Ritchie Torres, omosessuale e nero, sfiderà l’omofobo Rubén Díaz per il posto al Congresso

Il suo avversario è un ministro pentecostale di 76 anni, che dagli Anni '90 attacca la comunità LGBT.

Ritchie Torres
2 min. di lettura

Ritchie Torres è oggi un consigliere comunale di New York. E’ nero, di origine latina-americana, viene dal Bronx ed è apertamente omosessuale. E lunedì prossimo formalizzerà la sua candidatura al Congresso. Non è ancora tempo di elezioni, in America, ma l’aula dovrà sostituire il politico José E. Serrano, il quale ha deciso di andare in pensione prima del previsto per aver scoperto di soffrire di Parkinson.

Torres, ad oggi, è il primo consigliere ad essere gay, latino e nero. In caso di elezione, manterrebbe il primato anche all’interno del Congresso. Ma la strada per Ritchie Torres non è tutta in discesa. Infatti, dovrà scontrarsi con un forte avversario, Rubén Dìaz. Un ministro pentecostale di 76 anni, celebre per le sue uscite omofobe, oltre a essere da sempre contrario al matrimonio egualitario. Nel corso degli anni, il politico non ha perso occasione per denigrare la comunità LGBT. E proprio per questo, l’elezioni di Torres è importantissima.

Ritchie Torres VS l’omofobo Dìaz

Sean Meloy, presidente del Victory Fund, un comitato di azione politica che supporta i candidati LGBT e sta appoggiando la candidatura di Torres, ha affermato:

Se qualcuno come Rubén Díaz vincerà quel posto sarebbe un segno negativo. Sarebbe come perdere un seggio per l’uguaglianza.

E Meloy non esagera. E’ dagli anni ’90 che Dìaz condivide pubblicamente le sue idee omofobe, dimostrando con le sue parole di non essere molto ferrato nel tema. Ad esempio, nel 1994, ha affermato che i Giochi Gay che avrebbero fatto tappa a New York erano un pericolo, perché avrebbero diffuso l’AIDS e insegnato ai giovani che il sesso tra persone omosessuali non è assolutamente peccaminoso e immorale. 

Fermo sostenitore del matrimonio tra uomo e donna, ha più volte manifestato contro l’estensione delle nozze anche alle coppie LGBT. Nella contro manifestazione che si stava svolgendo lo stesso giorno, a favore del matrimonio egualitario, era presente sua nipote, lesbica. 

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Mahmood: "Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi"

Mahmood: “Sono stato un ragazzino cicciotello per niente cool, ma più libero e sicuro di chi sono oggi”

Musica - Emanuele Corbo 22.5.24
La Lega presenta una proposta di legge per "vietare l'insegnamento delle teorie gender nelle scuole" - Laura Ravetto - Gay.it

La Lega presenta una proposta di legge per “vietare l’insegnamento delle teorie gender nelle scuole”

News - Redazione 24.5.24
“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri - Specchio Specchio - Gay.it

“Specchio specchio delle mie brame”, la sexy gallery social vip tra Mahmood, Piper, Lamoglia, Ghali e altri

Culture - Redazione 23.5.24
Nemo vincitore Eurovision 2024

Nemo dopo l’Eurovision vola alla conquista degli States, ma “The Code” (per ora) non fa il botto

Musica - Emanuele Corbo 20.5.24
Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe - cover wp - Gay.it

Elezioni Europee e voto LGBTI+, guida alle candidature che aderiscono a #ComeOut4EU il programma di Ilga Europe

News - Lorenzo Ottanelli 20.5.24
Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo - In from the Side cover - Gay.it

Bingham Cup 2024, arriva a Roma il torneo internazionale di rugby inclusivo

Corpi - Federico Boni 20.5.24

Leggere fa bene

Pride Christmas Nutcracker (TARGET)

Schiaccianoci queer e Babbo Natale in sedia a rotelle? È subito polemica

News - Redazione Milano 28.11.23