BISEX PER CONVENIENZA?

di

Sbirciando tra gli iscritti di Me! su Gay.it, sono molti i bisex che sembrano piuttosto dei confusi. Ma allora la bisessualità esiste? Considerazioni semiserie della Jena Fabio Canino.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
555 0
555 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Ehilà! 😀

Mi chiamo Cristiana, e appunto ho il vizio di pensare di notte aspettando di essere abbastanza stanca per farmi cullare da Morfeo.

penso a un sacco di cose, belle o brutte, anche se cerco di superare il dolore per quelle brutte, magari cazzeggiando, o reagendo duramente (cmq non ho un cuore di pietra, giuro!).

Stanotte (anzi, mattina, ore 1,36), spizzando qua e là fra gli iscritti a ME alla voce bisex ho cominciato a pormi un serio quesito riguardo alla mia identità, e vorrei avere un parere da qualcuno che non sono io, e visto che ti scrivono anche per questo…

Precisiamo: non che io non sappia chi sono, cosa mi piace e soprattutto che tipo di legami voglio nella mia esistenza solo che guardando certi profili e soprattutto certe foto ho cominciato a pensare che… x_x cribbio nemmeno bisex mi posso più considerare, se uno si dichiara tale e poi cerca solo persone del proprio sesso con cui fare, ovviamente, sesso?!?

O forse le cerca solo su internet ma ha comunque modo di soddisfare anche l’altra parte di sé?

Oppure ancora è un gay che fa finta di crederci solo per evitare rogne?

Oppure io sono davvero l’unica a pensarla come la penso, cioè che passioni pure o anche ‘inquinate’ (non in senso negativo, sia chiaro, intendo portate non solo su un piano spirituale, ma anche (quando non esclusivamente) fisico) dal sesso, possano essere indirizzate verso entrambi i generi, e anche superarli?

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...