Transparent, Jill Soloway uccide la Maura Pfefferman di Jeffrey Tambor

Sarà un funerale versione musical il puntatone finale di Transparent, da settembre in onda.

Licenziato in tronco causa presunte molestie sessuali, da lui sempre rigettate, Jeffrey Tambor non prenderà parte al finale di Transparent voluto da Amazon e dalla sua creatrice, Jill Soloway.

Non una nuova stagione ma una sorta di ‘film conclusivo’, dalla durata di due ore, che si aprirà proprio con il funerale di Maura Pfefferman, indiscussa protagonista dell’acclamata serie Amazon, magnificamente interpretata da Tambor per quattro stagioni. Intervistata dal Los Angeles Times, la Soloway ha annunciato la morte di Maura.

Quando è arrivato il momento di decidere come concludere Transparent, ci è stato chiaro fin dall’inizio che dire addio a Maura sarebbe stato il modo giusto per andare avanti. Nel finale a musical rielaboreremo la morte di Maura con un’odissea di comicità e malinconia narrata attraverso un gioioso prisma di melodia e ballo. Tutto cambia, e siamo grate di aver creato un’opera che vivrà come un ponte tra questa era e la prossima. Mentre il mondo si trasforma, lo fa anche la famiglia Pfefferman. Transparent non sta finendo, si sta evolvendo in un musical.

Ed è questa l’altra clamorosa novità, perché l’episodio conclusivo da due ore sarà un musical. “The Transparent Musical Finale”, il titolo provvisorio del progetto, che andrà in onda a settembre. La Soloway ha diretto e scritto la puntata, con canzoni scritte dalla sorella, Faith Soloway. Presenti, ovviamente, tutti gli altri protagonisti della serie, ovvero Shelly (Judith Light), Sarah (Landecker), Josh (Jay Duplass) e Ali (Gaby Hoffmann). Un’allucinazione ebraica e genderqueer, l’ha definita la Soloway, con al suo interno Jesus Christ Superstar, La La Land, Flight of the Conchords e Yentl.

Ti suggeriamo anche  Gpa, femministe e Arcilesbica contro la Rai: "Michela Murgia fa spot a favore"

Da parte di Tambor, 5 figli e 3 mogli, cacciato perché accusato di molestie sul set da Van Barners e Trace Lysette, nessuna replica. L’attore ha indossato gli abiti di Maura, donna transessuale che accetta il proprio io alla soglia dei 70 anni, per 40 episodi in 4 anni, vincendo un Golden Globe e due Emmy.