In Svizzera i gay potranno donare sangue ma solo dopo 12 mesi di astinenza

Rappresenta un passo fondamentale ma ancora discriminante per la comunità gay.

In Svizzera i gay potranno donare sangue ma solo dopo 12 mesi di astinenza - Donazioni Sangue.jpg - Gay.it
World Blood Donor Day, Giornata Mondiale dei Donatori di Sangue; AVIS, via Bassini 26 (Nicola Marfisi, Milano - 2014-06-13) p.s. la foto e' utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e' stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate
< 1 min. di lettura

L’Istituto Svizzero per gli agenti terapeutici Swissmedic ha approvato la richiesta di sospensione del divieto per gli omosessuali di donare sangue in Svizzera.

Dal primo luglio 2017, agli omosessuali maschi, non sarà più sistematicamente vietato donare, come invece accadeva dal 1977, da quando cioè, indipendentemente dal comportamento sessuale, il divieto era giustificato dal rischio di trasmissione di agenti patogeni come i virus dell’HIV e dell’epatite B e C.

Nel documento non si parla di omosessuali ma di MSM (Men who have sex with men), sigla che comprende anche uomini bisessuali ed esclude invece gli omosessuali che praticano l’astinenza. E proprio in questo particolare rimane un elemento discriminate: per gli uomini omosessuali sarà possibile donare solo a patto che siano rimasti celibi per gli ultimi 12 mesi.

Un elemento che non si giustifica visto che, come già accade in Italia o Spagna, dovrebbe essere il comportamento sessuale a rischio il parametro a cui le autorità sanitarie dovrebbero fare riferimento. Indipendentemente dall’essere etero o omosessuali.

Non solo, nel comunicato della Swiss Medic, l’omosessualità è ritenuta di per se stessa come un comportamento a rischio: “Il nuovo rinvio di 12 mesi corrisponde alle precauzioni valide per vari altri comportamenti a rischio (p.es. persone che cambiano spesso partner, permanenza in paesi con tasso elevato di AIDS, rapporti sessuali con partner che hanno trascorso lunghi periodi in paesi con alto tasso di AIDS)”. 

Si tratta certamente di una decisione importante, il cui passo successivo, come affermato da Rudolf Schwabe direttore della Swiss Transfusion SRC, è di valutare i possibili donatori non in base al proprio orientamento, ma in base al comportamento sessuale.

Gay.it è anche su Whatsapp. Clicca qui per unirti alla community ed essere sempre aggiornato.

© Riproduzione riservata.

Partecipa alla
discussione

Per inviare un commento devi essere registrato.

Trending

Amadeus

Amadeus lascia la Rai e raggiunge Fazio sulla NOVE di Discovery

Culture - Mandalina Di Biase 10.4.24
Angelina Mango è pronta per l'Eurovision Song Contest che si terrà a maggio in Svezia

Perché Angelina Mango può vincere Eurovision 2024

Musica - Emanuele Corbo 11.4.24
GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO) - Gigi e Mahmood - Gay.it

GialappaShow, Gigi è Mahmood con i ballerini cileni (VIDEO)

Culture - Redazione 11.4.24
Pietro Fanelli, Isola dei Famosi 2024

Pietro Fanelli, chi è il naufrago dell’Isola dei Famosi 2024?

Culture - Luca Diana 10.4.24
Giovanni Donzelli foto instagram @giovadonze

Giovanni Donzelli di Fratelli d’Italia, outing di sua moglie che spiega “È un marito etero”

Culture - Mandalina Di Biase 9.4.24
Raffaella Carrà - la sua casa a Via Nemea 21 a Roma è in vendita

La casa di Raffaella Carrà a Roma Nord è in vendita, ma nessuna piazza ha il suo nome

Musica - Mandalina Di Biase 11.4.24

Hai già letto
queste storie?

(Phonoplay International)

Adorabile Jodel, in Svizzera arriva il primo gruppo per uomini gay!

Lifestyle - Redazione Milano 31.1.24
cern bandiera progress pride

Bandiera Pride Progress al CERN: “La comunità LGBTIQA+ è importante per la scienza”

News - Redazione Milano 17.11.23
svizzera-uomini-gay-drogati-e-derubati

Svizzera, uomini gay drogati e derubati in casa dopo aver incontrato sconosciuti online

News - Francesca Di Feo 13.12.23