UN PENE DISASTRATO

di

Un ragazzo di diciotto anni scrive preoccupato per la condizione del suo organo sessuale: “provo fastidio durante l’erezione, è curvo e non si scopre…”. La risposta dell’esperto.

4000 0

Gentile esperto,
sono un ragazzo di 18 anni e le scrivo per sottoporle il mio problema.
Ho un pene che definisco “disastrato” nel senso che credo di avere più patologie contemporaneamente. Ho letto le varie documentazioni presenti su internet e credo di aver individuato quali siano i miei problemi. Se la mia diagnosi “fai da te” non è sbagliata (e io spero che lo sia) penso di essere affetto da
induratio penis plastica. Quando è in erezione il pene mi si irrigidisce eccessivamente e si curva a sinistra. La sintomatologia parla di dolore durante l’erezione in corrispondenza dell’eventuale placca o nodulo… Beh io sento un leggero fastidio, ma non è un dolore vero e proprio… è più una trazione dovuta alla troppa rigidità del pene.
Per quanto riguarda il nodulo non sarei proprio in grado di individuarlo. Non solo. Credo di essere affetto anche da fimosi. Il glande non si scopre naturalmente quando ho un’erezione però riesco a scoprirlo manualmente. Non so se è il frenulo ad essere troppo corto o se è il prepuzio ad essere troppo stretto. Dulcis in fundo ho un testicolo più basso dell’altro che in stato di eccitazione o di freddo si rimette in pari più o meno. Ho letto da qualche parte che chi ha un problema del genere ai testicoli è più esposto al rischio di tumore. Ora, credo sia inutile dirle che la cosa mi preoccupa e mi crea gravi disagi.
Il mio pene ha un aspetto abbastanza antiestetico sia a riposo che in erezione. Per non parlare dei problemi di impotenza e di salute che potrebbero insorgere col tempo. Sono preoccupato, spaventato e a disagio. Non credo che riuscirò mai ad avere un rapporto sessuale col pene in queste condizioni. Non ho il coraggio di presentarmi dal mio medico curante. Mi vergogno troppo. Forse è solo paranoia, ma sospetto di essere un caso grave.
Inoltre non vorrei parlarne a nessuno, compresi i miei genitori. Non abbiamo mai parlato di cose simili in famiglia e non riuscirei a farlo adesso. Come se non bastasse vivo in un piccolo paese. Non c’è privacy e se anche trovassi il coraggio di andare dal mio medico e di farmi visitare non potrei ricoverarmi in ospedale. Non so se è necessario il consenso dei genitori, i tempi, i costi…è un inferno questa situazione per me.
Se potesse darmi informazioni, chiarimenti, consigli le sarei immensamente grato. Cosa dovrei fare? Come devo comportarmi? Da cosa potrei essere affetto? Mi rendo conto che fare una diagnosi dai pochi confusi dati che le ho fornito è difficile ma la pregherei di provarci lo stesso. Se possono esserle utili aggiungo più informazioni possibili in modo da metterla in condizioni di fare tutto il possibile: sono sempre riuscito a masturbarmi e arrivare all’orgasmo, anche se l’eiaculazione mi sembra un po’ misera rispetto ai “fiumi” che si vedono nella pornografia in generale. Non ricordo di aver subito particolari traumi al pene in passato e di rado sento dolori brevi e temporanei alla zona pelvica e al basso ventre. Non ho mai avuto problemi di erezione. Sono stato operato al pene all’età di due anni circa, non so esattamente dove ma credo si trattasse di urinazione, quindi suppongo all’uretra o al frenulo. Spero che attraverso queste informazioni lei possa darmi una mano. La ringrazio anticipatamente per la risposta che vorrà darmi.
Alessandro

Caro Alessandro,
comprendo la tua ansia e le tue preoccupazioni ma mi paiono eccessive e forse tu galoppi un po’ troppo con la fantasia. Cominciamo dalle cose davvero importanti: il tuo pene funziona o no? Mi pare di sì visto che dici di masturbarti tranquillamente e di raggiungere l’orgasmo, quanto alla quantità di sperma non sarà come quello dei film porno (ma appunto sono film :)) ma il piacere che provi non dipende certo dalla quantità di sperma.
Come ti viene in mente di avere l’Induratio Penis Plastica se manca l’elemento fondamentale di questa malattia e cioè i noduli o le placche? A parte il fatto che questa malattia si osserva generalmente nella mezza età e non certo a 18 anni devi comprendere che la curvatura che si osserva nell’Induratio Penis Plastica fa perno proprio sulla placca mentre probabilmente nel tuo caso si tratta di una semplice conformazione anatomica (in altre parole, dato che non lo hai specificato, suppongo che tu abbia avuto da sempre il pene che curva mentre chi ha l’Induratio Penis Plastica prima lo aveva diritto e poi, per colpa della placca, lo ha curvato ed inoltre la curvatura tende a peggiorare con il progredire della malattia). Dunque non credo proprio che tu debba preoccuparti di questo.
Consentimi una battuta sdrammatizzante 🙂 Cosa diavolo vuol dire che il tuo pene “quando è in erezione si irrigidisce eccessivamente”? Sapessi quanti ti invidiano :)) !
L’altro problema è costituito dal fatto che il pene eretto non si scopre (ma totalmente o parzialmente?) però dici che riesci a scoprirlo manualmente. Senza dolore, suppongo. Dunque anche qui mi pare improbabile che si tratti di frenulo corto (perché se il frenulo è corto non riusciresti neanche manualmente) né che si tratti di fimosi perché allora sentiresti dolore…
Infine hai un testicolo ptosico (cioè più basso dell’altro) che però non è una malattia, non so dove tu abbia letto che questo predispone ai tumori ma a me non risulta affatto.
Sto dunque dicendo che non hai niente? No perché tu vivi questa situazione con grande angoscia e senso di solitudine. Quello che forse ti manca è il confronto con i tuoi coetanei (in palestra, in piscina, ecc.) invece che con i mirabolanti peni che si vedono nei film porno. Allora potresti accorgerti che non esiste un pene perfetto né un pene che sia uguale all’altro…
Mi rendo conto che per essere davvero rassicurato tu avresti bisogno di una visita e posso suggerirti un escamotage: vicino al tuo paese ci sarà un Ospedale con un Reparto di Dermatologia e con un Centro di Malattie Sessualmente Trasmesse. Anche se non hai nessuna malattia sono certo che troverai un medico che ti visiti e ti possa rassicurare. In questi Centri non serve la richiesta del medico di famiglia, è gratuito e volendo è anonimo (e, dato che sei maggiorenne, non hai bisogno del consenso dei genitori :)) Ciao !
dr. Francesco Allegrini

di Francesco Allegrini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...