Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento

Il successo di Grindr e Tinder rispetto alle App per sole donne con vita breve e incerta

Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento - Wapa 1 - Gay.it
4 min. di lettura
Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento - Grindr2 - Gay.it

Nasceva nel 2009, con l’avvento e la diffusione degli smartphone Grindr, la app pensata per uomini gay o bisex. Lo scopo mettere in contatto immediato persone vicine e farle incontrare velocemente per avere rapporti sessuali. Tutto possibile grazie al GPS o geolocalizzazione. A distanza di così pochi anni è già ben noto il grado di dipendenza che Grindr ha avuto su molti, come dicevamo appunto un mese fa e altrettanto interessanti sarebbero da approfondire le esperienze e le opinioni di chi ne è diventato un esperto. Un’analisi da fare prossimamente.

Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento - Tinder2 - Gay.it

Nel 2012, visto il suo successo, il mercato non tarda a rilanciare e nasce Tinder (letteralmente “esca”) che offre la stessa possibilità a utenti eterossessuali. Nel 2014 Esca registra già un miliardo di “strisciate” (delle dita sugli screens) al giorno. Era ancora il 2012 quando, finalmente, iniziano ad apparire le prime applicazioni per sole donne: Wing Ma’am, Qrushr Girls, Pink Sofa… e Brenda, la più conosciuta in Italia fino alla sua prematura scomparsa, che sembrerebbe datata circa un anno fa. Conseguenti tristezza, senso di sconfitta e spaesamento di alcune lesbiche da questa già ampiamente dipendenti, come ricordava mesi fa il blog Memorie di una lesbica atipica.

Ma purtroppo, nonostante il loro numero, nessuna delle app per sole donne ha avuto il successo di Grindr o Tinder.

Le motivazioni possono essere varie ed eventuali:
– gli uomini o le coppie etero, come accadeva in molte chat al femminile, si infiltravano in cerca di avventure imbrogliando le romantiche utenti. Problema risolto con le registrazioni tramite Facebook, che prendono le sue info;
– le donne, in molti casi, hanno meno bisogno di incontri occasionali, ma di più tempo per conoscersi, piacersi e, in caso, avere rapporti sessuali soddisfacenti;
– è l’uomo che per convenzione ha il compito di conquistare e un’app basata sulla “caccia” non sembrerebbe calzare benissimo al target femminile, come sostiene il The Daily Dot.. Anche se le lesbiche sembrerebbero aver imparato bene!

Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento - Brenda1 - Gay.it

Non ci è dato saperlo e non esistono ancora studi online sul tema, fatto sta che Brenda ha avuto vita breve e le donne si sono trovate presto senza un’app d’incontri fino a quando non è misteriosamente apparsa Wapa. Misteriosamente perché tuttora risulta alquanto arduo trovare informazioni relative alla sua nascita o storia, mentre è molto facile trovare il pagina Fb , per capire prontamente che Wapa è in realtà “figlia” di Wapo, stessa app stessa grafica, ma: di nuovo per uomini! Verrebbe da pensare a quel punto che Wapo, visto il nome, sia un’app come Grindr diffusa in America Latina e invece la pagina Fb in questione ha soltanto 247 Like, contro i 121.282 di Grindr!!

Eppure Wapa sta sostituendo Brenda in modo abbastanza veloce e relativamente capillare, ma nessun dato è rintracciabile appunto, poiché su di Lei neanche Wikipedia in inglese da alcuna informazione.

Le app di incontri per donne: Brenda scomparsa e Wapa a pagamento - Pinksofa1 - Gay.it

Lo stesso accade se cerchiamo informazioni o “cenni storici” su Brenda o PinkSofa, ancor che se guardiamo le rispettive pagine Fb, la prima con un bassissimo 296 Like e la seconda con poco più di 8 mila Mi piace.

Di sicuro l’eccessivo numero di app per sole donne in contemporanea in funzione, non ha facilitato il confluire delle persone nella stessa, requisito base per rendere un Social Network più appetibile degli altri concorrenti.

Un’altra novità alquanto sgradevole che Wapa ha portato con sé è il pagamento. Esatto, un costo di 3,99 Euro al mese per avere l’applicazione ben funzionante. Questa infatti può essere utilizzata anche gratis, rinunciando all’uso delle Impronte, che hanno la stessa funzione dei vecchi poke di Facebook, che potrebbe anche essere tollerabile. Il problema che Wapa però presenta, in tal caso, è che ogni 2-3 persone di cui la utente guarda il profilo, pubblicità di giochi o altro bloccano lo schermo irrimediabilmente per circa mezz’ora; lasso di tempo durante il quale è impossibile continuare a utilizzarla come, per esempio, finire un discorso in chat… visto che un’altra particolarità delle chat o app per sole donne è il parlare… e parlare

Attendiamo con ansia e speranza il giorno in cui esiterà un’applicazione gratuita di incontri per sole donne perché i diritti (e i servizi) devono essere uguali per tutti e tutte.
A quel punto però, non sarà affatto certo che ci andrà di utilizzarla!

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

tormentoni queer dal 2000 al 2023

Tormentoni queer, dal 2000 al 2023 le canzoni che hanno reso indimenticabili le nostre estati

Musica - Emanuele Corbo 15.7.24
spiagge gay italiane spiagge queer lgbtqia

Speciale Spiagge 2024: 100 spiagge gay in Italia da non perdere

Viaggi - Redazione 1.7.24
Omar Rudberg, la "salatissima" vacanza social della star di Young Royals - Omar Rudberg 0 - Gay.it

Omar Rudberg, la “salatissima” vacanza social della star di Young Royals

Culture - Redazione 17.7.24
Kit Connor di Heartstopper sarà Hulkling, supereroe gay, nel Marvel Cinematic Universe? - Kit Connor di Heartstopper sara Hulkling supereroe gay nel Marvel Cinematic Universe - Gay.it

Kit Connor di Heartstopper sarà Hulkling, supereroe gay, nel Marvel Cinematic Universe?

Culture - Redazione 17.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24
Rocco Barocco attacca il Pride

Rocco Barocco, lo stilista apertamente gay attacca il Pride

News - Mandalina Di Biase 17.7.24

Hai già letto
queste storie?

x-politiche-deadnaming-misgendering

X reintroduce le politiche di moderazione contro deadnaming e misgendering

News - Francesca Di Feo 6.3.24
Peppi Nocera coming out La Badante shitstorm

Il coming out non è solo gay, Peppi Nocera travolto dalle polemiche dopo la nostra intervista

Culture - Redazione Milano 22.1.24
Fedez annuncia apertura canale OnlyFans

Fedez cede a OnlyFans e apre il suo canale: “Mi consigliano di ripulirmi l’immagine e faccio il contrario”

News - Emanuele Corbo 21.6.24
Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: "Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi". L'intervista - Rey Sciutto cover - Gay.it

Rey Sciutto, trionfatore di The Floor: “Cerco di promulgare una società più inclusiva, abbattendo stereotipi”. L’intervista

Culture - Federico Boni 5.2.24
"How to have sex", l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini - Matteo B Bianchi 1 - Gay.it

“How to have sex”, l’esordio di Molly Manning Walker: il mondo ci vuole espertə come adulti e inconsapevoli come bambini

Cinema - Federico Colombo 17.4.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Balducci, Marchisio, Martin e tanti altri - specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Balducci, Marchisio, Martin e tanti altri

Culture - Redazione 11.3.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Mahmood per Paper Magazine

Mahmood apre il dibattito: “Sputo o lubrificante?”, e i fan si scatenano. I commenti più divertenti

Musica - Emanuele Corbo 19.6.24