Coppia di pinguini gay ruba le uova alle coppie etero: è successo in Cina

di

Almeno per la stagione della schiusa per i due accusati sono stati tenuti in isolamento.

CONDIVIDI
3.2k Condivisioni Facebook 3.2k Twitter Google WhatsApp
35194 2

Posizionavano pietre sui piedi dei genitori naturali per poi darsela a gambe levate con un bottino davvero invitante: le uova. Che molti pinguini siano gay è risaputo, ma che possano essere anche ladri provetti è stata una curiosa scoperta per i responsabili di Polar Land, primo parco-museo tematico in Cina dedicato agli ambienti polari e ai suoi abitanti. I due pinguini maschi, di tre anni, sono stati scoperti dai guardiani…in flagranza di reato.

Una delle responsabilità nell’essere un maschio adulto è prendersi cura delle uova: pur essendo impossibile per questa coppia dal punto di vista biologico, il desiderio è naturale e rimane ha raccontato alla stampa uno dei guardiani.

Lo sconsiderato furto è stato notato dagli altri pinguini del parco e adesso la coppia innamorata vive in isolamento, bandita dal gruppo sino a data da destinarsi: “Naturalmente non è per discriminazione, abbiamo dovuto allontanarli per evitare interruzioni di sorta durante la stagione della schiusa”.

Clamore anche ad Odense, in Danimarca, quando nel 2012 altri due maschietti avevano maldestramente tentato il medesimo approccio, ottenendo alla fine in assegnazione un uovo abbandonato dai genitori naturali (a causa di una femmina moderna e restia alle convenzioni sociali che vogliono i pinguini come specie tendenzialmente monogama). La coppia, prima di ricevere l’uovo tra le mani, è stata attentamente valutata grazie ad alcune prove e alcuni test con la palla.

La notizia dei pinguini gay e ladri risale al 2008 ed è stata ri-condivisa dal Telegraph nelle scorse ore e chissà se in altre parti nel mondo – proprio in questo momento – qualche pinguino non stia cercando dei modi per avere delle uova tutte per sé.

Leggi   Uccide un uomo gay e inneggia a Hitler col suo sangue: killer arrestato dopo 18 anni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...