American Horror Story: 1984, Gus Kenworthy criticato perché interpreta un etero – la dura replica

L’olimpionico Gus Kenworthy, gay dichiarato dal 2015, interpreta un eterosessuale nella nuova stagione della serie. C’è chi ha incredibilmente criticato lui e i produttori per la scelta.

Negli States è ufficialmente partita la nona stagione di American Horror Story, 1984 il titolo, omaggio allo slasher di Ryan Murphy e Brad Falchuk. Nel cast spicca il nome del 27enne Gus Kenworthy olimpionico americano che si è ora prestato alla recitazione, gay dichiarato dal 2015 e ora chiamato ad interpretare un uomo etero. Apriti cielo. Sui social, incredibile ma vero, c’è chi ha criticato questa sua scelta, scatenando la replica del diretto interessato dalle pagine di ESPN.

Quando Ryan ha annunciato di avermi ingaggiato per interpretare il fidanzato di Emma Roberts, ​​entrambi abbiamo ricevuto molti commenti negativi. La comunità gay è la comunità più solidale al mondo e anche la più veloce nell’abbatterti. C’erano molte persone che dicevano: “Gus non ha credits, nessuna esperienza. Come ha ottenuto questo ruolo?”. Alcune persone volevano sapere come fossi stato scelto, se davvero fossi in grado di interpretare un eterosessuale. È davvero una domanda?

Kenworthy ha sottolineato come abbia trascorso i primi 23 anni della mia vita nell’interpretare un uomo etero, rimarcando come ogni omosessuale, ad un certo punto della propria esistenza, abbia dovuto fingere di essere qualcuno che non è.

Sapevo da adolescente di essere gay, eppure andavo ancora a letto con le ragazze, fingendo di essere etero, interpretando questa persona che pensavo di dover fare a causa del mio sport. La posta in gioco era così alta. Ricordo di aver fatto di tutto per far credere alle persone che fossi qualcuno che non ero. Questa è recitazione. Consentire a una persona gay di interpretare quel personaggio fa molto in termini di visibilità e abbattimento di percezioni e stereotipi. Un attore gay che recita una parte eterosessuale è ancora oggi considerato un grosso problema. Non ci sono molti attori apertamente gay che vengono ingaggiati per parti eterosessuali. Ma questo sta cambiando e sono fortunato ad avere l’opportunità di far parte di quel cambiamento.

C’è davvero bisogno di aggiungere altro?

Ti suggeriamo anche  Gus Kenworthy e Matt Wilkas a caccia di Ricky Martin e marito: "Ci rivediamo?"