“L’imperatore romano Eliogabalo era una donna”: affermazione e transizione di genere al museo

Secondo uno storico Elagabualus offrì "ingenti somme" di denaro a "qualsiasi medico" che potesse "darle una vagina". È polemica in Inghilterra.

ascolta:
0:00
-
0:00
"L’imperatore romano Eliogabalo era una donna": affermazione e transizione di genere al museo - Le rose di Eliogabalo - Gay.it
Le rose di Eliogabalo è un dipinto del 1888 del pittore anglo-olandese Lawrence Alma-Tadema
2 min. di lettura

Un museo nel Regno Unito ha esplicitato una banale verità: le persone trans sono sempre esistite. Il North Hertfordshire Museum ha infatti annunciato che, grazie a lunghe ricerche e resoconti storici, riclassificherà la propria esposizione sull’imperatore romano Eliogabalo, appartenente alla dinastia dei Severi che regnò dal 218 al 222, per identificare l’imperatore come una donna, con i pronomi “she/her”.

Secondo i resoconti di Lucio Cassio Dione, cronista romano vissuto all’epoca di Eliogabalo, l’imperatore veniva “chiamatə moglie, amante e regina”, oltre ad aver detto ad un suo amante “non chiamarmi Signore, perché sono una signora”.

I documenti storici su Eliogabalo notano che era sposatə con un ex schiavo di nome Hierocle (ma avrebbe avuto fino a 5 mogli e due mariti), e “indossava spesso parrucche, trucco e preferiva essere chiamatə ‘domina’ o signora, piuttosto che ‘dominus’ o signore”.

Lo storico Ollie Burns ha pubblicato un’ulteriore e approfondita analisi grazie all’Università di Birmingham, presentando prove che Elagabualus offrì “ingenti somme” di denaro a “qualsiasi medico” che potesse “darle una vagina”, indagando sui metodi disponibili per rimuovere i genitali maschili. Un portavoce del museo ha sottolineato come l’istituzione abbia apportato tali cambiamenti per essere “educata e rispettosa”.

“Cerchiamo di essere sensibili nell’identificare i pronomi per le persone del passato, così come lo siamo per le persone del presente”, ha precisato un membro esecutivo del North Herts Council. “È solo educato e rispettoso. Sappiamo che Eliogabalo si identificò come donna e fu esplicito su quali pronomi usare, il che dimostra che i pronomi non sono una cosa nuova”.

E la polemica è presto esplosa.

“I romani non avevano la nostra idea di “trans” come categoria, ma usavano le accuse di comportamento sessuale “come donna” come uno dei peggiori insulti contro gli uomini”, ha precisato il professore di studi classici di Cambridge Andrew Wallace-Hadrill, secondo cui Eliogabalo fu solo vittima di omotransfobia. “Tutto questo è legato al disprezzo aristocratico e senatoriale per le origini e le credenze orientali dell’imperatore”, ha aggiunto il professor Christian Laes, classicista dell’Università di Manchester. “Per quanto riguarda le persone trans, ovviamente questa non è mai stata vista come una categoria dai romani. Ma resta il fatto che in tempi di difficoltà e di crisi, i cosiddetti trasgressori delle norme sessuali erano soggetti a capri espiatori”.

Queste argomentazioni sembrano sostenere che il “transgender” non esistesse come identità nell’antica Roma. Pur precisando che Eliogabalo “non era trans”, entrambi gli studiosi riconoscono l’omofobia e la transfobia che dovette affrontare, e nessuno dei due contesta il fatto che fu costretto ad affrontarle perché si comportava in modi che oggi sarebbero considerati queer e trans.

Fatto sta che Eliogabalo, la cui reggenza dal 218 al 222 d.C. fu molto divisiva tanto dal venire ucciso a 18 anni dai suoi stessi soldati, almeno al North Hertfordshire Museum non sarà più imperatore bensì imperatrice. Solo pochi mesi fa su Rai1, come dimenticarlo, Alberto Angela ha spiegato come venisse serenamente vissuta la bisessualità ai tempi dell’impero Romano.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

I SAW THE TV GLOW (2024)

I Saw The Tv Glow: guarda il trailer dell’attesissimo film horror trans* – VIDEO

Cinema - Redazione Milano 29.2.24
The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati - The History of Sound di Oliver Hermanus - Gay.it

The History of Sound, via alle riprese del film con Paul Mescal e Josh O’Connor innamorati

Cinema - Redazione 29.2.24
David Utrilla - da 37 anni vive con Hiv

A volte dimentico di avere l’Hiv: la nostra serie per raccontare l’importanza dell’equazione U=U

Corpi - Daniele Calzavara 2.3.24
discorso-d-odio-politici-europei

Discorso d’odio anti-LGBTQIA+ in crescita nelle aule istituzionali europee: “I diritti umani sono in discussione”

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard - Xavier Dolan - Gay.it

Cannes 2024, Xavier Dolan presidente di giuria Un Certain Regard

News - Federico Boni 1.3.24
Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24

Leggere fa bene

Aldo Mieli storia lgbtqia storia omosessuale omosessualità e fascismo gay.it

Aldo Mieli, pioniere della liberazione omosessuale troppo spesso dimenticato

Culture - Alessio Ponzio 19.9.23
molise-donna-trans-sentenza

Affermazione di genere sui documenti senza chirurgia, seconda storica sentenza in Molise

News - Francesca Di Feo 6.10.23
300000baci

Racconti d’amore queer dal mondo antico

Culture - Federico Colombo 6.10.23
giovani-transgender-careggi-genitori-lettera-europa

La disperata lettera all’Europa di 259 genitori di adolescenti transgender per fermare l’attacco del Governo Meloni al Careggi di Firenze

News - Francesca Di Feo 9.2.24
Alessandro Magno, il docudrama Netflix sostiene la bisessualità del mitico re di Macedonia - Alessandro Magno - Gay.it

Alessandro Magno, il docudrama Netflix sostiene la bisessualità del mitico re di Macedonia

Serie Tv - Federico Boni 2.2.24
Shawn Barber, addio al campione del mondo di salto con l'asta. Aveva solo 29 anni - Shawn Barber - Gay.it

Shawn Barber, addio al campione del mondo di salto con l’asta. Aveva solo 29 anni

Corpi - Redazione 19.1.24
Giorgio Bozzo, autore di Le Radici dell'Orgoglio

Quell’orgoglio che ci rende più forti: intervista con Giorgio Bozzo (che riparte con Le radici dell’orgoglio)

Culture - Riccardo Conte 4.1.24
carriera alias MOZIONE 36

Eliminare la carriera alias da 263 scuole in tutta Italia, la destra parte dalla Lombardia per cancellare le giovani persone transgender e non binarie

News - Giuliano Federico 9.10.23