Intervista esclusiva a Vera Gemma: da Pechino Express a icona gay

La concorrente di Pechino Express 2020 si racconta in un'intervista esclusiva a Gay.it.

Intervista esclusiva a Vera Gemma: da Pechino Express a icona gay - COPERTINA - Gay.it
4 min. di lettura

Abbiamo intervistato Vera Gemma, protagonista indiscussa di Pechino Express e non possiamo che amarla. Figlia dell’attore Giuliano Gemma, originaria di Roma si divide tra cinema e teatro, ma è proprio il reality di Raidue a consacrarla come la vera rivelazione a sorpresa di quest’anno.

Hai imparato qualcosa di nuovo su te stessa nel viaggio di Pechino Express?
Ho imparato quello che già sapevo della vita, ma in un modo diverso: quando tu dici non ce la faccio più e superi quel momento, ti si apre un mondo, perchè ognuno di noi ha una forza nascosta impensabile che non viene fuori se non nei momenti estremi di fatica.
Ho imparato a trasformare il non ce la faccio in ce la posso fare!

Molto spesso le donne di carattere come te e Asia Argento diventano delle vere icone per la comunità gay, come ti sentiresti ad essere definita così?
Che bello, io adoro questa cosa, non so perchè ma quando mi definiscono come un’icona gay e me lo dicevano già prima di Pechino, anche i miei amici gay, io lo vivo sempre come un complimento. Penso di essere molto simile a loro per molti aspetti, persino nell’approccio con i maschi; piace la mia ambiguità fisica, la chirurgia plastica, io per prima dico di ispirarmi alle persone transessuali; e anche l’ostentazione della mia femminilità, nonostante la mia indole da maschiaccio mostro tanto anche il mio essere donna e questo diverte molto i gay.

Intervista esclusiva a Vera Gemma: da Pechino Express a icona gay - COPERTINA 1 - Gay.it

Sei mai stata vittima di pregiudizi e come hai reagito?
Non me ne può fregare di meno dei pregiudizi, ne sono vittima dalla nascita, ma ho imparato a non sentire più nulla di quello che la gente dice di negativo su di me.
Sento solo le cose positive.
Anzi chiedo proprio di dirmi solo cose positive, altrimenti di tacere! E’ un modo di reagire maturato nel tempo per un istinto di protezione, essendo la figlia di Giuliano Gemma, mito nel cinema italiano e nel mondo, ho vissuto il pregiudizio della figlia di papà, ruolo in cui non mi sono mai riconosciuta minimamente. Pur essendo molto ricchi, in famiglia non abbiamo mai avuto un educazione da viziate, mio padre veniva dalla strada e dalla povertà; però questo la gente non lo sa, non sa niente fondamentalmente della vita degli altri, e giudica ma io non sento più questa cosa e vorrei critiche più costruttive. Anche sul fatto che sono tutta rifatta..queste affermazioni non le trovo più particolarmente originali.

Hai mai avuto delle esperienze LGBT?

Ho avuto esperienze di tutti i tipi, in passato, in adolescenza, mi sono innamorata follemente di una donna, mi ricordo che questo provocò molto scandalo.
Ho avuto esperienze omosessuali e “normali”, ma per me la normalità è appunto un concetto molto relativo. Mi è successo di innamorarmi di una donna sì, però poi alla fine ho capito che mi piacciono troppo i maschi….

Intervista esclusiva a Vera Gemma: da Pechino Express a icona gay - Vera Gemma Chiovitti 005 scaled - Gay.it

Qual’è il tuo concetto di bellezza e i tuoi canoni estetici?
La bellezza è quanto più noi ci avviciniamo all’idea che noi abbiamo di bellezza, e non quella degli altri. Tu devi essere coerente con la tua idea di bellezza, individuarla e capirla, personale e unica, perchè ognuno di noi ne ha una e deve giocare su quella. Mi piace enfatizzare la mia femminilità, la sensualità e avere un’estetica come quella delle persone transessuali, è quello il mio punto di forza, le trovo bellissime sono veramente incantata dal loro fascino, ce ne sono alcune davvero stupende che sono più donne delle donne, le vedo come delle creature celestiali.

Come stai affrontando questo momento di difficoltà legato al Covid-19?
Tra alti e bassi, sono madre di un figlio di 9 anni quindi lui inevitabilmente mi da la forza per andare avanti, io devo trovarla per lui ed essere positiva per lui.
Mi si sono sballati un po gli orari, mi addormento molto tardi la notte..credo che in qualche modo tutti abbiamo subito lo shock di questo particolare periodo storico e ci sono momenti di forza e altri in cui ci sentiamo più deboli. Non ci dobbiamo arrendere perchè andremo verso un graduale miglioramento.

Intervista esclusiva a Vera Gemma: da Pechino Express a icona gay - tt - Gay.it

Cosa risponderesti se ti invitassero come madrina al prossimo Gay Pride?
Andrei di corsa e sarei felicissima, e farei un sacco di prove su come vestirmi…io faccio le prove quando mi vesto e anche le foto, guardandole decido cosa mettermi!

Hai una fantasia segreta o un fetish?
Porto sempre i tacchi altissimi, e mi piace tenerli anche durante il sesso. Le fantasie io le ho realizzate tutte, non ho repressioni di nessuno tipo… in generale mi piace molto essere dominatrice o essere dominata, non amo le vie di mezzo.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: "Solo l'amore conta" - Bari il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme - Gay.it

Bari, il sindaco Decaro unisce civilmente due vigilesse in alta uniforme: “Solo l’amore conta”

News - Redazione 24.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24
BigMama date estive

BigMama parte per il “Pride Tour”: tutte le date per un’estate nel segno dell’orgoglio

Musica - Emanuele Corbo 24.5.24
10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy - ecnv mommy - Gay.it

10 anni fa Xavier Dolan travolgeva e incantava Cannes con Mommy

Cinema - Federico Boni 24.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
L'artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché "a scuola diventerebbe gay" (VIDEO) - Bryce Mitchell - Gay.it

L’artista marziale Bryce Mitchell istruirà suo figlio a casa perché “a scuola diventerebbe gay” (VIDEO)

Corpi - Redazione 24.5.24

Leggere fa bene

Costantino della Gherardesca: "Non posso permettermi l'amore. Italia molto indietro nei diritti" - Costantino della Gherardesca - Gay.it

Costantino della Gherardesca: “Non posso permettermi l’amore. Italia molto indietro nei diritti”

Culture - Redazione 8.4.24