Primo pride della Svizzera italiana, spuntano dei volantini di protesta

di

Nel 2018 Lugano ospiterà il primo pride del Canton Ticino, c'è chi vuole bloccarlo con un referendum.

Svizzera
3055 0

La prima volta del Pride: nel 2018 accadrà a Lugano, che ospiterà il primo corteo LGBT della Svizzera italiana. Con le proteste di rito.

Negli ultimi anni molte città di provincia, in Italia con l’Onda Pride e all’estero con la moltiplicazione dei cortei LGBT, hanno conosciuto la realtà del Pride per la prima volta. Nella vicina Svizzera, la parte italiana del Paese avrà nel 2018 la sua occasione.

L’appuntamento però ha già suscitato la protesta di un sedicente gruppo di nome “Idea socialconservatore della Svizzera Italiana” che sta distribuendo comunicati omofobi con un appello alla cittadinanza: “La società è in declino con la propaganda gay che rovinerà le menti dei nostri figli. Ma noi possiamo fermarla! Istituite un comitato di referendum popolare, bisogna raccogliere 7000 firme in 45 giorni”.

Svizzera
Il volantino contro il Lugano Pride.

Il Lugano Pride, organizzato dalle associazioni LGBT locali Zonaprotetta, Imbarco immediato e Network,  resta come da programma dal 28 maggio al 3 giugno e vedrà sfilare l’orgoglio LGBT sul lungolago della più importante città del canton Ticino.

Tra gli obiettivi della manifestazione, il comitato intende dimostrare al resto della Confederazione Elvetica che anche “la Svizzera italiana è un luogo accogliente e inclusivo verso le persone LGBT”.

Leggi   Inghilterra, timore Brexit? Non per la comunità LGBT
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...