Vercelli: “20 mila euro o diffondiamo le foto hot dei nostri incontri”

Due giovani romeni, dopo una serie di incontri in hotel di Vercelli con un pensionato di Casale Monferrato in cui avevano scattato foto e girato video, lo hanno ricattato. Arrestati dai carabinieri.

Ventimila euro in cambio del loro silenzio. O almeno, in cambio del silenzio di questa volta. Con questo ricatto una coppia di uomini albanese è finita in carcere con l’accusa di estorsione. Vittima dei due un 59enne della provincia di Vercelli con il quale i due avevano avuto dei rapporti sessuali che aveva debitamente filmato e fotografato. I due giardinieri, stando a quanto riferisce la Stampa, durante l’ultimo incontro avuto con il pensionato nel solito hotel di Vercelli dove si erano consumati anche gli altri, si sono presentati con il compromettente bottino: foto e video ottenuti durante gli altri incontri all’insaputa della loro vittima. “Dacci 20 mila euro o li diffondiamo”, è stata la minaccia.

E l’uomo, terrorizzato all’idea che i due potessero davvero mettere in atto la loro minaccia, aveva prelevato i soldi dal proprio conto in banca, salvo poi ripensarci e andare a raccontare tutto ai carabinieri. Ed è stato grazie alla collaborazione della stessa vittima che i carabinieri hanno potuto arrestare i due estorsori mentre, sul luogo previsto per lo scambio di denaro, rinnovavano la richiesta dei ventimila euro. In possesso dei due giovani sono stati trovati ben cinque telefoni cellulari che contenevano le immagini oggetto del ricatto. L’arresto è avvenuto lunedì scorso, in via Trino, a Vercelli da dove i due sono stati portati in carcere per ordine del magistrato.

Ti suggeriamo anche  Violenza al Pride di Buenos Aires: uomo picchiato con una mazza da hockey