I soldati della Seconda Guerra Mondiale a nudo, letteralmente

È la raccolta fotografica di Taschen, che racconta l’intimità forte e paradossale che si crea tra i giovani sotto le armi.

Rare fotografie di soldati e marinai nudi della Seconda Guerra Mondiale mostrano un altro aspetto della guerra.

Momenti di sollievo fuori dalle trincee e dalle caserme, dove uomini a malapena maggiorenni sono cresciuti, scene di vita quotidiana e di amicizie nate in un contesto storico difficile: quello della Seconda Guerra Mondiale.

My Buddy: World War II Laid Bare”, racconta il conflitto bellico attraverso scatti recuperati dal fotografo di Los Angeles Michael Stokes. Momenti immortalati non da un professionista ma dai soldati, provenienti da Australia, Francia, Inghilterra, America, Russia, Italia, Polonia ed Europa dell’Est.

my buddy

Comune denominatore è la nudità e l’amicizia: nulla di omoerotico né sessuale, solamente dei corpi maschili liberi e il senso di gioia ed evasione giovanile anche durante l’orrore dei combattimenti, in una serie di splendide fotografie della collezione, pubblicate da Taschen.

my buddy seconda guerra mondiale soldati nudi

Ti suggeriamo anche  Constantinos Kavafis, alimentare piaceri e frustrazioni con la mente: l'arte del poeta greco gay