Britney Spears sarà premiata come alleata della comunità LGBT

di

Queen Britney riceverà il premio dal GLAAD: ecco i più importanti momenti in cui si è battuta per le persone queer.

britney
CONDIVIDI
26 Condivisioni Facebook 26 Twitter Google WhatsApp
2446 0

Che sia un’icona gay non stiamo nemmeno a dirlo, ma ora a Britney sarà riconosciuto l’impegno a favore dell’inclusione e dei diritti.

Martedì prossimo il GLAAD, Gay and Lesbian Alliance Anti Defamation, nota organizzazione LGBT americana, conferirà a Britney Spears un riconoscimento come alleata della comunità LGBT.

Tra le motivazioni per premiare la popstar, che succede ad altre icone dello showbiz come Jennifer Lopez e Whoopi Goldberg, si citano in particolare “la sua costante dedizione alla lotta contro il bullismo omofobico e la difesa degli adolescenti LGBT, nonché l’opposizione alla proposta di legge antitransgender del Texas”.

Ecco una lista di sette momenti in cui la cara Britney si è dimostrata ben più della nostra ‘puttanpop’ preferita:

Ha partecipato alla campagna Igual in Brasile
L’iniziativa, lanciata dal cantante brasiliano Yann insieme ad altre star internazionali, era dedicata alle centinaia di persone LGBT vittime dei crimini d’odio nel Paese sudamericano.

Si è schierata a favore dei giovani transgender
Nel 2017, insieme ad altre 140 celebrità, Britney ha apertamente combattuto due proposte di legge del Texas in cui ai transgender si imponeva l’uso del bagno associato al sesso biologico e si obbligava gli insegnanti a fare outing degli studenti LGBT con i loro genitori. Le leggi non sono passate. [don’t fuck with Britney bitch!]

Ha scritto una lettera d’amore alla comunità LGBT
Ok la foto è uscita bizzarra, ma aveva delle buone intenzioni! Nella missiva pubblicata per il magazine americano Billboard, Britney ha scritto un vero atto d’amore ai fan LGBT: “Siete voi che mi sostenete, non il contrario! Il vostro amore incondizionato, l’assenza di pregiudizi”.

britney

Ha ‘sposato’ i suoi fan
Una coppia gay si è sposata dopo essersi conosciuta a uno dei suoi concerti da resident artist a Las Vegas. In un video di congratulazioni Britney ha detto di “Sentirsi onorata di far parte della vostra storia d’amore“. Ha persino firmato la licenza matrimoniale a un meet and greet.

Ha ricordato il massacro di Orlando
Insieme ad altri artisti Britney ha realizzato la canzone ‘Hands’, in ricordo delle vittime dell’attentato al club gay Pulse, in Florida.

Ha scritto una lettera per rincuorare un fan sul punto del suicidio 
Nel 2014 un giovane ragazzo omosessuale ha dichiarato che le canzoni di Britney lo avevano aiutato a rinunciare al suicidio. La popstar lo ha raggiunto con una lettera in cui ha scritto:  “Sono molto felice di sentire quanto tu sia stato coraggioso nel fare coming out“.

Ha partecipato allo Spirit Day, la giornata internazionale contro il bullismo
Nel 2015 Britney ha filmato un video con tanto di ciocche viola, il colore dello Spirit Day, per promuovere la giornata antibullismo. A Las Vegas ha anche organizzato un meet and greet per i fan LGBT e ha distribuito del materiale sulla violenza omofobica.

Leggi   Molestie: anche Britney Spears nel 2012 pagò il silenzio
Tutti gli articoli su:
Personaggi:

Commenta l'articolo...