Uganda, attivista per i diritti LGBTQIA+ accoltellato in pieno giorno nei pressi della sua abitazione

Frank Mugisha, primo portavoce della comunità LGBTQIA+ nel paese, non ha dubbi: si tratta dell'ennesimo crimine d'odio da parte di una popolazione legittimata dall'omobitransfobia istituzionale.

ascolta:
0:00
-
0:00
uganda-aggressione-attivista
L'attivista Steven Kabuye, 25 anni, ricoverato dopo un'aggressione a sfondo omobitransfobico - Foto di Reuters
2 min. di lettura

Dall’emanazione di uno dei regolamenti più omofobi e intransigenti a livello mondiale in Uganda, qui la comunità LGBTQIA+ non è più al sicuro. Lo dimostra la recente aggressione a un prominente attivista per i diritti gay, accoltellato in pieno giorno nei pressi della sua abitazione. Aveva già ricevuto minacce.

Steven Kabuye, 25 anni, è miracolosamente sopravvissuto all’attacco e si trova oggi ricoverato in gravi condizioni, ma non in pericolo di vita.

La dinamica dei fatti è da film dell’orrore: due uomini ancora non identificati a bordo di una motocicletta avrebbero sorpreso Kabuye mentre si stava recando in ufficio, sarebbero scesi dalla moto per poi colpirlo con tre fendenti – uno al collo, uno al braccio e uno allo stomaco – e lasciarlo morire in mezzo alla strada.

Il tutto ripreso dallo smartphone dello stesso Kabuye, in un video ricondiviso poi dall’account X dell’associazione LGBTQIA+ per cui opera come volontario, Coloured Voices. La polizia Ugandese si è dichiarata estranea ai fatti fino a poche ore fa, ma ha promesso un’indagine approfondita sull’accaduto.

Frank Mugisha, primo portavoce della comunità LGBTQIA+ nel paese, non ha però dubbi: si tratta di un’aggressione a sfondo omobitransfobico, incoraggiata anche dall’atteggiamento istituzionale sempre più ostile verso le minoranze sessuali:

L’odio profondo per la comunità che la nuova legge ugandese dimostra non fa altro che incentivare attacchi di questo tipo. Ne vedremo sempre di più, purtroppo”.

Ricordiamo infatti che il nuovo regolamento, approvato l’anno scorso in una bufera di critiche a livello internazionale, prevede la pena di morte per alcuni reati legati all’attività sessuale tra persone dello tesso sesso. Almeno sette persone sono state arrestate per i suoi effetti, ma i gruppi di attivisti riportano una situazione ancora più grave.

Si parla di un’escalation di violenza privata contro persone gay, lesbiche e transgender tra stupri punitivi, torture e veri e propri pestaggi organizzati, con buona pace delle forze di polizia che spesso archiviano sommariamente le indagini – quando non sono esse stesse a perpetrare le violenze.

Di fronte alle crescenti preoccupazioni internazionali, il governo ugandese ha però rilasciato dichiarazioni in cui minimizza la gravità della situazione, sostenendo che una delle leggi più contestate, criticata per la repressione degli individui LGBTQIA+, avrebbe in realtà l’obiettivo limitato di criminalizzare le pratiche omosessuali e la loro promozione, piuttosto che colpire l’intera comunità.

Questa posizione, tuttavia, sembra ignorare le contraddizioni tra le esperienze vissute dalla comunità LGBTQIA+ e l’immagine che il governo cerca di proiettare: se il caso di Steven Kabuye ha raggiunto l’attenzione internazionale, è impossibile stimare la mole dell’ondata di violenza e repressione verso la comunità in tutto il paese poiché molti casi non vengono denunciati.

A dicembre, alcuni attivisti per i diritti LGBTQIA+ in Uganda si sono rivolti alla corte costituzionale per chiedere al governo di abrogare il nuovo regolamento – causa corroborante se non scatenante di episodi simili – poiché incostituzionale. Ad oggi, tuttavia, si attende ancora una sentenza.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Federico Massaro, Grande Fratello

Grande Fratello, il messaggio di Federico Massaro per il fratello transgender

Culture - Luca Diana 29.2.24
Andrea Bossi con la sua amica Serena - foto dal canale TikTok pubblico di Serena

Andrea Bossi, l’omicidio di un ragazzo queer, ucciso soltanto per un pugno di gioielli?

News - Giuliano Federico 2.3.24
stati-uniti-transfobia-omofobia-antisemitismo-e-suprematismo-bianco-dilagano-nelle-fila-del-partito-repubblicano (2)

Stati Uniti: transfobia, omofobia, antisemitismo e suprematismo bianco dilagano nel Partito Repubblicano

News - Francesca Di Feo 1.3.24
Francesco Panarella

Francesco Panarella e il morbo di Kienbock: “Recitare mi ha salvato la testa”

Culture - Luca Diana 28.2.24
Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO) - Due megattere maschi fanno sesso storico primo avvistamento alle Hawaii - Gay.it

Due megattere maschio fanno sesso, storico primo avvistamento alle Hawaii (FOTO)

News - Redazione 1.3.24
Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: "Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche" - Mary e George cover - Gay.it

Mary & George, Oliver Hermanus e le scene di sesso gay: “Orge difficili da coreografare, le volevo autentiche”

Serie Tv - Federico Boni 1.3.24

Leggere fa bene

africa lgbtiq occidente

Se in Africa vedono la questione LGBTIQ+ come arroganza occidentale e le autocrazie ne approfittano

News - Giuliano Federico 18.10.23
kenya lgbt tiktok

TikTok collabora con il governo del Kenya per vietare tutti i contenuti LGBTQIA+

News - Redazione 28.9.23
uganda lgbt

L’Uganda e la legge anti-LGBTI, a nulla servono pressioni di USA e Banca Mondiale

News - Giuliano Federico 15.11.23
senegal corpo bruciato presunto gay

Senegal, riesumato e bruciato perché presunto gay e considerato “mezzo uomo e mezzo donna” – VIDEO

News - Giuliano Federico 31.10.23
ghana-cardinale-contro-disegno-di-legge-omofobo

Ghana, il Cardinale Turkson contro la legge anti-LGBTQI+: “L’omosessualità andrebbe capita, non criminalizzata”

News - Francesca Di Feo 29.11.23
africarivista.it

Mauritius, la Corte Suprema ha depenalizzato l’omosessualità

News - Redazione 6.10.23
africa-burundi-lapidare-omosessuali

Africa, il presidente del Burundi invita la popolazione a lapidare gli omosessuali

News - Francesca Di Feo 2.1.24
africa-comunita-lgbtqia-amnesty-international

Africa, la comunità LGBTQIA+ “verso l’estinzione”: il rapporto di Amnesty International

News - Francesca Di Feo 12.1.24