Foto

Gabriel Guevara, chi è l’attore spagnolo sulla bocca di tuttə?

Ecco tutto quello che sappiamo sull'attore di "Mar Afuera".

ascolta:
0:00
-
0:00
Gabriel Guevara
Gabriel Guevara - Foto: Instagram @gabrieloxguevaraa
5 min. di lettura

Che sia su Prime Video, Netflix o HBO, Gabriel Guevara è uno dei volti più promettenti della nuova generazione di attori spagnoli che – ne siamo certi – saprà far parlare di sé ancora a lungo.

Negli ultimi anni, infatti, grazie al suo aspetto fisico, ma anche e soprattutto alla sua bravura, è riuscito a conquistare migliaia di adolescenti in tutto il mondo, regalandoci diverse interpretazioni in serie tv come Skam España” e “HIT“, e pellicole come “È colpa mia?” e “Mañana es hoy“. E non finisce qui perché presto sarà Álvaro nel remake spagnolo di “Mare fuori.

Da lì Guevara non si è più fermato, diventando sempre più noto e apprezzato tanto dai registi quanto dalla critica.

Ma cosa sappiamo di lui, della sua vita privata e della sua carriera? Scopriamolo insieme…

Gabriel Guevara chi è
Gabriel Guevara – Foto: Instagram @gabrieloxguevaraa

Gabriel Guevara: vita privata

Nato e cresciuto a Madrid, in Spagna, Gabriel Guevara Mourreau è un figlio d’arte.

Sua madre, infatti, è l’attrice, modella e conduttrice televisiva francese Marléne Mourreau, mentre il padre è Michel Guevara, un ballerino cubano. Proprio per questo motivo, egli è di madrelingua francese e spagnolo, ma parla molto bene anche l’inglese.

La sua passione per la recitazione è sbocciata quando era ancora piccolissimo, grazie agli impulsi che gli arrivavano dalla famiglia. A dichiararlo è stato egli stesso in un’intervista rilasciata ai colleghi spagnoli di GQ:

Fin da piccolissimo, quando avevo sette o otto anni, ho iniziato a lavorare al Teatro Real di Madrid, come figurante, e mi è piaciuto molto. A quel tempo non lo vedevo come un “lavoro”, ma come un’attività extrascolastica. Sono andato lì, mi sono divertito e mi hanno pagato per farlo!“.

Nella stessa intervista, Gabriel ha dichiarato di essere sempre stato un ragazzo molto timido e introverso, e di aver migliorato questo lato del suo carattere proprio grazie al teatro e alla recitazione.

Tornando alla sua vita privata, Gabriel a soli 18 anni ha deciso di lasciare la propria casa e di andare a vivere da solo, con la voglia di costruirsi il suo futuro in maniera indipendente:

A 18 anni me ne sono andato, non ho aspettato un giorno […]. Non potevo più sopportare di vivere a casa. Volevo diventare indipendente e volare. Volevo andare lontano e mia madre era felicissima. Mia madre mi ha detto: «Sono contenta che stai così bene e che vai lontano»“, ha dichiarato ai colleghi di folie.es.

Un’intervista nella quale Guevara si è lasciato parecchio andare e ha persino svelato che il suo appuntamento ideale deve svolgersi “in un posto con bella vista, con luci soffuse e buon vino… e con qualcuno completamente trasparente“. Caratteristiche che immaginiamo abbiamo caratterizzato il primo incontro con la sua attuale fidanzata, l’attrice María De Nati.

Gabriel Guevara chi è
Gabriel Guevara – Foto: Instagram @gabrieloxguevaraa

Gabriel Guevara: l’arresto a Venezia

Nella vita privata di Gabriel Guevara, però, nonostante la giovane età, c’è già una brutta pagina di cronaca alle spalle.

Il giovane attore franco-spagnolo, infatti, sabato 2 settembre 2023 è stato arrestato a Venezia dalla polizia locale perché su di lui pendeva un mandato di arresto internazionale con l’accusa di violenza sessuale emesso dalla Francia. Il giovane attore era al Lido perché vincitore del Filming Italy Best Movie International Award Young Generation.

Ad oggi, però, sappiamo che la Corte d’Appello di Venezia ha rigettato tutto: i giudici italiani – secondo quanto riportato da RaiNews.it -, infatti, hanno applicato il principio del “ne bis in idem”, che stabilisce che una persona non può essere giudicata due volte per lo stesso fatto. Il giovane era già stato indagato in Spagna per lo stesso reato e il caso era stato archiviato.

L’organizzazione del Filming Italy Best Movie International Award Young Generation che doveva assegnare il premio all’attore, appresa la notizia dell’arresto, aveva sospeso in via cautelativa qualsiasi riconoscimento, in attesa che venisse accertata la natura dei fatti che lo riguardavano “e con la completa fiducia che la giustizia che facesse il suo corso”.

Non è dato sapere, però, se alla fine il riconoscimento gli sia stato consegnato.

Gabriel Guevara
Gabriel Guevara – Foto: Instagram @gabrieloxguevaraa / @rtvecomunicacion

Gabriel Guevara: dove lo abbiamo già visto?

