Ritorna Will & Grace: verrà girata la nona stagione per Netflix

di

Questa volta pare proprio si tratti di un ritorno in grande stile.

CONDIVIDI
5.4k Condivisioni Facebook 5.4k Twitter Google WhatsApp
28277 0

Il cast di Will & Grace, una delle più celebri sitcom americane, si è riunito di recente in occasione del confronto elettorale Clinton-Trump. Dopo l’enorme successo per quella mini-puntata speciale, andata in onda il mese scorso, le notizie su un possibile, nuovo ritorno della serie si fanno sempre più incalzanti. E questa volta si tratterebbe proprio di un ritorno vero e proprio: il successo ottenuto dalla clip pro Hillary (oltre 6 milioni di visualizzazioni) ha spinto infatti la produzione ad accelerare le trattative per arrivare a un accordo concreto.

Secondo Variety e altri siti americani, la NBC starebbe infatti valutando l’ipotesi di una nuova stagione della serie: il progetto si dovrebbe concretizzare in 10 nuovi episodi girati con il cast originale al completo. La nona stagione della serie dovrebbe essere trasmessa da Netflix.

Tra l’altro l’ipotesi di trovare una collocazione su una piattaforma digitale per la messa in onda dei nuovi episodi ha già raccolto grande entusiasmo tra gli storici protagonisti. Debra Messing ha detto che in questo modo potrebbe venire alla luce una versione finalmente “spudorata” della serie, mentre McCormack è stato anche più chiaro: “Siamo andati in onda su un network generalista ed alcune battute erano limitate. Sarebbe bello poterlo fare in un mondo dove non ci sono restrizioni”.

La serie fu creata da David Kohan e Max Mutchnick, nel 1998 ed è durata otto stagioni per un totale di 194 episodi.

Eric McCormack e Debra Messing sono i protagonisti nei ruoli dei migliori amici Will Truman, avvocato gay, e Grace Adler, arredatrice d’interni. Nel cast anche Sean Hayes nel ruolo di Jack McFarland, il miglior amico di Will, e Megan Mullally nel ruolo di Karen Walker, assistente di Grace.

Leggi   I Fantastici 5, Netflix rinnova per una 2° stagione
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...