UK: il governo rende obbligatoria la denuncia di hate crimes nelle scuole

di

Fino ad ora le scuole inglesi non avevano alcun obbligo di denunciare comportamenti discriminanti quali razzismo, omofobia e transfobia.

CONDIVIDI
333 Condivisioni Facebook 333 Twitter Google WhatsApp
4382 0

Il governo inglese ha fissato un nuovo piano contro gli hate crimes col quale viene stabilito che le scuole hanno l’obbligo di denunciare ogni episodio e incidente relativo a crimini d’odio, nel tentativo anche di arrivare comprendere l’entità e la frequenza di questi fenomeni.

Secondo il Daily Mail le misure permetteranno infatti al Dipartimento per l’educazione di verificare i livelli di hate crime nelle scuole primarie e secondarie. Fino ad ora le scuole non avevano alcun obbligo di denunciare comportamenti discriminanti quali razzismo, omofobia e transfobia. Ma la situazione è oramai da affrontare urgentemente: negli Stati Uniti è di pochi giorni fa la notizia del tredicenne che non ha retto più all’omofobia imperante a scuola e ha deciso di togliersi la vita.

I dati disponibili sul Regno Unito evidenziano già un forte interessamento della popolazione giovane in questo tipo di problemi: nel periodo delle tre settimane antecedenti il referendum della Brexit, i giovani sono stati il 10% delle vittime di crimini d’odio su base religiosa e l8% delle vittime di quelli su base razziale.

In un report del 2014 realizzato dall’organizzazione Stonewall nelle scuole si evidenzia che il 55% degli insegnanti nelle scuole secondarie e il 42% di quelli delle primarie non reagiscono al linguaggio omofobo in classe.

LEGGI ANCHE: Ragazzo vittima di bullismo omofobo suicida a 13 anni. Padre denuncia l’istituto scolastico

omofobia_suicida

Leggi   Stati Uniti, Dipartimento di Giustizia cerca di nascondere i crimini d'odio contro i giovani LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...