Laura Boldrini premiata da Arcigay Salerno per il suo impegno nel campo dei diritti

"Agli omofobi e a tutti coloro che vogliono riportarci indietro dico: Fatevene una ragione perché non ci riuscirete. Noi non indietreggeremo mai". Queste le parole dell'ex presidente della Camera.

boldrini
2 min. di lettura

Un discorso emozionante, quello di Laura Boldrini a Salerno di ieri, quando ha ricevuto il premio “Apollo Mediterraneo”. Una riconoscimento particolare di Arcigay Marcella Di Folco per l’impegno della deputata, consegnato in occasione del Salerno Pride 2019 e in ricordo dei 50 anni dei Moti di Stonewall. Nel suo discorso, subito dopo aver ricevuto il premio, l’onorevole Boldrini si è rivolta direttamente ai politici più conservatori:

Siamo sempre dalla parte di chi non ha ancora l’affermazione di tutti i propri diritti. Agli omofobi e a tutti coloro che vogliono riportarci indietro dico: Fatevene una ragione perché non ci riuscirete. Noi non indietreggeremo mai; la storia non torna mai indietro. Occupatevi dei problemi degli italiani che forse è arrivato il momento.

A spiegare la motivazione che ha portato Arcigay Salerno a scegliere la deputata come “vincitrice” del premio, ci ha pensato Francesco Napoli, presidente dell’associazione LGBT:

Un onore ed un piacere, un piccolo segno di riconoscenza per la vicinanza al nostro comitato e per l’impegno ed il sacrificio quotidiano dell’onorevole Boldrini. Sappiamo quale sia la fatica nel contrastare linguaggi di odio e di divisione e speriamo che sia un gesto di sostegno e di incoraggiamento per continuare. La mostra ed il premio nascono in occasione dei 50 anni di Stonewall ed è la conclusione dell’itinerario del Salerno Pride 2019. Un ringraziamento alle istituzioni, alle artiste ed agli artisti che hanno voluto dare il proprio contributo .

Il presidente di Arcigay Salerno ha ricordato, seppur non direttamente, gli insulti sessisti che la politica ha ricevuto da quando è entrata alla Camera dei Deputati, ormai 6 anni fa. Insulti che vengono spesso rivolti anche alla comunità LGBT, alimentando così l’odio, senza la preoccupazione di avere problemi con la giustizia.

Boldrini: “Dare i diritti a chi non li ha, non li toglie a chi ce li ha già”

Laura Boldrini ha parlato anche dell’Onda Pride e di tutte le parate che sono state organizzate in Italia. Riferendosi a Stonewall, ha affermato:

Da allora abbiamo fatto tanta strada. Oggi abbiamo i Pride che sono un fiume in piena, centinaia di migliaia di persone che vogliono stare vicino alla comunità LGBT per una questione di civiltà, per una questione di consapevolezza. Dare i diritti a chi non ce l’ha, non li toglie a chi ce li ha già. Io sono onorata di ricevere un premio per l’azione di sostegno per i diritti di tutti e di tutte.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

thailandia-matrimonio-egualitario

La Thailandia verso il matrimonio egualitario: approvazione del disegno di legge entro fine anno

News - Francesca Di Feo 19.2.24
Joker 2 sarà un musical o no? Budget da 200 milioni e cachet da 12 milioni per Lady Gaga - Joker 2 - Gay.it

Joker 2 sarà un musical o no? Budget da 200 milioni e cachet da 12 milioni per Lady Gaga

Cinema - Redazione 22.2.24
La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura - Sessp 38 - Gay.it

La storia di Radclyffe Hall: così fu censurato il primo romanzo lesbico della letteratura

Culture - Federico Colombo 20.2.24
Grecia, l'Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: "Deplorevole, inaccettabile e antistorico" - Alessandro Magno - Gay.it

Grecia, l’Alessandro Magno bisessuale di Netflix finisce in parlamento: “Deplorevole, inaccettabile e antistorico”

Serie Tv - Redazione 21.2.24
Foto: SchiDechDaily

Parità di genere nella Preistoria? Le donne erano cacciatrici come gli uomini (e anche meglio!)

News - Redazione Milano 20.2.24
glaad-gaming-report

Il 17% dellǝ appassionatǝ di videogames è queer, ma l’industria ci rappresenta? Il rapporto di GLAAD

Culture - Francesca Di Feo 14.2.24

Hai già letto
queste storie?