Tales of the City, cast LGBT per la serie Netflix più gay di sempre

La serie presenterà persone LGBT + sia davanti che dietro la macchina da presa. In onda nel 2019.

Pubblicato nel lontano 1978 da Armistead Maupin, il romanzo cult Tales of the City diventerà serie Netflix dopo le precedenti esperienze televisive degli anni ’90.

Dopo le annunciate Ellen Page, Olympia Dukakis e Laura Linney il cast della serie più LGBT del 2019 si è ulteriormente arricchito, con la protagonista Mary Ann Singleton che tornerà al 28 di Barbary Lane e ritroverà Anna Madrigal, 20 anni dopo aver lasciato la città per proseguire la sua carriera. La nuova serie, ambientata nella moderna San Francisco, ha l’obiettivo di riflettere il mondo eterogeneo di oggi.

Se Laura Linney e Olympia Dukakis riprenderanno i rispettivi ruoli interpretati in Tales of the City (1993), More Tales of the City (1998) e Further Tales of the City (2001), Ellen Page interpreterà Shawna, la figlia di Mary Ann. Barbara Garrick tornerà nei panni di DeDe Halcyon Day, insieme a Paul Gross che riprenderà il ruolo di Brian Hawkins. Murray Bartlett è stato invece scritturato per interpretare Michael “Mouse” Tolliver.

La serie presenterà persone LGBT + sia davanti che dietro la macchina da presa: il produttore della serie originale Alan Poul ritornerà come produttore esecutivo insieme alla showrunner Lauren Morelli. In cabina di sceneggiatura si troveranno Andy Parker, Patricia Resnick, Marcus Gardley, Jen Silverman, Hansol Jung e Thomas Page McBee, con Silas Howard, Sydney Freeland, Stacie Passon e Kyle Alvarez alla regia. Molti di questi, come detto, gay dichiarati.

Ti suggeriamo anche  Una sentenza potrebbe legalizzare i rapporti gay in otto Stati caraibici

Josiah Victoria Garcia, attore non binario, interpreterà Jake, personaggio transgender, mentre Jen Richards, che ha scritto, prodotto e recitato nella serie web nominata agli Emmy, sarà una donna transessuale. Daniela Vega, straordinaria protagonista del film Una donna Fantastica, interpreterà Ysela, una donna trans che svolgerà un ruolo fondamentale nella vita di Anna. Charlie Barnett sarà il fidanzato di Mouse, oltre a Ben Marshall, May Hong, Michelle Buteau, Matthew Risch nei panni dell’ex-fidanzato di Mouse, e Michael Park.

Il sequel/reboot includerà una coppia sposata poliamorosa, Eli e Inka, interpretati da Benjamin Thys e Samantha Soule. Ci saranno poi i gemelli Ashley Park e Christopher Larkin, e Caldwell Tidicule, ovvero Bob The Drag Queen, nel ruolo di Ida Best, manager di un club di burlesque in cui la figlia di Mary Ann, Shawna, lavora al fianco di Margot. Produzione avviata e messa in onda nel 2019.

Foto Copertina: cortesia Netflix by Deadline