Come dicevamo, Gabriel Guevara ha iniziato a recitare sin da giovanissimo, prima facendo brevi comparse a teatro o in spot pubblicitari, per poi approdare su set cinematografici sempre più prestigiosi. Un’evoluzione lenta che, però, lo ha portato a raggiungere già grandissimi risultati.

Ma Gabriel come ha capito che la recitazione sarebbe diventato il suo lavoro? A raccontarlo è stato egli stesso, ammettendo che l’intuizione l’ha avuta suo padre Michel Guevara, quando lui era ancora molto piccolo e lo ha portato a fare dei casting:

Il mio primo personaggio è stato quando avevo 18 anni, ma avevo già fatto cose nei musical, nell’opera, al Teatro Real. Mi è sempre piaciuto molto. Al Teatro Real ho iniziato a lavorare con mio padre ed è stato lui a farmi entrare nel mondo della recitazione. Lo apprezzo molto. Grazie a lui ho una vita, un sogno e un obiettivo“, ha dichiarato a GQ.

Dal 2018 ad oggi, infatti, Guevara ha avuto modo di interpretare diversi personaggi. Ha esordito come Cristian “Cris” Miralles Haro in “Skam España“; nel 2020 ha partecipato al film “Charter”, diretto da Amanda Kernell, e successivamente ha preso parte alla serie tv “Señoras del (h)AMPA” andata in onda su Telecinco e alla serie spagnola “HIT“.

Ma non finisce qui! Negli anni a venire, infatti, ha recitato anche nella serie “Tú no eres especial” (disponibile su Netflix) e ha interpretato il ruolo di Nacho Duato nella serie Bosé, per poi prendere parte al film “Mañana es hoy“, disponibile su Prime Video.

Infine, nell’ultimo anno è apparso nel ruolo di co-protagonista nel film “È colpa mia?“, al fianco dell’attrice Nicole Wallace. Un ruolo importante che, come dichiarato da egli stesso, lo ha portato a raggiungere un’inaspettata popolarità: “Non ho mai avuto fan o qualcuno che fosse così interessato alla mia vita o al mio lavoro, quindi questo mi ha reso molto orgoglioso. Ho un buon fandom, tutti sono affettuosi, persone molto buone. Spero che continui così, che mi valorizzino e soprattutto che mi rispettino“, ha raccontato sempre a GQ.

Insomma, non ci resta che continuare a seguirlo per scoprire come interpreterà il ruolo di Álvaro – ovvero Chiattillo, interpretato in Italia da Nicolas Maupas – nel remake spagnolo di “Mare Fuori”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da (@gabrieloxguevaraa)

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d'America (VIDEO) - Queer Planet Official Trailer - Gay.it

Queer Planet, il trailer del doc sugli animali LGBTI+ scatena i conservatori d’America (VIDEO)

News - Redazione 21.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
©AFP

Meryl Streep è nessunə e tuttə noi

Cinema - Riccardo Conte 20.5.24
Il masturbatore nella versione standard LELO F1S V3

Recensione di LELO F1S™ V3: il masturbatore per persone pene-dotate che usa le onde sonore e l’intelligenza artificiale

Corpi - Gio Arcuri 10.4.24
Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: "La risposta è l'educazione alle diversità" - INTERVISTA - riccardo vannetti - Gay.it

Essere gay e candidarsi come sindaco in provincia, attacchi omofobi a Riccardo Vannetti: “La risposta è l’educazione alle diversità” – INTERVISTA

News - Francesca Di Feo 17.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24

Leggere fa bene

@giorgiominisini_

Giorgio Minisini contro gli stereotipi: perché essere maschio alfa, quando puoi stare bene? – L’intervista

Corpi - Riccardo Conte 21.2.24
Serie tv queer 2023

Da “Mare Fuori” a “Un professore”: le più belle storie d’amore queer raccontate in tv nel 2023

Serie Tv - Luca Diana 17.12.23
Jean Georges D’Orazio

Jean-Georges D’Orazio, chi è il nuovo fidanzato di Paolo Stella?

Culture - Luca Diana 4.1.24
Tutti nel Vortice - Palasport: tutti i duetti di Annalisa nel suo tour (video) - annalisa duetti cover - Gay.it

Tutti nel Vortice – Palasport: tutti i duetti di Annalisa nel suo tour (video)

Musica - Luca Diana 2.5.24
Capodanno 2024

Benevenuto 2024 queer: Mahmood, Billie Eilish, Paola e Chiara, Madame e altrə amicə

News - Luca Diana 3.1.24
Gabriele Virgilio

Gabriele Virgilio, dalla Puglia al palco dell’Elodie Show 2023: leggi l’intervista

Culture - Luca Diana 13.12.23
casa arcobaleno

Dipinge la casa arcobaleno per le sue figlie e per rispondere al vicino omofobo

News - Redazione Milano 27.11.23
Jorge González

Chi è Jorge González, uno dei favoriti del Benidorm Fest per rappresentare la Spagna all’Eurovision?

Musica - Luca Diana 3.2.24