Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli

Ha appena festeggiato 30 anni di attività nel mondo del porno gay il regista Kristen Bjorn. Diventato famoso per la sua maniacale attenzione per la fotografia, Bjorn ha segnato un'epoca.

Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli - bjornBASE - Gay.it
4 min. di lettura

Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli - bjornF1 - Gay.it

Lo scorso 12 ottobre il regista Kristen Bjorn ha festeggiato il suo cinquantaquattresimo compleanno, e i suoi primi trent’anni nel mondo del porno gay. Un traguardo di tutto rispetto per uno dei registi che più hanno saputo reinventare il concetto di pornografia gay, e che a tutt’oggi viene considerato un nome di riferimento imprescindibile per tutto il settore. Ma chi è Kristen Bjorn? Il suo vero nome è Robert Russell, ed è nato a Londra nel 1957 da madre russa e padre inglese. Per seguire gli impegni diplomatici del padre si trasferisce giovanissimo a Washington D.C. e una volta terminato il liceo inizia a girare il mondo, nella speranza di perfezionare la sua tecnica fotografica e iniziare a lavorare per riviste come National Geographic. Dopo aver girato in lungo e in largo Asia ed Europa, nel 1978 arriva a San Francisco e viene folgorato dalla vivace comunità gay locale e dal suo rapporto disinibito col sesso.

Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli - bjornF2 - Gay.it

Così comincia a lavorare su se stesso per diventare più attraente, e nel 1981 entra in contatto con il fotografo Fred Bisonnes, molto noto nel giro delle riviste porno gay dell’epoca, che lo trasforma in un modello per i suoi servizi e lo porta a girare due video con la Falcon ("Biker’s Liberty" e "The New Breed"). Qui gli viene dato il nome d’arte Kristen Bjorn, in onore della sua vaga somiglianza col tennista Bjorn Borg. Tuttavia la sua vera vocazione è quella di stare dietro la macchina fotografica, e così nel 1982  si trasferisce in Brasile per realizzare servizi fotografici omoerotici da spedire alle riviste statunitensi. Mediamente riesce a realizzare 20 o 25 servizi al mese, ma dopo qualche anno decide che le foto non gli bastano più e che è arrivato il momento di tradurre la sua poetica in video. Così nel 1988 produce Tropical Heatwave, che nonostante il basso budget e i modesti mezzi gli permette di reinvestire i guadagni in produzioni di volta in volta più impegnative, che cura in maniera meticolosa e ricercando una qualità del tutto inedita per questo genere di produzioni. Al di là dell’estrema cura nella regia e nella fotografia, che può richiedere quattro giorni per filmare ciascuna scena, col tempo la poetica di Kristen Bjorn diventa subito riconoscibile.

Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli - bjornF3 - Gay.it

Ad esempio dando per scontati i rapporti interrazziali e le scene in location suggestive ed esotiche, ma rigorosamente reali. Solo vere foreste, vere fattorie, vere ville… Per dare al tutto una dimensione più verosimile. Inoltre la cura del regista diventa addirittura maniacale nelle scene di gruppo, che non di rado si trasformano in vere e proprie composizioni artistiche, senza contare il reale marchio di fabbrica delle sue produzioni: gli orgasmi multipli che un sapiente montaggio rende possibili in ciascuna scena. Non bisogna poi scordare l’attenzione riservata da Kristen Bjorn alla post produzione: dal ridoppiaggio delle parti poco convincenti all’utilizzo di musica rigorosamente ambient, new age o etnica creata per l’occasione, che ha rappresentato un vero e proprio spartiacque nell’ambito delle colonne sonore del porno gay, che fino a quel momento si erano limitate a copiare i ritmi che andavano per la maggiore in discoteca. Altra particolarità di Kristen Bjorn è quella di realizzare film ambientati nelle nazioni in cui risiede, anche per poter seguire la sua passione per i viaggi.

