Romania in ritardo sul riconoscimento delle coppie omo, cresce l’estrema destra: l’allarme dellə attivistə

Il paese ha già bocciato sette proposte legislative. L'anno prossimo, oltre alle Europee, ci saranno le presidenziali.

ascolta:
0:00
-
0:00
romania-unioni-civili
2 min. di lettura

In una sentenza del maggio di quest’anno, la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo aveva esortato la Romania ad allinearsi con le direttive europee in ambito di riconoscimento legale delle coppie dello stesso sesso.

Dopo mesi di silenzio da parte delle istituzioni, il Primo Ministro romeno, Marcel Ciolacu, aveva liquidato la questione sostenendo che le unioni civili non rientravano nelle priorità urgenti del suo governo, e che la società romena non fosse pronta ad accettare un cambiamento socioculturale così profondo. Tuttavia, i dati raccontano una storia molto diversa.

Un sondaggio del 2021 condotto da ACCEPT – prominente organizzazione per i diritti LGBTQIA+ a livello europeo – ha rivelato che una significativa maggioranza dei romeni (71%) ritiene che il riconoscimento legale dei matrimoni civili tra persone dello stesso sesso non avrebbe alcun impatto sulla loro vita, suggerendo che la società potrebbe essere più aperta al cambiamento di quanto percepito dai leader politici.

Nonostante l’omosessualità qui sia stata depenalizzata nel 2001 – con un significativo ritardo rispetto a molti altri paesi europei – il paese continua a mostrarsi riluttante nel prendere seriamente in considerazione la questione LGBTQIA+. 

In risposta alle posizioni del governo – che nel 2022 aveva addirittura avanzato una proposta di legge sulla cosiddetta propaganda gay, simile a quello di Russia e Ungheria – numerosi gruppi di attivist*, tentano di fare pressioni sui decisori politici.

Una nuova petizione avviata da ACCEPT ha già raccolto l’adesione di trentacinque gruppi, con un testo che enfatizza la necessità di riconoscimento e protezione legale per tutte le famiglie, indipendentemente dalla loro composizione, e che sollecita nel contempo governo e il parlamento rumeni a fornire soluzioni concrete, seppur temporanee, per le situazioni di vita reale dell* cittadin* LGBTQIA+.

Il percorso verso l’uguaglianza in Romania è costellato di sfide. Sette proposte legislative per modificare le unioni civili, al fine di includere le coppie dello stesso sesso, sono state finora respinte o non hanno superato i comitati parlamentari.

Il paese si avvicina a un anno cruciale. Oltre alle elezioni europee del giugno 2024, in Romania ci saranno le elezioni presidenziali a fine 2024, e anche qui il partito di estrema destra AUR cresce in popolarità nei sondaggi. Se in Romania dovesse vincere l’ultraconservatorismo, un eventuale regolamento per le unioni civili si allontanerebbe più che mai.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri - specchio specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Maluma, Leto, Scilla, Ghali, Mendes e tanti altri

Corpi - Redazione 14.6.24
Mahmood Ra Ta Ta e marijuana

Mahmood RA TA TA, bimbi senza mamma, una faccia mulatta e la marjuana

Musica - Emanuele Corbo 14.6.24
Bridgerton 3 conferma la prima storia d'amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER) - BRIDGERTON 305 Unit 03509R - Gay.it

Bridgerton 3 conferma la prima storia d’amore queer con il bacio tanto atteso, ecco chi coinvolge (SPOILER)

Serie Tv - Redazione 14.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24

I nostri contenuti
sono diversi

Penny Wong, la ministra degli esteri d'Australia ha sposato l'amata Sophie Allouache - Penny Wong la ministra degli esteri dAustralia ha sposato lamata Sophie Allouache - Gay.it

Penny Wong, la ministra degli esteri d’Australia ha sposato l’amata Sophie Allouache

News - Redazione 18.3.24
Marilena Grassadonia Intervista Elezioni Europee 2024 Verdi e Sinistra Italiana

Europee 2024, intervista a Marilena Grassadonia: “Pace, ambiente, battaglie transfemministe e del movimento LGBTQIA+”

News - Federico Boni 16.5.24
Unione Europea LGBT Italia

L’Italia non firma la dichiarazione dell’UE a favore dei diritti LGBTI+ perché somiglia al Ddl Zan e include l’identità di genere

News - Redazione Milano 17.5.24
Sergio Mattarella 17 maggio giornata internazionale contro omofobia transfobia bifobia

17 maggio, Mattarella contro l’omobitransfobia: “Non è possibile accettare di rassegnarsi alla brutalità”

News - Redazione 17.5.24
Ungheria Orban Péter Magyar Tisza

Europee, Ungheria: batosta peggiore di sempre per Orbán, cresce Tisza, partito che vuole ricostruire i rapporti con l’UE

News - Francesca Di Feo 10.6.24
Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti - Carriera Alias - Gay.it

Milano, il Comune riconosce la carriera alias ai suoi dipendenti

News - Redazione 27.12.23
Armenia LGBT

Cos’è la Gayropa: “Quasi tutti gli Europei sono gay, noi no!”, così parlano i giovani in Armenia

News - Redazione Milano 8.5.24
Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l'omofoba legge dell'Uganda "Kill the Gay" - Tim Walberg - Gay.it

Tim Walberg, bufera sul repubblicano che difende l’omofoba legge dell’Uganda “Kill the Gay”

News - Redazione 29.12.23