PERCHÉ M’INNAMORO DI ETERO?

di

"Nello studentato dove vivo è arrivato lui, bellissimo. E io ci sono cascato". E la Jena: "Vivi nella pasticceria degli uomini, e ti vai a cercare l'unico a...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1376 0

Caro Fabio.
Non so cosa mi spinge a scriverti, ma credo che questo possa servirmi a tirare fuori tutto quello che ho dentro e che mi fa stare male.
Il mio problema é che… mi innamoro. E tu dirai: “Ma che problema é?”. Si, ma il problema sta nel fatto che mi innamoro degli etero.
Ho passato gran parte della mia adolescenza a soffrire per un ragazzo, sperando ogni giorno che potesse accorgersi di me, pur sapendo che in realtà era interessato alle ragazze e non ai ragazzi. Poi ho avuto diverse storie, piú o meno serie e piú o meno coinvolgenti con ragazzi gay. Pensavo di essere ormai fuori pericolo, ma il mese scorso é successo di nuovo!
Vivo in uno studentato nella mia cittá e sai com’é la vita in questi posti: si conosce un sacco di gente, si forma un bel gruppo, si esce insieme, ci si diverte. Ed ecco che un bel giorno arriva dal nord Marco, un ragazzo bellissimo oggettivamente (ma questo conta fino ad un certo punto; ho avuto storie anche con ragazzi semplicemente carini… insomma, il fatto che é bellissimo é solo un dettaglio). Beh, chi é la prima persona che Marco incontra appena arrivato? Sono io.
Fabio, prova ad immaginare quando tu incontri la persona con cui ti senti te stesso al 100 per 100, con cui parli di tutto, la prima persona a cui pensi quando ti svegli e l’ultima quando ti addormenti, la persona che porteresti sempre con te, per condividere tutte le tue esperienze. Questo é per me Marco. A volte ho la sensazione che di piú non potrei avere… Ma allo stesso tempo so che lui é etero. O meglio, lui lo dice. E sai quello che succede in queste situazioni… anche di fronte alla “quasi evidenza” cominci a supporre che forse etero non sia…
Da una parte sto male, perché so che probabilmente da lui non potró avere di piú. E così la stupenda amicizia che non ho mai avuto mi sta rovinando. Tutte le volte mi prendono le fitte allo stomaco al pensiero che una ragazza, magari una tra quelle del nostro gruppo, possa averlo. Dall’altra parte (dal momento che lui finora mi ha sempre parlato delle sue storie passate con delle ragazze ma durante questo mese non ha avuto nessuna relazione) continuo sempre a sperare (inutile speranza) che lui un giorno, magari molto vicino, mi guardi con altri occhi…
Nella mia vita ho sempre sognato un amore normale, che nasce dalla vita di tutti i giorni… magari incontri un ragazzo per strada, all’universitá o nello studentato (!!!) e poi nasce qualcosa di bello, che non ti fa sentire bisogno di altro. Forse é per questo che sono piú a rischio di errore… sai, se cercassi direttamente la mia anima gemella in chat o nei locali gay tutto sarebbe piú facile…
Ció non toglie Fabio che, mentre ti sto scrivendo, io mi chieda ancora: “Ma perché cazzo mi innamoro degli etero?”!!!
Un abbraccio,
Luca.

Caro Luca, grazie per avermi scritto.
La tua lettera è da manuale, fa parte dei classici che non passano mai di moda, ovvero il gay che si innamora dell’etero di turno.
Devo dire però che “innamorato” in questo caso mi sembra eccessivo. Direi infatuato, preso, affascinato, ma innamorato mi sembra troppo anche per te!
Sul perché un ragazzo gay si innamori di uno etero sono stati scritti (e non scritti!) trattati su trattati. Fatto sta che non sono serviti a far desistere nemmeno uno di questi “disgraziati” come te, che perdono tempo ed energia dietro a storie che non potranno mai esistere… al massimo una botta di sesso fugace, complice la solita scusa “avevo bevuto” di cui poi, il giorno dopo, si vergognano, lasciando il Luca di turno ancora più confuso e frustrato. Chiaramente sto parlando di etero veri, quelli doc, quelli con il marchio di garanzia (così difficili da trovare signora mia… dice una mia amica) e non di quei gay velati che si nascondo in mille modi, spesso dietro alla fantomatica bisessualità di cui abbiamo già parlato. E comunque anche in questo caso sarebbe un lavoro immane. La possibilità di una storia sarebbe degna di una qualunque telenovela… e quindi, se non trattasi di vero e provato amore, sconsiglierei qualunque sforzo.
Non lo so Luca, sarà la primavera, i primi caldi, ma sono pigro anche nel sentimento vero, figuriamoci in quello di questo genere, dove non è sicuro niente se non un esaurimento nervoso. Ma torniamo al tuo etero, che sembrerebbe autentico. Sai benissimo caro Luca che stai perdendo tempo! E’ inutile anche solo tentare di usare un classico dei classici, ovvero “lui dice di essere etero ma io non sono così sicuro….”- Non essere ridicolo e, soprattutto, fuori moda! Nemmeno le checche più incallite oramai usano questi luoghi comuni. Lui è etero e tu lo sai benissimo! Sai anche che il suo affetto (sicuramente sincero) è amplificato dal fatto che tutti e due vivete lontano da casa, e quindi tendete a legare di più con le persone a cui si vuol già bene. Magari è anche un ragazzo sensibile, gentile insomma anche lui da manuale, ed ecco qua che il nostro Luca fa i conti senza l’oste!!
Darling, non fingere con te stesso. Ti fai solo del male. Non travisare ogni sua parola, ogni suo gesto. Perdi tempo. Il perché poi, uno perda tempo, ovvero si innamori di ragazzi etero, è un’altro paio di maniche. Ma molto semplice da spiegare (così dicono gli analisti più accreditati…) Ti innamori di persone impossibili perché in realtà non ti vuoi innamorare davvero. Hai solamente paura ad affrontare una storia e trovi questo modo, nemmeno tanto originale, per fuggire dalla realtà. Credimi sembra molto semplicistica come spiegazione, ma è così. Lo capirai più avanti. In molti ci siamo passati (si anch’io caro Luca…) nel corso della nostra vita ed una volta passata questa fase ci si rende conto che la spiegazione è proprio questa. Adesso magari non ti piace come soluzione. Vorresti qualcosa di più drammatico, oscuro, maledetto, ma terribilmente romantico. Però, purtroppo, è solo una fuga mascherata da quelle che adesso ti sembrano responsabilità inpensabili. Lascia stare questo ragazzo e guardati intorno, cavolo, vivi in uno studentato (beato te…)!!! sai quanti ce ne saranno giusti per te? vivi nella pasticceria degli uomini e tu vai a cercare l’unico a dieta?! Su svegliati e comincia a mangiare paste e pasticcini e, per una volta, affanculo la dieta!!!
Fabio
Per inviare una “Lettera alla Jena”, scrivete a fabiocanino@gay.it

di Fabio Canino

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...