Bjorn: 30 anni di porno gay a suon di orgasmi multipli - bjornF4 - Gay.it

E così nel tempo ha deliziato il suo pubblico con film ambientati in Australia, in Canada, negli USA, nel’Europa dell’Est e in Europa. Attualmente vive a Barcellona, dove continua a produrre i suoi film con cura certosina per mantenere intatta la qualità che lo contraddistingue, tant’è che dal 1988 a oggi ha realizzato solo una cinquantina di film. Nel 2000 ha fondato anche la Sarava Production, una compagnia parallela alla Kristen Bjorn Production, in cui però compare solo come produttore esecutivo lasciando spazio ad altri registi che decidono di sposare la sua estetica. Tra gli altri vale la pena di ricordare l’italiano Lukas Kazan, che con la sua presenza ha compensato almeno in parte la mancanza di film realizzati direttamente da Kristen Bjorn in Italia, anche se a ben guardare una quota di porn perfomers italiani nei suoi film non è mai mancata, pur passando generalmente sotto silenzio. Il contributo di Kristen Bjorn all’immaginario omoerotico moderno è stato notevole, precorrendo mode e tendenze – come quella dei musclebear – in tempi non sospetti, ma sicuramente ha ancora molto da dire e le sue aperture alle coproduzioni (come quella appena avvenuta con la Belami) ne sono un buon esempio.

di Valeriano Elfodiluce

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Tiziano Ferro ospite di Voci Parallele

Giuni Russo “Voci Parallele”: Tiziano Ferro, Irene Grandi e tutti gli ospiti del concerto in ricordo di un’artista immensa

Musica - Emanuele Corbo 12.6.24
I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming - ilm queer - Gay.it

I film LGBTQIA+ della settimana 10/16 giugno tra tv generalista e streaming

Corpi - Federico Boni 10.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l'omofobia - Dennis Gonzalez - Gay.it

Dennis Gonzalez, il nuotatore artistico fresco di trionfo europeo che ha sconfitto anche l’omofobia

Corpi - Redazione 13.6.24
Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: "È rainbow washing", ma è davvero così? Abbiamo indagato - Roma ecco il primo treno metro rainbow con i colori della Pride Progress VIDEO 2 - Gay.it

Roma Pride, treno arcobaleno sotto attacco: “È rainbow washing”, ma è davvero così? Abbiamo indagato

News - Francesca Di Feo 14.6.24
Prisma 2 Andrea Daniele scena sesso Lorenzo Zurzolo Mattia Carrano 01

Prisma 2, spoiler: la scena di sesso tra Andrea e Daniele non è gay, Bessegato: “Non sono una coppia gay”

Serie Tv - Mandalina Di Biase 11.6.24

Hai già letto
queste storie?

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano) - 1000056146 01 - Gay.it

HUGO™ 2: recensione dei due nuovi massaggiatori prostatici della LELO (che gli uomini sposati amano)

Corpi - Gio Arcuri 29.1.24
Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l'assalto a Capitol Hill - Steven Miles - Gay.it

Steven Miles, il pornodivo bisessuale, Proud Boy e trumpiano, condannato a 24 mesi di carcere per l’assalto a Capitol Hill

News - Redazione 20.2.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
dieta-vegana-livelli-di-libido

I vegani lo fanno meglio: uno studio rivela che una dieta plant-based incrementa i livelli di libido

Corpi - Francesca Di Feo 12.1.24
Emma Stone in Poor Things (2023)

Emma Stone difende le scene di sesso in Povere Creature

Cinema - Redazione Milano 19.1.24
Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati - pornhub 2023 - Gay.it

Pornhub 2023, Italia nona al mondo. Crollo durante Sanremo. Ecco i pornodivi gay più ricercati

Corpi - Redazione 15.12.23
eyes wide shut

Durante le feste si fa più sesso?

Lifestyle - Riccardo Conte 18.12.23