È lesbica e il giudice le toglie il figlio

Il marito si separa per “lesbismo” della moglie e il giudice le toglie il figlio di un anno e mezzo. È successo a Palermo due anni fa. Oggi la donna ha vinto la causa e ha riabbracciato il figlio.

È stata allontanata dal figlio dopo la causa del suo divorzio. Il marito, infatti, aveva avviato l’istanza di separazione per colpa, cioè per "lesbismo" della moglie. I genitori di lei, una ragazza di Palermo di 29 anni, avevano addirittura confermato l’omosessualità della figlia. Al giudice era sembrato un buon motivo per separarla dalla prole.