Il tribunale di Zurigo: “Quella dark room è illegale”

di

Respingendo il ricorso del gestore di un locale gay al quale era stata comminata una multa da 190 euro, il tribunale distrettuale annulla l'accordo sulle dark room fatto...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2235 0

In Svizzera le dark room sono illegali. Lo ha stabilito il tribunale distrettuale di Zurigo respindgendo il ricorso del gestore di un locale con annessa dark room, appunto, che nel 2006 s’è visto infliggere una multa da 190 euro. Nel frattempo, il locale in questione ha chiuso, ma il gestore ha comunque deciso di ricorrere contro la sentenza ed appellarsi al tribunale cantonale, gerarchicamente superiore a quello distrettuale.

Secondo il giudice che ha emesso la sentenza, i locali con stanze in cui i clienti possono appartarsi per dedicarsi a pratiche omosessuali violerebbero la legge cantonale che riguarda appunto i locali pubblici. Con buona pace dell’accrdo che era stato raggiunto a Zurigo proprio con i gestori di locali con dark room che prevedeva che questi spazi fossero isolati visivamente e acusticamente dal resto dellocale stesso.

Inoltre, chi accede alle dark room, sempre secondo l’accordo ormai annullato dalla sentenza, deve avere compiuto 18 anni e i gestori dei locali devonoa vere sottoscritto un documento sulle forme di prevenzione stilato dall’Associazione dei locali gay della Svizzera d’accordo con l’Ufficio federale della Sanità.

La sentenza di Zurigo, adesso, mette a rischio tutti i locali gay del cantone che abbiano una dark room.

Leggi   Svizzera, approvata in via definitiva la legge contro l'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...