Addio nostra signora fluida, addio Sonia Rykiel

I pantaloni maschili sulle donne. Fu una delle prime a intuire il rapporto che un designer deve avere con la propria anima di stylist.

Sonia Rykiel
Sonia Rykiel
2 min. di lettura

L’ultimo respiro nella sua Parigi. Aveva 86 anni. E’ morta oggi Sonia Rykiel, una delle più grandi e rivoluzionarie designer di moda della storia, icona ispiratrice del successivo pret-a-porter francese, regina assoluta della maglieria.
Sonia Flis era il suo vero nome. Era nata a Parigi il 25 maggio del 1930, madre romena, padre polacco. A 18 anni iniziò la sua carriera come vetrinista, ma scoprì la sua vena creativa di stilista e designer di moda quando, nel 1968, incinta della sua prima figlia, dovette creare per se stessa un vestito di maglia per star comoda. Fu quella la scintilla da cui Sonia Rykiel partì, per fare della maglieria il proprio mantra stilistico, il grimaldello con il quale ribaltare alcuni schemi ingessati della moda dell’epoca.
Un maglia attillata a righe fu l’inizio di tutto. Una fluidità di forme che era l’anticamera della fluidità di genere. Suo marito Sam Rykiel era proprietario di una boutique del XIV, così lei un po’ per gioco, un po’ per caso si butta a far pullover per la bottega del marito. Nasce l’iconico pullover a righe.

sonia rykiel
Sonia Rykiel

Ispirata dai tumulti intellettuali dell’esistenzialismo parigino, Sonia senza remore inizia a proporre abiti tradizionali, ma stilizzati con dettagli sbagliati, accostamenti tra sera e giorno, pezzi senza orli, accessori spropositati, pezzi sottosopra, rovesciati, una piuma buttata là a caso, una forma fuori scala e un vestito fuori moda. Ecco allora il pantalone maschile addosso alle donne che diventa una delle più accecanti icone sessantottine di sempre. E poi le cascate di ruches fatte rotolare a caso, quasi a sfregio, come fosse un look mixato con un H&M di oggi, e mentre l’imbalsamata haute couture di Parigi relegava ancora certi stilemi estetici a una borghesia che avesse l’alito profumato di nobiltà, Sonia farfugliava di Sartre e con Warhol, discuteva con Camus, faceva la comunista insomma. La comunista esistenzialista, anzi. La comunista esistenzialista che stava con gli artisti sulla Rive Gauche e mischiava androginia e femminilità, il maschio e la femmina sul corpo delle donne che dovevano stare allegre, leggere diamine!, fregatevene, dovete essere chic come volete voi, mica come vi dice qualcun altro!

Nel 2012 Sonia Rykiel annunciò di avere il Parkinson.
Sonia Rykiel fu una delle prime a intuire il rapporto che un designer deve avere con la propria anima di stylist. La storia della moda le ha dato ragione. Salutiamo oggi una delle più grandi di sempre.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.
Avatar
EdithM 26.8.16 - 8:37

YSL in gonnella! addio <3

Trending

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
L'Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona? - unione europea gay it 03 - Gay.it

L’Unione Europea è la patria dei diritti LGBTQ+, ma sai davvero come funziona?

News - Lorenzo Ottanelli 8.5.24
Rainbow Map 2024, l'Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT - rainbowmap - Gay.it

Rainbow Map 2024, l’Italia crolla al 36° posto su 49 Paesi per uguaglianza e tutela delle persone LGBT

News - Federico Boni 15.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Francesco Cicconetti, l'Università di Urbino gli riconosce l'identità di genere anche sul diploma - Francesco Cicconetti - Gay.it

Francesco Cicconetti, l’Università di Urbino gli riconosce l’identità di genere anche sul diploma

News - Redazione 17.5.24
Sara Drago

Sara Drago: “La realtà è piena di diversità, sarebbe bellissimo interpretare un uomo” – intervista

Cinema - Luca Diana 11.5.24

Continua a leggere

CameraModaUnarAFG photo da IG: Tamu McPherson

Milano Fashion Week e lotta alla discriminazione, siglato accordo tra Unar e Camera della Moda

Lifestyle - Mandalina Di Biase 20.2.24
Noen Eubanks genz tiktok eboy

Noen Eubanks, chi è l’e-boy della GenZ che sbanca TikTok e piace alla moda

Lifestyle - Redazione Milano 8.12.23
Gabriele Esposito, Giuseppe Giofrè e Simone Susinna - Foto: Instagram

18 bollenti mutande indossate per Calvin Klein

Lifestyle - Luca Diana 5.1.24
hermes-nicolas-peuch-adotta-tuttofare

Nicolas Peuch, erede di Hermès, adotta il suo tuttofare per lasciargli un patrimonio di 10 miliardi di euro

News - Francesca Di Feo 5.12.23
Alessandro Michele - Creative Director Valentino

Valentino, Alessandro Michele direttore creativo dopo l’addio di Pierpaolo Piccioli che andrebbe da Chanel

Lifestyle - Mandalina Di Biase 28.3.24
Sabato De Sarno direttore creativo Gucci - foto @tyrellhampton + @federicociamei

Sabato De Sarno non vuole controllare le emozioni

Culture - Riccardo Conte 26.3.24
@samsmith

Sam Smith è lə modellə punk che non ti aspettavi

Culture - Redazione Milano 4.3.24
The New Look, prime immagini della serie con Glenn Close e Ben Mendelsohn nel ruolo di Christian Dior - Apple TV The New Look key art graphic header 16 9 show home.jpg.large 2x - Gay.it

The New Look, prime immagini della serie con Glenn Close e Ben Mendelsohn nel ruolo di Christian Dior

Serie Tv - Redazione 15.12.23