Rubriche
Posta Svagata di

Posta Svagata: “Come li gestisco i parenti bigotti?”

Mi perseguita il timore che miei amici siano denigrati dai parenti "bigotti" con pregiudizi e mentalità retrograda. Come la gestisco questa situazione?

Posta Svagata: "Come li gestisco i parenti bigotti?" - mine vaganti - Gay.it
Mine Vaganti di Ferzan Özpetek - Frame
ascolta:
0:00
-
0:00

Sono un ragazzo di 23 anni, studente universitario fuorisede che vive letteralmente due vite: una nel mio paese d’origine da finto etero, poiché c’è un sacco di omofobia allarmante, e l’altra a Napoli, città meravigliosa e fantastica in cui studio e vivo attualmente da omosessuale dichiarato e felice.

Nei prossimi giorni mi laureo e dunque la mia famiglia e parenti bigotti verranno ad assistere a questo evento, così come i miei amici con il quale sono pienamente me stesso. Tutti mi dicono che sarà un giorno indimenticabile e pieno di gioia, ma purtroppo io non la penso in questo modo, penso che sarà uno dei giorni più brutti di sempre e pieni di ansia, perché nello stesso luogo si “scontreranno” queste mie due vite che sto portando avanti dal coming out con i miei amici.

Ho ansia, terrore e a tratti panico poiché ho paura che in qualche modo i “bigotti” (famiglia e parenti) vengano a sapere che sono omosessuale, trasformando di conseguenza un inferno sia quella giornata e sia quelle a venire.
In più ho amici leggermente effemminati che saranno presenti, e con ciò mi perseguita il timore che siano denigrati dai “bigotti” stessi, dato che sono carichi di pregiudizi e mentalità retrograda.

Come la gestisco questa situazione?

Gli amici sono la famiglia che ci scegliamo. Tutti gli altri purtroppo ci sono capitati. .

Ammazzarli purtroppo non puoi, e tra l’altro, proprio il giorno della tua laurea: con tutta quella performatività, la pressione, gli applausi, le foto. Dobbiamo metterci pure gli sguardi indiscreti dei parenti? A quanto pare sì, ma ci sono due vie.

La prima è provare a sbattertene. Perché quel giorno sei tu la star, e quel pezzo di carta è il tuo premio Oscar.

Che guardino pure: fatti bono come il pane, concentrati sulla soddisfazione del traguardo, beccati gli applausi, e soprattutto sappi che i tuoi amici queer sanno cosa significa avere dei parenti di merda. Questo non vuole ‘normalizzarlo’, ma ricordare che sono lì anche per supportarti, fortificarti, e non farti sentire solo nelle situazioni più difficili.

E se andasse bene con i tuoi parenti? A volte i limiti ce li poniamo anche noi per primi, e la situazione potrebbe verificarsi più tranquilla e gestibile dell’inferno che prevedi nella tua testa.

Ma conoscerai i tuoi parenti sicuramente meglio di me, quindi la seconda opzione è ragionare sul pratico: l’evento della laurea, salvo controindicazioni, è relativamente rapido. Ti chiamano, ti dicono il voto, ti fanno gli applausi, apri lo spumante, un brindisi, e poi ognuno a casa sua.

Siccome questo disagio non te lo meriti, tanto vale non renderlo più intenso di quanto desideri. Queste due famiglie non devono per forza ‘scontrarsi’: festeggia con la zia rompicoglioni, rispondi alle domande di circostanza, fai contenti mamma e papà senza ammorbarti pure la rottura di un coming out non desiderato.

Quando cala il tramonto, ricordati anche che sei maggiorenne, quella è la tua giornata, e meriti di godertela come vuoi tu, non come vorrebbero i tuoi genitori. Quindi puoi benissimo permetterti di salutare tuttə, toglierti giacca e cravatta, metterti un bel crop top, e andartene a ballare al Venus insieme alla tua famiglia queer fino alle cinque di mattina.

C’è il rischio che i parenti intuiscano la tua omosessualità? Beh, sì, se non vuoi travestirti da eterosessuale per 24 ore, potrebbero fare qualche supposizione. Oppure no? C’è gente che non riconoscerebbe un omosessuale manco se fosse Elton John in persona.

In un mondo ideale vivremmo tuttə in armonia l’unə con l’altrə,  e invece di guardarsi Striscia La Notizia, gli zii verrebbero a vedere lo spettacolo drag insieme a noi. Purtroppo nel mondo in cui viviamo, non tutto è semplice come vorremmo.

Ma piegarti a queste tristi circostanze, sarebbe un peccato per te e per una giornata che meriti di vivere e ricordare con piacere.

La tua preoccupazione è lecita e comprensibile, ma stavolta non farla vincere.

Puoi scrivere postasvagata@gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
campanian republic 12.11.23 - 11:25

"Se in un mondo ideale vivremmo tuttə in armonia l’unə in armonia con l’altrə, e invece di guardarsi Striscia La Notizia, gli zii verrebbero a vedere lo spettacolo drag insieme a noi" Cazzo.....ma chi te l'ha data la laurea !!!!!

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
parma pride 2024 intervista

Intervista a Parma Pride 2024: “Nutriamo l’amore! Le unioni civili sono un ripiego”

News - Gio Arcuri 14.5.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
15 persone famose che non sapevi fossero non binarie - 10 persone famose che non sapevi fossero non binarie - Gay.it

15 persone famose che non sapevi fossero non binarie

Corpi - Gio Arcuri 13.5.24
Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l'arrivo di una storia d'amore queer - BRIDGERTON 302 Unit 00627R - Gay.it

Bridgerton, la showrunner Jess Brownell annuncia l’arrivo di una storia d’amore queer

Serie Tv - Redazione 16.5.24

Hai già letto
queste storie?

posta svagata (sesso anale)

Posta Svagata: “Ho paura di fare sesso anale?”

Guide - Riccardo Conte 25.11.23
posta svagata: come sopravvivere alle feste?

Posta Svagata: “Come sopravvivere alle feste natalizie?”

Guide - Riccardo Conte 23.12.23
AM I OK? (2022)

Posta Svagata: “Lə coinquilinə si sono fidanzatə, e ora io?”

Guide - Riccardo Conte 27.1.24
Posta svagata: e se rimarrò da solo per sempre?

Posta Svagata: Rimarrò solo per sempre?

Guide - Riccardo Conte 13.1.24
posta svagata: come conquisto il vicino?

Posta Svagata: “Come faccio colpo sul vicino?”

Guide - Riccardo Conte 9.12.23
Spoiler Alert (2022)

Posta Svagata: “Lui vuole andare a convivere ma io no?”

Guide - Riccardo Conte 10.2.24