Verona: i due candidati gay si presentano

di

Rifondazione Comunista organizza un incontro con Lidia Menapace e i due candidati gay malle amministrative, Gianni Zardini e Roberto Aere.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


VERONA – Questa sera, venerdì 18 maggio, alle 21, nella sala Lodi di San Giovanni in Valle a Verona, si svolgerà l’incontro organizzato da Rifondazione Comunista con Lidia Menapace, scrittrice e giornalista, sul tema «La politica al servizio dei diritti umani e delle cittadinanze». Interverranno, oltre al candidato sindaco Fiorenzo Fasoli, la candidata Francesca Bragaja e i due candidati gay di Rifondazione, Gianni Zardini (presidente del circolo Pink) e Roberto Aere (educatore e attivista gay). Zardini e Aere per l’occasione invitano la comunità gay, lesbica e transessuale veronese a votare quelle liste e quei candidati che hanno dichiaratamente sostenuto il diritto di cittadinanza delle persone omosessuali. «Vogliamo che siano cancellate le mozioni consiliari anti-omosessuali del 1995 e invertire una tendenza all’esclusione e alla criminalizzazione del diverso», sottolineano Zardini e Aere. A sostegno dell’impegno per i diritti degli omosessuali, sabato pomeriggio in centro, al banchetto di Rifondazione comunista Zardini e Aere inviteranno a votare per loro con lo slogan autoironico: «Se due gay in Consiglio comunale ti sembrano troppi, scegline uno!».

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...