Rubriche
Posta Svagata di

Posta Svagata: “Lui vuole andare a convivere ma io no?”

Non mi sento per niente pronto, ma allo stesso tempo mi chiedo forse dovrei esserlo? Sarà ora? Dovrei tentare?

Spoiler Alert (2022)
Spoiler Alert (2022)
ascolta:
0:00
-
0:00

Ciao posta svagata, sono in una relazione da ormai quasi quattro anni con questo ragazzo. Lui ha cinque anni più di me, mentre io ne ho compiuti 30 da poco. È probabilmente la più importante relazione con un uomo che ho avuto fino ad oggi: ci sopportiamo a vicenda, godiamo degli interessi reciproci, ci arricchiamo ognuno con la testa e le idee dell’altro, le nostre famiglie si conoscono e vanno d’accordo, e spesso condividiamo anche gli stessi gruppi di amici. Lui ha un lavoro abbastanza sicuro come cuoco, mentre io sto ancora facendo ricerca all’università in filosofia mentre mi mantengo lavorando in un negozio. Stiamo davvero bene insieme, e spesso io passo tempo (anche più giorni) a casa sua, e lui talvolta viene da me (meno, forse perché ho dei coinquilini). È un buon equilibrio, ma più di qualche mese mi sta proponendo di andare a convivere insieme:  mi dice che gli piacerebbe un sacco fare questo passo importante con me e che significherebbe tanto per la nostra relazione. Io davanti questa proposta mi pietrifico, sento di perdere controllo delle mie cose, del tempo che ritaglio per me stesso. Non mi sento per niente pronto, ma allo stesso tempo mi chiedo forse dovrei? Sarà ora? Dovrei tentare? Lui sembra accogliere i miei dubbi, ma non comprenderli davvero, e spesso ci ritroviamo a discutere su  questa cosa. Io sono un po’ confuso perché da una parte sento che dovrei sforzarmi ma dall’altra non sento di essere pronto a farlo e vorrei più tempo, ma nemmeno compromettere la nostra storia. Come posso fare? D.

Beh,  intanto congratulazioni, D!

Non per la proposta, ma anche solo per i quattro anni di relazione, e te lo dice uno che a malapena arriva al mese prossimo (giusto per dati un’idea di quanto sono qualificato nel gestire questa rubrica).

Immagino ci vuole una certa maturità nel coltivare un rapporto così sano, nutriente, e maturo per così tanto tempo, a tal punto da chiedere all’altro di andare a convivere insieme. Per carità, niente di rivoluzionario: le coppie vanno a convivere o pensano di farlo dall’alba dei tempi. Al meglio è la costruzione di un nido felice e sicuro, al peggio è un altro livello da sbloccare  alla pari del diploma, la laurea, il matrimonio, e tutte quelle cose che ci hanno detto ‘vanno fatte‘ prima o poi per considerarci adulti e autonomi.

Ma se sei un pochino come me, quando una cosa ‘va fatta’ stai sicuro che hai sempre meno voglia di farla: perché non è un più una scelta naturale e spontanea, ma un obbligo morale che sei costretto a seguire come il catechismo la domenica mattina. Ci dicono da una vita che certe cose  ‘vanno fatte‘ tanto da dimenticare se vogliamo davvero farle o stiamo solo seguendo le regole di qualcun altro. Arriviamo a pensare che se non facciamo le cose nell’unico  modo che ci hanno insegnato, allora non funzioneranno mai:  se non vuoi andare a convivere automaticamente c’è un problema nella tua relazione. E se invece volessi solo stare con questa persona mantenendo i tuoi spazi separati? È possibile? È vietato dalla legge?

Continua a parlargliene, e continua a  farlo con l’empatia e la cura  che avete coltivato in tutti questi anni. Non mettere da parte le tue esigenze, ma dà loro tutto lo spazio e ascolto che necessitano. Magari ti dirà: allora non vuoi davvero stare con me, allora non mi ami davvero, o altre accuse simili. E se risponde così, facendo leva sul tuo senso di colpa, è chiaramente insicuro, spaventato, e anche abbastanza stronzo. Ma noi facciamo che non risponderà così e saprà ascoltarti come ha sempre fatto, e magari sarà anche abbastanza intelligente da comprendere che se esiti a fare questo passo, è proprio perché ci tieni al vostro rapporto e non vorresti comprometterlo con una convivenza frettolosa.  Magari riconoscerà anche che andare a convivere non è la dimostrazione d’amore definitiva, ma lo è più l’ascolto reciproco, la capacità di accogliere, recepire, e comprendere le esigenze dell’altro, senza automaticamente assecondarle ma nemmeno mandarvi a cagare alla prima divergenza.

Sì, puoi restarci insieme senza andarci a convivere: le persone restano insieme in mille modi diversi, e la convivenza è solo una tra le infinite possibilità che non ci hanno mai raccontato. Forse non sarà un passaggio immediato, ma non pensate che ci sia un’unica soluzione: le cose possiamo continuare a farle in mille altri modi.

Puoi scrivere postasvagata@gay.it

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori” - Russia arrestate due donne per un bacio social e costrette alle scuse pubbliche - Gay.it

Russia, arrestate due donne per un bacio e costrette alle scuse pubbliche: “Nuocete alla psiche dei minori”

News - Redazione 19.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24
Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè - Una Voce per San Marino 2024 - Gay.it

Eurovision 2024, i BIG in gara per San Marino. Ci sono i Jalisse, Marcella Bella e (forse) Loredana Bertè

Culture - Redazione 19.2.24
I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming - film 2024 - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 19/25 febbraio tra tv generalista e streaming

Cinema - Federico Boni 19.2.24
James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell'amato Julio Torres - James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dellamato Julio Torres - Gay.it

James Scully di Fire Island e You festeggia il compleanno dell’amato Julio Torres

Culture - Redazione 13.2.24
fedez luis sal chiara ferragni fabrizio corona

“Fedez ha una relazione con Luis Sal”, a processo per diffamazione Alessandro Rosica: “Ha offeso la reputazione del rapper”

News - Redazione 19.2.24

I nostri contenuti
sono diversi

posta svagata

Posta Svagata: “Volere è potere?”

Guide - Riccardo Conte 16.9.23
posta svagata

Posta Svagata: “E se lui si vergogna della mia femminilità?”

Guide - Riccardo Conte 2.9.23
posta svagata: come conquisto il vicino?

Posta Svagata: “Come faccio colpo sul vicino?”

Guide - Riccardo Conte 9.12.23
posta svagata

Posta Svagata: “La comunità gay non è inclusiva?”

Guide - Riccardo Conte 9.9.23
Posta svagata: e se rimarrò da solo per sempre?

Posta Svagata: Rimarrò solo per sempre?

Guide - Riccardo Conte 13.1.24
posta svagata (sesso anale)

Posta Svagata: “Ho paura di fare sesso anale?”

Guide - Riccardo Conte 25.11.23
POSTA SVAGATA

Posta Svagata: “Ho paura di rimanere indietro”

Guide - Riccardo Conte 30.9.23
posta svagata

Posta Svagata: “La differenza d’età conta?”

Guide - Riccardo Conte 28.10.23