per dichiarare ufficialmente la loro unione. Esso ha essenzialmente un valore simbolico, ma è di grande importanza per tutte quelle persone che, per vari motivi, non possono usufruire del matrimonio.
“Il registro delle unioni civile serve solo a formalizzare delle unioni che formalizzate non sono”, è forse questa l’unica affermazione condivisibile, per altro non particolarmente arguta, dell’interpellanza in questione. Infatti il registro, pur non conferendo diritti né uguali né simili al matrimonio, serve appunto ad una “formalizzazione” del rapporto tra due persone; va da sé che alla base del rapporto c’è il sentimento, ma sempre più la sostanza del rapporto deve essere accompagnata anche alla forma – da un riconoscimento appunto. Se poi si volesse dare la possibilità a chi si iscrive di godere di alcuni diritti, che sarebbero sempre ben diversi da quelli legati all’istituto del matrimonio, ciò sarebbe di certo un ulteriore passo avanti.
“Il registro creerebbe solo confusione tra il matrimonio e le unioni civili” afferma Iole Vannucci “e tra i diritti che ne derivano”. A differenza della Consigliera Vannucci, noi non sottovalutiamo le capacità delle persone che crediamo siano benissimo in grado di capire le differenze tra un istituto (il matrimonio) e un semplice registro.
Il registro delle unioni civili che Arcigay spera verrà istituito, sarà anche l’unica possibilità di riconoscimento per le tante coppie omosessuali che non possono sposarsi, coppie che, forse non a caso, vengono completamente dimenticate dall’intervento della consigliera Vannuccci. In Italia, infatti non è ancora possibile per le coppie dello stesso sesso né sposarsi né veder riconosciuto alcun diritto, andando per altro controcorrente rispetto a gran parte del resto d’Europa.
A mio avviso questa è una grave discriminazione, la nostra città infatti può dimostrare di essere avanti culturalmente anche in questo e invece, ancora una volta, si rischia di classificare i cittadini in cittadini di serie A e cittadini di serie B; se infatti non tutti possono sposarsi, tutti potrebbero però iscriversi nel registro, oltre alle persone omosessuali potrebbero usufruirne anche le persone separate e riaccompagnate che non godono di nessuna tutela, tra l’altro non sempre per scelta propria, che riceverebbero almeno un riconoscimento simbolico.
È molto apprezzabile invece l’interevento del sindaco che, in massima sintesi sostiene, non solo la grande importanza della questione sollevata, dando grande valore a tutte le unioni senza discriminazione alcuna, “dare dei diritti ad alcuni non vuol dire toglierne ad altri” afferma il sindaco che ha colto in pieno il senso di questa proposta: non stiamo chiedendo qualcosa che deve essere tolto ad altri, ma semplicemente degli spazi di libertà in più.
Dare più possibilità di scelta alle persone è un atto di grande democrazia e non un limite, né culturale né sociale.
Ben venga quindi il registro delle unioni civili, che porterebbe Pistoia al passo con il resto d’Europa, dando una possibilità di pari dignità ad ogni tipo di unione affettiva, perché l’amore merita rispetto.
Matteo Marliani, presidente dell’Arcigay di Pistoia

di Matteo Marliani

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Fabio Marida Damato Chiara Ferragni Diletta Leotti Elodie

Chiara Ferragni e Fabio Maria Damato insieme al matrimonio tra Diletta Leotta e Loris Karius

Lifestyle - Mandalina Di Biase 23.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
Brian May: "Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito "queer", l'omofobia colpì i Queen" - Freddie Mercury 2 - Gay.it

Brian May: “Freddie Mercury non avrebbe voluto essere definito “queer”, l’omofobia colpì i Queen”

Musica - Redazione 21.6.24
aggressione-foggia-intervista

Foggia, parla Alessandro, vittima dell’aggressione: “Trasformiamo la violenza in sogno” – intervista

News - Francesca Di Feo 21.6.24
meloni orban

35 ambasciate firmano una dichiarazione che condanna le leggi anti-LGBTQ ungheresi. Assente l’Italia

News - Redazione 21.6.24
Calciatori Gay Coming Out - Rosario Coco di Out Sport spiega perché non bisogna forzare

Calciatori gay in Nazionale, calciatori gay ovunque: perché non bisogna forzare

Lifestyle - Giuliano Federico 20.6.24

Leggere fa bene

Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: "18 anni insieme, non ho nulla da nascondere" - Roberto Poletti 2 - Gay.it

Roberto Poletti parla per la prima volta della sua unione civile con Francesco: “18 anni insieme, non ho nulla da nascondere”

Culture - Redazione 11.3.24
napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
legge-omobitransfobia-repubblica-ceca

Repubblica Ceca, modificata la legge sulle unioni civili. Riconosciuta l’esistenza delle famiglie arcobaleno

News - Redazione 30.4.24
mostruos3 pride 2024, sabato 22 giugno a siena

Mostruos3 Pride 2024: a Siena sabato 22 giugno

News - Redazione 7.5.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
come costituire le unioni civili in italia

Polonia, il governo annuncia: “A breve un disegno di legge sulle unioni civili”

News - Redazione 28.12.23
Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: "Lanciamo un messaggio a tutto il Paese" - Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini 2 1 - Gay.it

Alessandro Cecchi Paone e Simone Antolini uniti civilmente: “Lanciamo un messaggio a tutto il Paese”

Culture - Redazione 29.12.23
lucca-manifesti-stop-gay-pride

Un paese di fascisti: “Stop gay pride, Lucca non vi vuole” l’attacco contro il Toscana Pride 2024

News - Francesca Di Feo 19.6.24