MANCUSO RISPONDE AL CARD. MARTINO

"La voce di Dio sui diseredati del terzo millennio" è la risposta al Cardinale Renato Martino del segretario nazionale Arcigay.

MANCUSO RISPONDE AL CARD. MARTINO - bibbia omofobia - Gay.it
2 min. di lettura

BOLOGNA – Le esternazioni del Cardinale Renato Martino rispetto alla supposta nascita di Sante Inquisizioni, costituite per alimentare il pregiudizio verso i cristiani, ad opera di potenti e ricche lobby, meritano una risposta.
Come associazioni che ogni giorno cercano di promuovere i diritti di milioni di persone discriminate, escluse e ridotte al silenzio, ci colpisce il fatto d’essere accomunate alle potenti lobby economiche presenti nella società occidentale.
Il grido di dolore potentemente lanciato dal Cardinale, suscita, in ogni caso in noi, sentimenti di vicinanza e comprensione. D’altronde i milioni di nostri fratelli e sorelle che nei secoli sono morti arsi vivi nei roghi della Santa Inquisizione della Chiesa cattolica, nei campi di sterminio nazisti e, nei gulag del socialismo reale, ci consegnano una memoria indelebile, che ci ricorda che il sopruso dei forti sui deboli, dei tanti sui pochi, dei normali sui diversi, è un male assoluto che la Storia dell’uomo non è riuscita ancora a cancellare.
Infatti, quando prevale il pregiudizio morale sulla comprensione, la supposta superiorità valoriale sulla conoscenza, si affacciano pericolosamente all’orizzonte la brutalità, la ricerca del predominio, la violenza e l’ingiustizia delle guerre e degli stermini.
Ci piacerebbe su questo e altri temi, poter dialogare con il Cardinale Martino, e con altri alti prelati cattolici, ma ciò non è possibile perché siamo ritenuti non degni; un pericolo che può infettare il corpo sano di una gerarchia adamantina, che si trincera dietro la Tradizione a scapito dell’ascolto.
Non importa se negli ovattati palazzi sacri fino alle più periferiche parrocchie si nascondono migliaia di gay e lesbiche, consacrati o no, tutto ciò è compatibile basta che sia occultato.
Nascondersi è lecito, attendersi un riconoscimento alla luce del sole è impossibile.
Così la parola di Dio giunge afona, per lasciare il posto ai proclami solenni della Curia.
Evocare la Santa Inquisizione per accreditare un complotto delle potenti lobby gay internazionali, è doppiamente offensivo: noi siamo quel popolo che nel corso della storia ha provato sulla propria carne il fuoco purificatore; noi siamo quelli genti, cui per tutti i torti subiti dalla Chiesa temporale non hanno ancora ricevuto nemmeno una parola di pentimento!
Il Cristo trasfigurato sulla croce è, quindi, ridotto al ruolo di ragioniere dei peccati del mondo, che tenta una classifica, che con il tempo può variare a seconda delle convenienze degli uomini.
Il Suo messaggio di salvezza, che coinvolge gay credenti e non, è stracciato a vantaggio di poderosi tomi infarciti di pregiudizio, esclusione, condanne.
Noi siamo convinti che la Parola, non attraversi inutilmente i millenni e, che nonostante gli errori e le manipolazioni degli uomini e delle Chiese, rimanga attuale il suo senso più forte: siate felici e amatevi gli uni con gli altri.
Questo richiamo è vivo in tantissime comunità dei fedeli, associazioni, presbiteri, famiglie, eterosessuali, omosessuali, transessuali. Di questo le gerarchie dovrebbero tener conto, invece di inventare congiure inesistenti.
Aurelio Mancuso
Segretario nazionale Arcigay

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: "Non riuscirete ad intimidirci" - Stonewall Inn oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate - Gay.it

Stonewall Inn, oltre 150 bandiere arcobaleno vandalizzate: “Non riuscirete ad intimidirci”

News - Redazione 19.6.24
kyiv-pride-2024

Ucraina, perché il primo Kiev Pride dall’inizio dell’invasione russa è durato solo 30 minuti

News - Francesca Di Feo 18.6.24
Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: "Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer" - Dimitri Cocciuti - Gay.it

Non lasciarti sfuggire, intervista a Dimitri Cocciuti: “Il mio romanzo orgogliosamente inclusivo e queer”

Culture - Federico Boni 19.6.24
Tormentoni Queer estate 2024

Estate 2024, quali sono i tormentoni queer? La playlist di Gay.it

Musica - Luca Diana 4.6.24
Mahmood RA TA TA - Il velo e anche la tuta sono del brand palestinese Trashy Clothing

Mahmood fa “RA TA TA” con un velo palestinese che ha un significato

Musica - Mandalina Di Biase 13.6.24
Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano

Erika Colaianni e la compagna Manuela si sposano! La proposta di matrimonio durante il concerto di Ultimo – video

Culture - Luca Diana 15.6.24

Hai già letto
queste storie?

napoli-arcigay-im-queer-any-problem

Napoli, scontro interno tra associazioni LGBTIAQ+, Arcigay accusa il collettivo I’m Queer Any Problem?

News - Francesca Di Feo 1.2.24
Transgender triptorelina

Triptorelina, 35 associazioni trans* ed LGBTQIA+ chiedono di partecipare al tavolo tecnico per la revisione dei protocolli

Corpi - Francesca Di Feo 28.3.24
Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi - sit in Russia 8 - Gay.it

Associazioni LGBTQIA+ italiane in piazza per dire basta alla criminalizzazione degli attivisti russi

News - Redazione 11.1.24