Classici imperdibili: Jesus Christ Superstar in scena all’Arcimboldi

di

Torna nei teatri il re dei musical nella versione di Piparo. Ecco come vincere i biglietti

6531 0

Approda al Teatro degli Arcimboldi di Milano lo spettacolo evento “Jesus Christ Superstar” in cartellone dal 16 ottobre al 2 novembre. Una rappresentazione unica nel suo genere che vedrà in scena, a 40 anni dallo storico film di Norman Jewison, il cast originale del grande successo cinematografico del 1973. E la produzione ha riservato ai lettori di Gay.it un’offerta imperdibile per gli spettacoli milanesi del Musical firmato Massimo Romeo Piparo che è riuscito a trasformare definitivamente il mito in realtà riportando in scena il cast formato da Ted Neeley, Yvonne Elliman e Barry Dennen. Un concorso mette in palio 6 biglietti, ovvero ingressi per tre coppie, per una delle quattro date previste al teatro Arcimboldi. Per partecipare al concorso e aggiudicarvi gli ambiti posti in sala, basta cliccare qui e seguire la procedura.
Un’occasione irripetibile per il pubblico nazionale e internazionale del teatro romano grazie a questo cast d’eccezione che mai prima d’ora si era riunito per riproporre la più grande opera rock di tutti i tempi. Lo spettacolo, rigorosamente in lingua originale, non potrà fare a meno di richiamare tutti gli appassionati di teatro e musical: sulle poltrone rosse del Sistina si potranno rivivere tutte le emozioni della rivoluzionaria pellicola che racconta gli ultimi sette giorni della vita di Gesù. Questa volta esclusivamente dal vivo.

I celeberrimi Ted Neeley (Gesù), Yvonne Elliman (Maddalena) e Barry Denne (Pilato) festeggeranno così il ventesimo anniversario dell’edizione italiana del musical diretto da Massimo Romeo Piparo. Un successo senza tempo, confermato dalla scorsa stagione che ha decretato “Jesus Christ Superstar” evento teatrale dell’anno con 50 mila spettatori in due mesi, interminabili standing ovation e applausi a scena aperta ad ogni replica.
Prodotto dalla Peep Arrow Entertainment nella versione originale di Tim Rice (autore dei testi) e Andrew Lloyd Webber (autore della musica), lo spettacolo con lo storico cast ha già calcato il palco del Sistina di Roma, dove lo spettacolo è stato in scena fino al 28 settembre scorso, ed arriverà agli Arcimboldi dopo essere stato all’Arena di Verona venerdì 12 ottobre.
Massimo Romeo Piparo, direttore artistico del Teatro Sistina, regista e produttore dei musical di maggior successo degli ultimi anni, dopo l’enorme successo riscosso in tutta Italia dallo spettacolo che vedeva in scena, per la prima volta in Europa, Ted Neeley (che con il film diretto da Norman Jewison guadagnò una candidatura al Golden Globes nel 1974), mette a segno un altro colpo e riunisce il cast originale del film: al fianco di Neeley, infatti, tornano a calcare le scene gli altri due straordinari protagonisti, Yvonne Elliman, (Maria Maddalena) e Barry Dennen (Pilato), affiancati da Feysal Bonciani (Giuda), Paride Acacia (Hannas), Emiliano Geppetti (Simone), Francesco Mastroianni (Caifa), Riccardo Sinisi (Pietro), Salvador Axel Torrisi (Erode). Sul palco, per uno spettacolo davvero a tutto tondo, anche l’Orchestra dal vivo di 12 elementi diretta dal Maestro Emanuele Friello e l’ensemble di 24 tra acrobati, trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce, le scenografie di Giancarlo Muselli elaborate da Teresa Caruso e i costumi di Cecilia Betona.

Un’ultima fatica con la quale Piparo consegna definitivamente alla “Storia del Teatro italiano” la propria edizione dell’Opera avendo per altro avuto il privilegio di dirigere sui palcoscenici italiani anche un’altra star del film: il compianto Carl Anderson – il Giuda nero del film scomparso prematuramente nel 2004 – che in occasione del Santo Giubileo
dell’Anno 2000 interpretò il ruolo di Giuda per due stagioni di trionfali successi.
“Jesus Christ Superstar” continua a confermarsi il musical più famoso e amato di tutti i tempi. La versione italiana in lingua originale firmata da Massimo Romeo Piparo vanta grandi numeri che raccontano un enorme successo: quattro diverse edizioni prima di questa, 11 anni consecutivi in cartellone nei Teatri italiani dal 1995 al 2006, oltre un milione di spettatori, più di 100 artisti che si sono alternati nel cast, 19 regioni e più di 1.000 rappresentazioni in 84 città italiane.
“Leggendo i Vangeli – si legge nelle note di Regia di Piparo – sembra quasi scontato che il sottofondo musicale debba essere Rock. Che l’ambientazione più adatta sia un deserto con alcuni elementi architettonici statici e animati dalla sola potenza della musica. Che l’epoca più giusta per la loro rappresentazione siano gli anni ’70. Eppure prima di Jesus Christ Superstar non era così. Ecco perché l’Opera di Webber e Rice è entrata nel Mito. E quel Mito non va assolutamente dissacrato, re-interpretato, elaborato: va rispettato, omaggiato, celebrato”.

Leggi   Milano, aggressione omofoba a sassate tra minorenni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...